18 luglio 2016 (a Carciato) h. 18,00
NAPOLI - ANAUNIA 10 - 0
(p.t. 4-0) Gabbiadini al 22', El Kaddouri al 28', Chiriches al 35', Gabbiadini al 45' p.t.; El Kaddouri al 6', autorete di Fanti (A) al 7', Lasicky al 12', Dezi al 14', Dumitru al 27', R. Insigne al 35' s.t.

NAPOLIi 1° tempo: (4-3-3): Rafael, Maggio, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Grassi, Callejon, El Kaddouri, Gabbiadini. All. Sarri

NAPOLI 2° tempo: (4-3-3): Sepe, Maggio (56' Celiento), Lasicki, Koulibaly (56' Albiol), Ghoulam (56' Luperto), David Lopez, Valdifiori, Grassi (56' Dezi), Roberto Insigne, El Kaddouri (56' Tutino), Gabbiadini (56' Dumitru).

ANAUNIA: (5-3-2

Arbitro: Dallapiccola di Trento.

Dimaro, 18 luglio 2016

Il risultato era sicuramente la cosa meno importante del match di oggi tra Napoli ed Anaune Val di Non, il primo della stagione agonistica 2016/2017. Clima favorevole al volo, quello dell'elicottero di Aurelio De Laurentiis arrivato a Monclassico alle 18.18 e allo stadio di Carciato qualche minuto dopo: diversi applausi dagli spalti, cosi' come qualche parola fuori posto da parte di alcuni tifosi evidentemente delusi dalle mosse di mercato del Napoli (Davide Santon, dopo le visite mediche a Roma, non e' stato ritenuto idoneo per le necessita' del Napoli). Tra coloro che si sono messi in mostra positivamente c'e' da segnalare Roberto Insigne, che ha lasciato intravedere lampi di talento colpendo un palo e trovando il gol del tondo 10 a 0.

TOP Manolo Gabbiadini - Due gol, il secondo facile facile a differenza del primo in cui va apprezzato il movimento a tagliare dietro le spalle del difensore prima di armare il sinistro. Una buona affinita' all'interno del reparto offensivo, a duettare con Omar El Kaddouri non appena se ne e' presentata l'occasione. Omar El Kaddouri - La posizione dell'esterno sinistro gli ha dato confidenza, sebbene il livello degli avversari non fosse così alto: tecnicamente ha messo in mostra un buon piede destro, a partire dalla serpentina con cui ha messo a segno il 2-0 per arrivare poi al gol della manita con il pallone che si e' andato ad infilare nell'angolo alto alla sinistra del portiere. Alberto Grassi - Bella personalita', inoltre per lui era l'esordio davanti ai tifosi del Napoli a ben sei mesi dal suo arrivo. Buon tocco di palla, il ragazzo si e' messo in mostra anche in fase difensiva andando a recuperare il pallone dai piedi degli avversari. Da rivedere, e da tenere in conto per il futuro.

FLOP Jose' Callejon. Flop e' un termine troppo grosso, probabilmente, pero' lo spagnolo sotto porta non ha inciso come ha sempre saputo fare. Si e' ritrovato sul piede due chance per andare a segno, le ha sprecate entrambe. Allan - Il brasiliano non e' sembrato in formissima, o quantomeno e' incappato in un pomeriggio non troppo positivo che ha messo l'ex Udinese un po' in ombra se mettiamo a paragone la sua prestazione con quella dei suoi compagni di squadra. Christian Maggio - Ultima partita in maglia azzurra? L'arrivo di Davide Santon rischia di mettere la parola 'fine' alla sua avventura dopo otto anni, e francamente la prestazione contro l'Anaune non ha entusiasmato: non ha avuto tante chance per mettersi in mostra, e' chiaro, ma non ha convinto appieno.

 

23 luglio 2016 (a Trento) h. 18,30
NAPOLI - TRENTO CALCIO 4 - 0 7' 7' Gabbiadini, 35' Gabbiadini, 58' Albiol, 90' Dumitru

NAPOLI: p.t. (4-3-3) Sepe (46' Rafael), Maggio (46' Hysaj), Chiriches (46' Albiol), Koulibaly (65' Luperto), Ghoulam (46' Strinic), David Lopez (46' Allan), Valdifiori (46' Jorginho), Hamsik (46' Grassi), Callejon (60' Roberto Insigne), El Kaddouri (65' Dezi), Gabbiadini (65' Dumitru). All. Sarri

TRENTO CALCIO: (4-3-2-1) Scali (46' Demetz, 80' Rigione), Tomasi (46' Di Fusco), Casagrande, Cascone (84' Turri), Rizzon (46' Panizza), Boldini, Caliari (38' Appiah), Menegot (28' Brusco, 62' Ferraglia), Ferrarese (46' Bentivoglio, 87' Cavagna), Conci, Gherardi (46' Gattamelata). All. Manfioletti

Trento, 23 luglio 2016

A poche ore dalla bufera generata dalla notizia dell'ormai imminente passaggio di Higuain alla Juventus, il Napoli vince 4-0 nell'amichevole contro il Trento, con la doppietta di Gabbiadini nel primo tempo e i gol di Albiol e Dumitru nella ripresa. A Trento circa quattromila tifosi, tantissimi quelli del Napoli, che hanno riservato uno striscione contro il Pipita (Higuain infame), ma poi non hanno intonato cori contro l'attaccante. Ovazione invece per Gabbiadini e per il mister Sarri. In tribuna non c'era il presidente De Laurentiis. Presente il figlio e vicepresidente Edoardo, fischiatissimo quando ha lasciato la tribuna a pochi minuti dalla fine del match. Buone indicazioni per Sarri, soprattutto nel primo tempo, quando la sua squadra ha sbagliato tanti gol ma ha mostrato gia' una buona condizione.

 

28 luglio 2016 (a Trento) h. 20,30
NAPOLI - VIRTUS ENTELLA 5 - 0 28' pt Iacobucci, 3' st Mertens, 12' st Mertens, 13' st Lorenzo Insigne, 30' st David Lopez

NAPOLI: (4-3-1-2): Rafael (46' Sepe), Maggio (46' Hysaj), Chiriches (46' Albiol), Koulibaly (74' Luperto), Ghoulam (54' Strinic), Allan (46' David Lopez), Jorginho (46' Valdifiori), Hamsik (60' Grassi), Callejon (46' Mertens), El Kaddouri (46' Roberto Insigne, 77' Giaccherini), Gabbiadini (54' Lorenzo Insigne). All. Sarri

VIRTUS ENTELLA: (4-3-3) Iacobucci (46' Paroni), Iacoponi, Benedetti, Sini (54' Pellizzier), Cheick, Palermo (54' Belli), Gerli (78' Jadid), Troiano (60' Havlena), Tremolada (46' Cutolo), Masucci (46' Moreo), Caputo (60' Joel). All. Breda

Arbitro: Gavillucci di Latina

Trento, 28 luglio 2016

La squadra
Gol di Mertens
Gol di Insigne

 

Napoli-Entella, pokerissimo azzurro. Doppietta di Mertens, Giak all'esordio. Il primo tempo termina sull'1-0 per i ragazzi di Sarri (autogol Iacobucci), poi entrano Mertens e Insigne ed inizia lo show

Pokerissimo del Napoli sulla Virtus Entella nell'amichevole disputata questa sera allo stadio Briamasco di Trento. Dopo un primo tempo al piccolo trotto, concluso 1-0 solo grazie all'autogol dell'estremo difensore Iacobucci, nella ripresa gli ingressi di Mertens (doppietta) e Insigne (gran gol) hanno regalato vivacita' alla manovra fissando il risultato sul 5-0 finale.

La partita - La calma piatta della prima frazione di gioco viene scossa al 28': Iacobucci, portiere dell'Entella, manca goffamente la presa, pressato da Gabbiadini, su un cross deviato di Ghoulam: autogol e 1-0 Napoli. In precedenza lo stesso Gabbiadini e Callejon avevano portato insidie alla porta dei liguri. Trovato il vantaggio, il Napoli si sblocca: Iacobucci e' attento sul destro di Allan (31'). L'Entella si affaccia dalle parti di Rafael con il colpo di testa, fuori di poco, di Iacoponi. Nella ripresa Sarri rivoluziona il Napoli. Dopo nemmeno due minuti bella rete di Mertens: dribbling e destro stavolta imparabile per Iacobucci. Spazio anche a Lorenzo Insigne e Strinic, ma e' ancora Mertens (56') ad andare a segno, stavolta in mischia, prima del gran gol dello stesso Insigne, con un pallonetto morbido. Il quinto centro della serata arriva al 75' con David Lopez, servito da Insigne. Nel finale esordio in maglia azzurra per Giaccherini, accolto dagli applausi del pubblico di Trento.

 

 

1 Agosto 2016 (Napoli)

NAPOLI - NIZZA 3 - 0

9' pt Koulbaly, 24' pt Mertens, 28' pt Koulibaly

NAPOLI: (4-3-3) Rafael (46' Sepe), Hysaj (57' Maggio), Albiol (4' Chiriches), Koulibaly (76' Luperto), Ghoulam (46' Strinic), David Lopez (46' Allan), Valdifiori (46' Jorginho), Hamsik (66' Grassi), Callejon (70' Roberto Insigne), Mertens (76' Dumitru), Gabbiadini (57' El Kaddouri). All. Sarri

NIZZA: (4-3-3): Hassen, Souquet (72' Rafetraniana), Baysse, Boscagli, Chagas, Walter, Lusamba (64' Eysseric), Koziello, Seri (75' Bodmer), Marcel (64' Vercauteren), Plea.

Arbitro: Russo di Nola

Note: Prima della gara i festeggiamenti per i 90 anni della societa' con la presenza dell'orchestra e del coro del San Carlo, il trio Il Volo ed i fuochi d'artificio.

Napoli, Higuain fischiato al San Paolo. Maradona: "Con lui e' finita, con me mai". Messaggio di Diego al San Paolo alla festa dei 90 anni: "Io non vi tradisco". I tifosi si scagliano contro l'argentino passato alla Juve: applausi per Milik.

Il coro anti-Juve, "Chi non salta e' bianconero", probabilmente ci sarebbe stato lo stesso: la vicenda Higuain ha semplicemente intensificato la voglia di intonarlo, soprattutto dopo che al San Paolo, nell'occasione della festa dei 90 anni del club, e' stato trasmesso un video sui 4 maxischermi nelquale si vedevano anche i gol del Pipita. Si e' visto anchequello alla Juve nella Supercoppa di Doha del 2014 e la rovesciata del record delle 36 reti in campionato contro il Frosinone di pochi mesi fa: proprio in quel momento sono partiti i fischi, fragorosi, da parte dei circa 20 mila spettatori presenti che invece hanno applaudito Arkadiusz Milik. Il centravanti non e' stato ancora tesserato dal club (e anche per questo non ha potuto giocare l'amichevolecol Nizza), ma prima della partita ha messo piede al San Paolo e ha ricevuto l'accoglienza da De Laurentiis che di fatto ne ha ufficializzato l'acquisto su Twitter: "Benvenuto Milik". Per il centravanti polacco, che avra' la maglia numero 99 una vera e propria ovazione con tanto di cori: "E' un onore far parte di una squadra con cosi' tanta storia come il Napoli. Faro' di tutto per rendere felici i suoi splendidi tifosi".

Il messaggio - Di Higuain ha parlato anche Diego Armando Maradona, lui si' sempre amato dal popolo napoletano: "La gente di Napoli ha bisogno di sostegno - ha detto nel messaggio di auguri -, state tranquilli, io vi sostengo, io non vi tradisco, ormai e' fatta, quindi pensiamo a fare una bella squadra per la gente e Higuain che faccia il meglio per se'. Ormai e' finita con Higuain, ma con me non lo sara' mai. Un bacio grande al presidente ed a tutti i napoletani".

Lo show - Applausi ci sono stati per tutte le altre immagini, dal Napoli di Lauro a quello dei campioni del passato Vinicio, Pesaola, Altafini. Ovviamente le immagini di Maradona e degli anni d'oro dei due scudetti e della Coppa Uefa hanno mandato in delirio il San Paolo che poi ha applaudito anche i gol del ritorno in serie A e le imprese recenti firmate Lavezzi, Cavani, Hamsik e Insigne.

 

7 Agosto 2016 (Napoli) h. 21,00

NAPOLI - Monaco 5 - 0

3' pt Gabbiadini, 16' pt Gabbiadini, 3' st Gabbiadini (r), 19' st Gabbiadini, 21' st Allan

NAPOLI: (4-3-3): Rafael (dal 25' s.t. Sepe); Hysaj (dal 12' s.t. Maggio), Albiol (dal 18' s.t. Chiriches), Koulibaly (dal 25' s.t. Luperto), Ghoulam (dal 18' s.t. Strinic); Allan (dal 25' s.t. Grassi), Jorginho (dal 12' s.t. Valdifiori), Hamsik (dal 22' s.t. Zielinski); Callejon (dal 6' s.t. El Kaddouri), Gabbiadini (dal 22' s.t. Milik), Mertens (dal 6' s.t. Insigne). (Contini, Lopez). All.: Sarri 

MONACO: (4-4-2): Badiashile; Tisserand, Glik, Jemerson (dal 1' s.t. Raggi), Echiejile (dal 33' s.t. Diallo); Silva (dal 33' s.t. Beneddine), Traorè (dal 22' s.t. Lemar), Bakayoko (dal 12' s.t. N'Doram), Boschilia (dal 24' Moutinho); Cavaleiro (dal 12' s.t. Carrillo), Vagner Love (dal 12' s.t. Mbappe). (Sy, Ndiffon, Mendy). All. Jardim

Arbitro: Mariani di Roma (Dobosz-Marrazzo)
Note: Spettatori: cinquemila circa. Nessun ammonito

Napoli, 7 agosto 2016

Napoli-Monaco 5-0: Gabbiadini cala il poker di gol e "avvisa" Milik e Icardi. L'ex Sampdoria si candida per il ruolo di erede di Higuain: quinto gol di Allan, bene anche Rafael. Sarri schiera i titolari, pochissimi tifosi allo stadio

Manolo Gabbiadini ha lanciato un messaggio a Mauro Icardi ed Arkadiusz Milik nella sera di Napoli-Monaco: per il momento, il centravanti del Napoli e' lui e non ha intenzione di cedere il ruolo di erede di Higuain a chi deve ancora arrivare o a chi e' gia' arrivato. Pochissimi i tifosi accorsi al San Paolo per l'ultimo test casalingo precampionato del Napoli, che Sarri schierava con tutti titolari (ad eccezione di Reina, ancora ai box come Tonelli e Giaccherini). Tra gli ospiti, invece, assenti illustri Falcao, Fabinho e l'ex di turno De Sanctis, sostituito tra i pali da Badiashile che dopo appena tre minuti doveva raccogliere in rete un diagonale mancino di Gabbiadini su assist di Ghoulam (tra i migliori in assoluto).

PROFONDITA' E FREDDEZZA - Ecco il tema portante della serata: Gabbiadini e' chiamato a raccogliere il testimone da Higuain. Un compito non facile che Manolo si sente pero' in grado di assolvere e per il quale ha provato a candidarsi in maniera autorevole aspettando novita' dal mercato. La doppietta del centravanti con il numero 23 e' arrivata con un movimento in profondita' di quelli che tanto piacciono a Sarri. Il Napoli e' piaciuto per la manovra offensiva ma anche per la capacita' di difendere lontano dalla propria area: il Monaco ieri e' entrato pochissimo nei sedici metri avversari, quando l'ha fatto ha trovato pronto Rafael (altra nota positiva della serata). Nel primo tempo e' piaciuto Mertens, poco lucido invece Jorginho. Mediana con Allan che ha ancora le gambe pesanti ed Hamsik gia' in forma campionato (vedi filtrante del 2-0 e lancio per Callejon in occasione del rigore del 3-0 ad inizio ripresa). A proposito, Gabbiadini si e' dimostrato implacabile anche dal dischetto.

LE ALTERNATIVE - Rispetto allo scorso anno la rosa del Napoli e' più ampia ed ha maggiore qualita'. Cosi', nonostante i cambi, lo spettacolo e' rimasto gradevole complici alcuni interventi difensivi di Koulibaly e le giocate di Insigne. Spettacolare il cross di Lorenzo per il poker di Gabbiadini che precedeva in pratica la cinquina siglata da Allan con un tiro da fuori e poi l'esordio di Milik e Zielinski. Il primo ha mostrato qualche buona sponda e l'attitudine a fare da "elastico" proponendosi poi in profondita' (come in occasione del gol sfiorato nel finale) mentre l'ex empolese conosce gia' a memoria i meccanismi di Sarri e ci mettera' poco ad integrarsi. Prossimo appuntamento a Berlino contro l'Herta il 13 agosto.

 

13 Agosto 2016

Herta Berlino - NAPOLI 1 - 4

24' pt Ibisevic, 36' pt Hamsik, 9' st Callejon, 26' st Milik, 40' st Mertens.

HERTA Berlino: (4-2-3-1): Jarstein; Plattenhardt, Brooks, Langkamp, Pekarik; Skjelbred (dal 28' s.t. Ronny), Stark (dal 21' s.t. Allagui); Stocker (dal 21' s.t. Kurt), Darida, Haraguchi (dal 21' s.t. Schieber); Ibisevic. All.: Dardai.

NAPOLI: (4-3-3): Reina (dal 1' s.t. Sepe); Hysaj (dal 26' s.t. Maggio), Albiol (dal 30' s.t. Chiriches), Koulibaly (dal 40' s.t. Luperto), Ghoulam (dal 33' s.t. Strinic); Allan (dal 1' s.t. Zielinski), Valdifiori (dal 12' s.t. Jorginho), Hamsik (dal 40' s.t. R. Insigne); Callejon (dal 28' s.t. El Kaddouri), Gabbiadini (dal 1' s.t. Milik), L. Insigne (dal 12' s.t. Mertens). All. Sarri.

Arbitro: Sather (Ger).     
Ammoniti: Hamsik (N), Skjelbred e Ronny (H).

Berlino, 13 agosto 2016

Napoli, poker all’Hertha. In gol Hamsik, Callejon, Mertens e Milik. Sesta vittoria (4-1) in altrettante partite nel precampionato degli azzurri, pronti per l’esordio in campionato a Pescara. Primo gol dell’attaccante polacco, che ha dimostrato gran feeling col belga.

Sei vittorie su sei: il precampionato del Napoli fa registrare percorso netto dopo il successo di Berlino contro l’Hertha ottenuto in una gara in cui hanno fornito indicazioni positive soprattutto Valdifiori, Callejon e, nella ripresa, Milik. Il test in Germania e' servito a Maurizio Sarri per riscaldare il motore in vista del campionato: a otto giorni dall'esordio a Pescara il tecnico puo' dire di aver centrato l'obiettivo di mettere a punto tutti i dettagli. Non a caso il tecnico azzurro ha schierato quella che, a oggi, puo' essere definita la formazione titolare. In campo per la prima volta Reina, reduce da un problema muscolare e subito autore di un doppio miracolo (prima su Ibisevic e poi su Brooks). Esame importante per Insigne, in odore di rinnovo, e per Gabbiadini al centro dell’attacco.

RETI CASUALI - L'ex doriano si e' mosso bene e ha sfoderato in una circostanza anche il suo mancino (bella parata di Jarstein al 18'). Il Napoli ha una identita' chiara, ma ancora da registrare qualche meccanismo difensivo anche se l'errore che ha portato al gol di Ibisevic e' stato assolutamente individuale e non di reparto, visto il clamoroso errore di Ghoulam che ha "lanciato" il centravanti dei tedeschi davanti a Reina. Il gol del pareggio ha rappresentato una buona notizia per Sarri, visto che e' arrivato da palla inattiva anche se lo schema ha prodotto un cross di destro del mancino Ghoulam. Molto bello, comunque, il tacco di Hamsik per il momentaneo 1-1 con cui si e' chiuso il primo tempo.

RISERVE A CHI? - Significative le prime sostituzioni con gli innesti di Sepe e, soprattutto, di Zielinski e Milik. Le riserve quest'anno sono solo presunte tali, infatti il Napoli riparte di volata: geniale l'assist di Valdifiori per il gol del 2-1 di Callejon, piu' in generale sale il pressing e pure il ritmo con i due polacchi ottimi protagonisti e Mertens sempre reattivo. Un assist del belga ha permesso all'ex Ajax di segnare il suo primo gol con il Napoli, complice un bel taglio in verticale di Arkadiusz sul quale il portiere e' uscito in maniera goffa consentendo all'attaccante di fare 3-1 e di esultare alla sua maniera (mimando uno struzzo). Favore ricambiato poco dopo con l'ennesimo triangolo tra i Milik e Mertens che ha mandato in rete quest'ultimo, che ha esultato ... alla Milik. Entrambi si candidano cosi' per un minutaggio importante a Pescara, il ballottaggio con Gabbiadini e Insigne e' appena cominciato, come il conto alla rovescia verso il Pescara.