0
 
36^ Giornata - 12 maggio 2024
ATALANTA
2 - 1
ROMA
FIORENTINA
2 - 1
MONZA
FROSINONE
0 - 5
INTER
GENOA
2 - 1
SASSUOLO
H. VERONA
1 - 2
TORINO
JUVENTUS
1 - 1
SALERNITANA
LAZIO
2 - 0
EMPOLI
LECCE
0 - 2
UDINESE
MILAN
5 - 1
CAGLIARI
NAPOLI
0 - 2
BOLOGNA
2
9' Ndoye, 12' Posh
Arbitro: Luca Pairetto
Angoli:
Recupero: 1' p.t. e 4' s.t.
Ammoniti: Kvartskhelia, Cajuste, Lucumi.
Espulsi:
Note: Al 20' Politano ha sbagliato un calcio di rigore.

(4-3-3): Meret, Di Lorenzo, Olivera (81’ Mazzocchi), Rrahmani, Jesus, Lobotka, Anguissa (81’ Traore’), Cajuste (72’ Raspadori), Osimhen, Politano 61’ Ngonge), Kvaratskhelia (81’ Simeone). A disp. Contini, Gollini, D’Avino, Ostigard, Rui, Natan, Dendoncker, Lindstrom. All. Calzona.

(4-3-3): Ravaglia, Posh, Kristansen, Lucumi, Calafiori, Freuler (82' El Azzouzi), Odgaard (56' Orsolini), Aebischer, Urbanski (73' Fabbian), Ndoye (56' Saelemaekers), Zirkzee (73' Castro). A disp. Bagnolini, Skorupski, Beukema, Corazza, De Silvestri, Ilic, Lykogiannis, Moro, Karlsson. All. Thiago Motta.


Napoli, 11 maggio 2024 (h. 18,00)

0-2 AL MARADONA. Bologna da sogno! Ndoye e Posch stendono il Napoli, sorpasso alla Juve. Zirzkee ko, esce in lacrime. I rossoblu' mettono sotto gli azzurri in avvio, grazie anche al rigore parato da Ravaglia a Politano, e poi gestiscono: il successo vale il terzo posto virtuale, almeno fino alla partita di domani dei bianconeri. E la settimana prossima c'e'l o scontro diretto. Ma l'attaccante si fa male a un quarto d'ora dalla fine.

Il Bologna e' momentaneamente terzo in classifica. Tre punti al "Maradona" che sono piu' di un biglietto aereo verso la Champions: se domenica sera la Roma non vincera' a Bergamo, la Coppa dei Sogni sara' cosa fatta. Il Bologna di oggi e' una "Escape Room": entri e non sai se esci. Motta si prende la quinta vittoria nelle ultime otto partite fuori casa e aver trovato il successo contro Lazio, Roma, Atalanta e Napoli (piu' Empoli) e' roba da bersagli grossi che legittimano l'attuale posizione in classifica. In 12' il Bologna sbriga la pratica con Ndoye e Posch (entrambi di testa) che qui trovano i loro primi gol stagionali. In piu', ecco Federico Ravaglia, bolognese doc, migliore in campo che para non solo il rigore a Politano ma devitalizza ogni sistema offensivo del Napoli, da Osimhen a Kvara e Politano stesso. I duemila tifosi bolognesi cantano "Ce ne andiamo in Champions League" mentre la squadra va sotto lo spicchio a saltare e gioire: tutto meritato, manca ancora l'aritmetica ma al Sogno manca giusto un mattoncino. Unico neo, l'infortunio a Zirkzee: ha avvertito un problema al flessore, si e' seduto in panchina con le lacrime, domani si vedra', potrebbe esserci a rischio il finale di stagione. Il Napoli esce fischiato dal Maradona, sesto kappao interno, lottando solo a sprazzi. E cosi' non e' da Napoli scudettato.

Due prime volte - Nel Napoli ci sono Osimhen, Kvara e Politano, nel Bologna quattro "sorprese" molto mottiane: Ravaglia al posto di Skorupski per la quinta gara stagionale in A (piU' due in Coppa Italia), Odgaard sta largo a destra prendendo il posto di Saelemaekers, Ndoye spodesta Orsolini (quarta panca di fila) ma si  mette a sinistra e Urbanski lavora in mezzo al campo vicino ad Aebischer nel 4-1-4-1. Il Bologna cerca la quinta vittoria in 8 trasferte, il Napoli vuole capire se potersi ritagliare uno spazio in Europa (Conference) per il prossimo anno. L'inizio ha la faccia del Napoli: pressa lieve ma cerca palla con gli anticipi, vuole colpire da subito ma senza andare ai 200 all'ora mentre il Bologna - una volta in possesso - comincia manovrare in maniera ipnotica. Freuler sta addosso ad Anguissa, Calafiori sale in impostazione e dietro incrocia sempre Osimhen, lo spauracchio. All'8', cambia tutto: azione ripetuta dei rossoblU' che porta al tiro Zirkzee, palla deviata e destinata al calcio d'angolo, Odgaard ci crede, palla infilata a un passo dalla linea di porta dove arriva Ndoye. Inutile la copertura di Di Lorenzo ed e' il primo gol per lo svizzero in campionato, lui che aveva realizzato solamente contro l'Inter in Coppa Italia. E la serata delle prime volte: al 12' angolo battuto da Urbanski, rimpallo che favorisce Posch, mai in gol quest'anno (6 reti lo scorso anno) e 0-2 dopo nemmeno un quarto d'ora. E' la volta delle… prime volte: sia Ndoye sia Posch, insomma, mai avevano segnato in questa stagione e il Napoli evidentemente e' terra fertile per chi cerca il debutto nel tabellino dei marcatori, vedi Cerri o Abraham recentemente.

Rigore e fischi - Tutto puo' cambiare ancora quando al 20' Freuler colpisce sotto la suola Osimhen: Pairetto assegna il calcio di rigore, dal Var stanno con la scelta dell'arbitro, va Politano e Ravaglia para il secondo penalty della stagione dopo quello a Lautaro quando in Coppa Italia il Bologna estromise l'Inter ( proprio con un gol di Ndoye). Il Napoli schiuma rabbia e cerca di chiudere il Bologna nella propria area: Zirkzee non tiene su palla e anzi cincischia un po', Kvara cerca l'accelerazione che possa dare un snenso alla volonta' dei padroni di casa di arrivare a riacciuffare la situazione. Al 27', altro angolo per il Napoli: colpo di testa, alto, di Olivera. Passano poco meno di venti minuti fatti di tentativi e anche scintille (fra Juan Jesus e Zirkzee che difende il compagno Odgaard) e al 40' ci prova Lobotka da lontano: palla accarezzata a suo modo ma che finisce nella rete appena dietro la traversa di Ravaglia. Primo tempo a senso unico e il "Maradona" non gradisce proprio, fischi per tutti.

Zirkzee in lacrime - La ripresa comincia con gli stessi uomini da una parte e dall'altra: al 6', fuga a destra di Di Lorenzo che permette a Politano di impegnare Ravaglia; azione interrotta per fuorigioco del capitano azzurro. Motta sceglie di cambiare le ali: dentro Orsolini e Saelemaekers per Odgaard e Ndoye al 9' s.t., Calzona attende ancora, il Bologna sfiora l'autogol con Aebischer nel liberare l'area da una punizione di Kvara ma non c'e' dubbio che il Napoli stia cercando di cambiare il "trend" della gara, alzando gli interni Cajuste e Anguissa ma soprattutto mettendo nelle condizioni Politano e Kvara di cercare la zona verticale piu' in fretta possibile. Il Napoli infila Ngonge per Politano e tiene piu' palla, cerca la reazione orgogliosa con palleggio e accerchiamento, guadagna angoli su angoli e lavora per trovare Osimhen che a fine primo tempo era caduto in area con Pairetto che l'ha reputata una semplice scivolata. Al 20', ci prova ancora Kvara da fuori: Ravaglia non fa una piega e si mette in pancia il pallone. Zirkzee non e' in gran forma: sbaglia cose semplici ma un minuto dopo il tentativo del georgiano riesce a trovare lo specchio ma Meret usa il piede sinistro per spegnere l'allarme che poi Orsolini disintegra con un tiro sballato. L'occasione piu' bella arriva sui piedi di Osimhen: botta in diagonale su palla straordinaria di Ngonge e deviazione di Ravaglia per l'ennesimo angolo di casa. Zirkzee esce infortunato e in lacrime: ha sentito tirare il flessore della coscia sinistra, qualcuno ipotizza anche che la stagione si sia conclusa qui. A Motta tocca infilare Castro e cambia Urbanski con Fabbian; per il Napoli, Calzona toglie Cajuste e alza i livelli offensivi mettendo Raspadori e poi Traore'é, Simeone e Mazzocchi; Thiago risponde con El Azzouzi che rileva il diffidato Freuler. Napoli iperoffensivo, due punte piu' Ngonge e Raspadori alla ricerca del pari: ma il Bologna e' terzo e non c'e' stata praticamente gara. (gazzetta.it)


Classifica P. G. V. N. P. F. S.
Gol
Assist
1
INTER
92
36
29
5
2
86
20
Osimhen (15) Di Lorenzo (6)
2
MILAN
74
36
22
8
6
72
43
Politano (8) Politano (6+1r)
3
BOLOGNA
67
36
18
13
5
51
27
Kvartskhelia (10) Kvaratskhelia (6+2r)
4
JUVENTUS
67
36
18
13
5
49
28
Raspadori (5) Zielinski(2)
5
ATALANTA
63
35
19
6
10
65
39
Zielinski (3) Raspadori (3)
6
ROMA
60
36
17
9
10
63
44
Di Lorenzo (1) Osimhen (3)
7
LAZIO
59
36
18
5
13
47
37
Simeone (1) Cajuste (2)
8
FIORENTINA
53
35
15
8
12
53
40
Ostigard (1) Gaetano (1r)
9
NAPOLI
51
36
13
12
11
53
46
Gaetano (1) Lobotka (1)
10
TORINO
50
36
12
14
10
33
32
Rrahmani (2) Olivera (1)
11
GENOA
46
36
11
13
12
44
45
Elmas (2) M. Rui (2)
12
MONZA
45
36
11
12
13
39
48
Ngonge (2) Simeone (1r)
13
LECCE
37
36
8
13
15
32
52
Jesus (1) Demme (1)
14
VERONA
34
36
8
10
18
34
48
Olivera (1) Lindstrom (1)
15
UDINESE
33
36
5
18
13
360
51
  Mazzocchi (1)
16
CAGLIARI
33
36
7
12
17
38
65
  Anguissa (2)
18
FROSINONE

32

36
7
11
18
43
68
   
17
EMPOLI
32
36
8
8
20
26
52
   
19
SASSUOLO
29
36
7
8
21
42
72
   
20
SALERNITANA
16
36
2
10
23
28
76
   

Campionato 2023-24
35^ Giornata

Campionato 2023-24
37^ Giornata