21 luglio 2015 (a Carciato) h. 18,00
NAPOLI - ANAUNIA 8 - 0 8' pt. Insigne, 18' pt Insigne, 41' pt Insigne, 42' pt Gabbiadini, 3' st Mertens, 15' st Gabbiadini, 25' st Mertens, 32' st Bifulco

NAPOLIi: (4-3-2-1): Rafael (46' Gabriel); Maggio (65' Allegra), Albiol (46' Henrique), Luperto (46' Koulibaly), Ghoulam (71' Dezi); Inler (61' Romano), Valdifiori (46' Jorginho), De Guzman (46' David Lopez); Insigne (46' El Kaddouri); Callejon (46' Mertens), Gabbiadini (68' Bifulco).

ANAUNIA: (5-3-2) Depetris, Segna, Pinamonti, Tenni, Fanti, Falvo, Fiorazzo, Odorizzi, A. Mariotti, M. Mariotti, Panizza. All. Brugnara

Napoli, 8-0 nella prima contro l'Anaune: show di Insigne, autore di una tripletta. L'attaccante napoletano ha convinto nell'inedita posizione di trequartista. Bene anche Gabbiadini e Mertens, entrambi a segno per due volte. Nel finale, gloria anche per il giovane classe 1997 Bifulco. Prossimo test venerdi', contro la Feralpisalo'.

21 luglio 2015 - DIMARO (TN)

Lorenzo Insigne, tripletta per lui, e Manolo Gabbiadini, autore di due gol, si divertono e accendono le prime luci sul cammino La squadradel Napoli di Sarri. Nella prima amichevole stagionale a Carciato, frazione di Dimaro, gli azzurri vincono 8-0 (a segno pure Mertens, con una doppietta, e Bifulco) contro l'Anaune Val di Non, formazione che partecipa al campionato di Promozione. Per quanto appesantiti dai carichi di lavoro, accumulati in 11 giorni di ritiro, Maggio e compagni hanno cominciato a esibire il marchio del nuovo allenatore. Fraseggio poco elaborato e ricerca immediata della verticalizzazione, con continue sovrapposizioni sulle corsie esterne: cosi' il Napoli va, senza Hamsik, Reina e Strinic, mettendo in vetrina Insigne con l'abito del trequartista e Gabbiadini velenoso e sempre elegante (sua sorella Melania, calciatrice ha assistito alla ripresa, a bordo campo, accanto al presidente Aurelio de Laurentiis).

INSIGNE PER TUTTI - I compagni lo cercano, evidentemente Sarri pretende che il progetto tattico del 4-3-1-2 poggi soprattutto sullo 'scugnizzo'. E Insigne si propone, arretra a meta' campo, partecipa alla costruzione della manovra. Lorenzo e' ispirato, si dimostra voglioso di conquistare subito l'allenatore che lo ha accontentato affidandogli il ruolo di trequartista. SarriDopo aver rischiato in avvio di gara - per due buchi in fase difensiva -, il Napoli fa girare spesso la palla a un tocco, Insigne esalta le sue doti tecniche, contando pure sull'asse creato in verticale con il play Valdifiori. Firma una tripletta (8', 18' e 42'), brillando dopo un duetto con Gabbiadini, poi con un destro da fuori area e un guizzo nell'area piccola. Gabbiadini firma il 4-0, che chiude il primo tempo.

POPOLO AZZURRO - Quasi duemila tifosi sono accorsi nella Val di Sole per godersi l'esordio della squadra del cuore. Il Napoli Club Bologna espone lo striscione con la scritta 'Luntano 'a te non se po' sta''. Dopo l’intervallo, Sarri effettua sette sostituzioni: in campo, Gabriel, Henrique, Koulibaly, Jorginho, David Lopez, El Kaddouri e Mertens. In avvio di ripresa, fa centro Mertens con una bella esecuzione su punizione. Registrato il valzer di altri cambi (entrano anche Romano, Allegra, Bifulco e Dezi), il Napoli centra ancora il bersaglio con Gabbiadini, di nuovo con Mertens e con il giovane Bifulco. Dopo aver svolto visite mediche e lavoro in palestra al mattino e sulla pista di atletica prima dell’amichevole, Allan ha osservato i nuovi compagni, seduto in panchina.

 

24 luglio 2015 (a Trento) h. 21,00
NAPOLI - FERALPI SALO' 5 - 2 10' Mertens, 13' Koulibaly, 30' Romero, 35' Insigne, 41' Mertens, 83' De Guzman, 88' Guerra

NAPOLI: p.t. (4-3-2-1): Gabriel; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Lopez, Valdifiori, Hamsik; Insigne; Callejon, Mertens
NAPOLI: s.t. (4-3-1-2): Rafael; Henrique, Albiol (dal 21' Luperto), Koulibaly (dal 29' Allegra), Ghoulam (dal 32' Dezi); Lopez (dal 17' Allan), Valdifiori, Inler; Insigne (dal 14' El Kaddouri); Gabbiadini, Callejon (dal 14' De Guzman). Panchina: Romano, Bifulco. All. Sarri

FERALPI-SALO': (4-3-2-1): Proietti Gaffi; Tantardini (13' st Ragnoli), Broli (13' st Zerbo), Fabris (13' st Allievi), Leonarduzzi (13' st Codromaz); Ranelucci, Bracaletti (30' st Bettazza), Pinardi (1' st Settembrini), Romero (1' st Zamparo); Greco (1' st Guerra), Maracchi (30' st Pizza). Panchina: Polini, Carboni, Dotti, Luci. All. Serena

Trento 24 luglio 2015la squadra

Manita del Napoli nella seconda amichevole precampionato. L'undici di Sarri, infatti, si impone per 5-2 sul Feralpi Salo', grazie ad un primo tempo spumeggiante in cui si sono messi in mostra Insigne, Mertens e Hamsik. Il Napoli passa in vantaggio al 10': conclusione al volo di Insigne in area e sulla respinta del portiere, tap in vincente di Mertens. Tre minuti piu' tardi il raddoppio. Koulibaly di testa su calcio d'angolo, costringe alla respinta il portiere bresciano, pronto poi a ribadire in gol. Alla mezzora il Feralpi Salo' accorcia le distanze. Maracchi si invola sulla sinistra e crossa per Il primo gol di MertensRomero che da pochi passi gira in gol. Ma cinque minuti piu' tardi dai 25 metri Insigne insacca all'incrocio per il 3-1 con una conclusione di esterno destro. Al 41' il Napoli cala il poker: Mertens e' lanciato da Hamsik sul filo del fuorigioco, Dries vola verso la porta, salta il portiere ed infila il 4-1. Nella ripresa da segnalare al 25' il bel diagonale di sinistro di El Kaddouri che sfiora il palo prima della facile rete di De Guzman. Il Feralpi Salo' rende meno pesante la sconfitta, siglando la sua seconda marcatura con Settembrini al 44'. Il presidente De Laurentiis ha seguito tutta la gara a bordo campo, vicino alla panchina di Sarri, con cui spesso ha scambiato opinioni sulle azioni di gioco. 

 

29 luglio 2015 (a Dimaro) h. 17,30
NAPOLI - CITTADELLA 5 - 1 5' Albiol, 20' Insigne, 54' Insigne, 57' Coralli (C), 72' El Kaddouri, 77' Mertens

NAPOLI: (4-3-1-2): Rafael (46' Gabriel), Maggio (80' Dezi), Albiol (33' Henrique), Koulibaly (74' Luperto), Ghoulam, Allan (46' De Guzman), Valdifiori (46' Jorginho), David Lopez (46' Inler), Insigne (65' El Kaddouri), Mertens (86' Bifulco), Gabbiadini (46' Callejon). A disp. Allegra, Romano. All. Sarri.

CITTADELLA: (4-3-3) Vaccareggi, Cappelletti, Benedetti, Iori, Pascali, Pellizzer, Minesso, Lora, Coralli, Paolucci, Bizzotto. A disposizione: Mattiuzzi, Amato, Donazzan, Signorini, De Leidi, Busellato, Bobb, Salvi.

Dimaro, 29 luglio 2015

la squadraNapoli, cinquina al Cittadella. Insigne, doppietta da applausi. La squadra di Sarri vince 5-1 sotto la pioggia a Dimaro. Confortanti segnali di crescita sotto il profilo del gioco e della velocita' di manovra.

Piu' che una promessa, quella di Sarri era sembrata una minaccia. "Guardate che vedrete il peggior Napoli di questa fase precampionato, i ragazzi sono stanchi dopo giornate di duro lavoro". Invece, i suoi giocatori hanno fatto di tutto per smentirlo nell'ultima amichevole giocata in Trentino e vinta per 5-1 contro il Cittadella (ha sbloccato Albiol, doppietta Insigne, poi dopo il gol di Coralli, a segno anche El Kaddouri e Mertens).

Insigne show - Sotto gli occhi di De Laurentiis (in panchina con Higuain, non ancora pronto, l'acciacciato Hamsik e il neoacquisto Chiriches) ha brillato soprattutto Valdifiori, che gia' si e' preso il Napoli il 2° gol di Insignecon giocate rapide ed essenziali. Suoi gli assist dei primi due gol, ancora piu' bello quello (da centrocampo) che Insigne trasforma a volo in un golazo, purtroppo annullato per fuorigioco (tra l'altro ineccepibile). Lorenzinho completa il bottino personale con una doppietta, da trequartista si inserisce con grande facilita' in avanti, dialoga nello stretto seminando avversari e gioca l'ennesima buona prova. Nella ripresa entrano un po' tutti, c'e' tanta voglia di divertirsi, anche troppa, e il Napoli prende il solito - evitabile gol - che risveglia i fantasmi di un passato neppure troppo lontano. Ma i rinforzi di mercato della difesa non sono ancora scesi in campo e la linea arretrata per ora resta quella di Benitez, che l'anno scorso chiuse il campionato con 54 gol al passivo. Contro il Sassuolo, alla prima di campionato, vedremo ben altri interpreti.

 

 

2 Agosto 2015 (Nizza) h. 21,00

Nizza - NAPOLI 3 - 2

8' pt Plea, 14' pt Callejon, 20' pt Mertens, 39' pt Seri, 8' st Germain

NIZZA: (4-3-1-2) Pouplin, Gomis (77' Albert), Bodmer (77' Borges), Le Marchand, Hult (60' Boscagli), N.Mendi, Koziello (60' Eysseric), Seri (77' Puel), Ben Arfa (60' Traore), Plea (77' Benrahama), Germain (77' A.Mendi). A disp. Hassen, Maupay, Pied, Rafetraniaina. All. Puel

NAPOLI: (4-3-1-2): Gabriel (46' Rafael), Maggio, Henrique (46' Chiriches), Koulibaly, Ghoulam (46' Hysaj), Allan (59' Inler), Valdifiori  (46' Jorginho), David Lopez (69' De Guzman), Insigne (69' El Kaddouri), Mertens (46' Gabbiadini), Callejon. A disp. Luperto, Dezi, Bifulco. All.Sarri

Arbitro: Delerue (Bordeaux)

Note: ammoniti Henrique, Valdifiori, Allan, Hult, Koulibaly. Espulso al 68' Callejon per fallo di reazione.

Napoli, tre reti dal Nizza in amichevole. Callejon-gol, poi si fa espellere. La squadra di Sarri perde ma non demerita: francesi subito in vantaggio con Plea, lo spagnolo e un gran gol di Mertens ribaltano il punteggio, poi la difesa concede troppo e arriva il 3-2 di Seri e Germain

Prima amichevole internazionale, e prima sconfitta stagionale, per il Napoli di Sarri, che a Nizza era privo di Higuain, Zuniga (a corto di preparazione), Albiol, Reina, Hamsik, Strinic (infortunati), Vargas e Andujar (che si aggregheranno domani).Il primo gol di Callejon Il tecnico toscano optava per un attacco senza un vero centravanti: Insigne agiva alle spalle di Callejon, preferito in extremis a Gabbiadini, e Mertens. Tra i pali toccava a Gabriel, Allan e Lopez proteggevano Valdifiori in mediana, inizialmente in panchina gli ultimi arrivati Chiriches e Hysaj.

TANTE EMOZIONI - Il Napoli pressava alto e ripartiva, nel Nizza il solito Ben Arfa predicava calcio. Da una sua iniziativa arrivava all'ottavo il vantaggio dei padroni di casa firmato da Plea, bravo a girarsi al limite dell'area tra Koulibaly e Ghoulam: destro tutt'altro che imparabile, ma Gabriel commetteva un grave errore lasciandosi superare dal pallone. Reazione immediata su errore di Le Marchand che serviva a Mertens un pallone d'oro a pochi passi da Pouplin, il belga contrastato calciava alto senza neppure ottenere un meritato calcio d'angolo. Il Napoli era padrone della meta' campo avversaria: al 14' Mertens e Lopez recuperavano palla sulla trequarti, l'ex Psv imbeccato dallo spagnolo crossava basso per Callejon, che da pochi passi spingeva in rete il pallone del pareggio. Sei minuti ed il Napoli passava in vantaggio: Mertens faceva tutto da solo, partiva da sinistra, si accentrava con un dribbling sopraffino e poi di destro calciava all'angolino da buona posizione. Tutto troppo facile e azzurri avanti. Il Nizza si rivedeva dalle parti di Gabriel alla mezz'ora, ma nessun francese era pronto a deviare il pericoloso tiro-cross del solito Plea. Molto pericoloso il Napoli poco dopo con la velocita' di Insigne, Callejon e Mertens che in due circostanze concludeva in porta (prima parava Pupouplin, poi tiro di poco fuori) a dimostrazione che lì davanti gli azzurri hanno molteplici soluzioni. Tante chance anche per il Nizza con Gabriel che si riscattava al 38' su botta al volo di Plea da buona posizione. Nemmeno un minuto ed i padroni di casa pareggiavano con Seri, sempre su sponda di Plea. Sbagliava Koulibaly nell'indietreggiare ed anche Gabriel non era impeccabile sul destro del mediano francese, che comunque era potente e preciso.Il gol di Mertens

MOLTI CAMBI E UN ROSSO - Solita girandola di sostituzioni nella ripresa e consuete emozioni. Insigne da lontano mette i brividi a Pouplin, lesto poi a contrastare Callejon sulla respinta. Germain riporta avanti il Nizza all'ottavo minuto. Cross da sinistra e centravanti di casa tutto solo (Koulibaly marca a distanza siderale) che schiaccia di testa in maniera stavolta imparabile per il neo entrato Rafael. Un minuto e Gabbiadini lanciato da Insigne in modo magistrale salta il portiere con un pallonetto ma sulla linea Bodmer evita il tre a tre. Napoli stanco e Callejon, nervoso, viene espulso al 22' quando si accende una rissa nella quale, a dire il vero, lo spagnolo non e' certo il protagonista piu' esagitato. Anche in dieci, Napoli vicino al pari: De Guzman imbecca Gabbiadini che si allarga troppo e viene chiuso da Pouplin, proteso in tutto, quando con il mancino prova a battere a rete. L'ultima chance e' per De Guzman che servito da Maggio spara alto da ottima posizione. Vince il Nizza, ma il Napoli non demerita affatto.

INCIDENTI - Da sottolineare che la serata era iniziata nel peggior modo possibile con un gruppo di tifosi napoletani che ha lanciato pesanti massi da un cavalcavia e addirittura una bomba carta causando un incendio nei pressi del casello autostradale Saint-Isidore, a poche centinaia di metri dall'Allianz Riviera. La Gendarmerie e' stata costretta a fare uso di lacrimogeni per evitare scontri con i sostenitori del Nizza, gemellati con quelli dell'Inter e quindi considerati dei nemici dai napoletani, a loro volta autori di un agguato nei confronti dei partenopei. Fitto il lancio di oggetti tra le due tifoserie nei pressi dello stadio, poi la situazione e' tornata alla normalita'. (gazzetta.it - Gianluca Monti)

 

8 Agosto 2015 (Oporto) h. 21,30

Porto - NAPOLI 0 - 0

-

PORTO: (4-3-3): Casillas (46' Helton), Maxi Pereira, Maicon (85' Likinovsky), Marcano (46' Martins Indi), Cissokho (41' Josè Angel); Ruben Neves, Herrera, Imbula (46' Sergio); Varela, Aboubakar (62' Osvaldo), Brahimi (18' Tello, 72' Hernani). All. Lopetegui

NAPOLI: (4-3-1-2): Reina (78' Rafael), Maggio (78' Ghoulam), Albiol (72' Koulibaly), Chiriches, Hysaj (85' Henrique); Allan (78' Inler), Valdifiori (59' Jorginho), Hamsik (46' David Lopez); Insigne (72' El Kaddouri); Mertens (46' Callejon), Gabbiadini (59' Higuain). A disp. Gabriel, Luperto, Dezi. All. Sarri

Arbitro: Vasco Santos

Note: ammoniti Maicon e Sergio

Porto-Napoli 0-0: corsa, personalita' e l'esordio di Higuain. Buona la prestazione degli azzurri nell'amichevole in Portogallo: Sarri parte con Mertens-Gabbiadini e chiude con Higuain-Callejon. Occasione per Maggio, difesa imbattuta

08 agosto 2015

E' stata un'amichevole utile, utilissima, per Maurizio Sarri quella di Oporto. Contro i lusitani il Napoli ha mostrato progressi in fase La squadradifensiva ed una condizione piu' brillante rispetto a Nizza. Di sicuro, gli innesti iniziali di Reina (esordio assoluto), Chiriches ed Hysaj (esordio dall'inizio), Albiol ed Hamsik (di nuovo disponibili) hanno contribuito ad un assetto piu' compatto, messo comunque a dura prova dal ritmo imposto da Varela e compagni. Il Napoli ha saputo soffrire senza correre rischi per 29', precisamente fino al colpo di testa a lato di Herrera (il migliore dei suoi insieme ad Imbula) che ha sciupato la prima occasione del match per il Porto.

Retroguardia ok - La linea alta del Napoli ha funzionato a tratti, ma si vede che da parte di Sarri il lavoro a Dimaro è stato certosino perche' alcuni automatismi sono gia' andati a memoria. Un grosso rischio il Napoli lo corre sul destro al volo, impreciso, di Tello (sostituto di Brahimi, infortunatosi presto al pari di Cissokho). Li' dietro, Hysaj (finche' la gamba regge) si e' dimostrato affidabile a sinistra mentre Chiriches è apparso troppo sicuro dei suoi mezzi tecnici, non sempre "sente" l'avversario, ma ha buoni fondamentali ed e' bravo nel gioco aereo. Allan e Valdifiori cercano ancora l'intesa migliore come del resto l'evanescente Gabbiadini (preferito inizialmente ad Higuain) e Mertens. Insigne pare a suo agio da trequartista ed e' anche vivace in zona gol: sua al 24' la conclusione dall'interno dell'area che Casillas, all'esordio con il Porto, ha respinto in sicurezza. In generale, pero', il Napoli nel primo tempo ha fatto fatica a costruire azioni da rete.

ChirichesCambi di marcia - Nella ripresa non si vedono subito gli attesissimi Osvaldo (il titolare Abpubakar si e' visto solo in una circostanza dalle parti di Reina) ed Higuain. Sarri inserisce Lopez e Callejon per Hamsik e Mertens cercando di dare minutaglie ulteriore ai titolari. Nel Porto spicca la fantasia di Bueno. Il Pipita, in ritardo di condizione, entra al quarto d'ora (poco prima di Osvaldo) e dopo due minuti sciupa una clamorosa palla gol su assist di Callejon. La scivolata di Higuain, a pochi passi da Helton, non produce gli effetti sperati. Con i cambi, il Napoli cresce ed al 23' Maggio su assist perfetto di Allan, calcia alto da ottima posizione. Nel finale, squadre lunghe e Reina si oppone a Ricardo Pereira prima di vedere sfilare a lato il mancino di Jose' Angel. Indicazioni di mercato: Henrique e' l'ultimo ad entrare mentre fa bene El Kaddouri. Fa bene, tutto sommato, il Napoli. Novanta minuti intensi con poche occasioni ma anche con errori ridotti al minimo. E' gia' qualcosa, anzi e' gia' tanto. Di questi tempi, specialmente. (gazzetta.it - Gianluca Monti)

 

14 Agosto 2015 (Latina) h. 20,30

Latina - NAPOLI 0 - 5

52' Hamsik, 65' El Kaddouri, 66' El Kaddouri, 89' Gabbiadini, 91' Jorginho (r)

LATINA: (3-5-2): Di Gennaro, Brosco, Dellafiore (58' Bruscagin), Esposito (81' Cerri), Valiani (70' Moretti), Crimi, Ruben Olivera (81' Criscuolo), Scaglia, Calderoni (83' Nelson), Talamo (50' Jefferson), Corvia (67' Paolucci). All. Iuliano
Napoli (4-3-1-2):

NAPOLI: (4-3-1-2): Reina (75' Gabriel), Hysaj (78' Strinic), Chiriches (83' Luperto), Albiol (75' Koulibaly), Ghoulam (46' Maggio), Allan (78' Dezi), Valdifiori (46' Jorginho), Hamsik (56' David Lopez), Insigne (64' El Kaddouri), Callejon (46' Mertens), Higuain (56' Gabbiadini). A disp: Rafael, Henrique. All. Sarri

Arbitro: Pinzani di Empoli

Note: ammoniti Albiol, Brosco, Olivera.

Latina, 14 agosto 2015

Il Napoli di Sarri batte per 5-0 il Latina grazie alle reti di Hamsik, El Kaddouri (doppietta), Gabbiadini e Jorginho su rigore, tutte arrivate nella ripresa. 2° gol di El Kadduri

Possono essere soddisfatti finora i tifosi del Napoli, che con la loro squadra non hanno conosciuto il sapore della sconfitta in questo precampionato: vittoria anche stasera sul campo del Latina, formazione di Serie B, sconfitto con un sonoro 5-0 grazie alle reti (tutte nella ripresa) di Hamsik, doppietta di El Kaddouri, Gabbiadini e Jorginho su rigore.

Sarri si affida a Callejon ed Higuain in attacco, con Insigne ancora riproposto nel ruolo di trequartista nel quale ha fatto molto bene nelle scorse uscite. Allan, Valdifiori e Hamsik a centrocampo, in difesa presente dal primo minuto il rumeno Chiriches. Laziali che invece sperano nella buona vena realizzativa di Corvia e Jefferson.

A dominare come da previsione sono gli azzurri: Higuain e' molto attivo, Hamsik si vede respingere la sua conclusione da fuori da Di Gennaro, bravo nell'occasione. Chiriches sfiora una gran rete con una rovesciata sventata proprio sulla linea da Corvia, non va meglio a Ghoulam la cui fucilata da 25 metri viene allontanata dal portiere nerazzurro.
Il rigore di Jorginho
Nella ripresa accade quello che non era avvenuto precedentemente, cioe' le reti: ad aprire le danze e' Hamsik, abile ad insaccare con un bel rasoterra sul primo palo dopo un assist di tacco al bacio di Insigne. Entra El Kaddouri ed il marocchino va a segno con un'incredibile doppietta nel giro di un minuto: prima deposita a porta vuota su passaggio di Mertens, poi infila Di Gennaro dopo unìineccepibile azione personale.

Nel finale c'e' la consueta girandola di cambi e a mettersi in evidenza e' Gabbiadini: e' l'ex Sampdoria a siglare il poker con un missile che va a terminare la sua corsa sotto l'incrocio dei pali. Conclude la festa del goal il penalty trasformato da Jorginho.