0
 
7^ Giornata - 8 novembre 2020
ATALANTA
1 - 1
INTER
BENEVENTO
0 - 3
SPEZIA
BOLOGNA
0 - 1
NAPOLI
CAGLIARI
2 - 0
SAMPDORIA
GENOA
1 - 3
ROMA
LAZIO
1 - 1
JUVENTUS
MILAN
2 - 2
VERONA
PARMA
0 - 0
FIORENTINA
SASSUOLO
0 - 0
UDINESE
TORINO
0 - 0
CROTONE
1
Arbitro: Pasqua di Tivoli
Angoli: 4 a 7
Recupero: 0' p.t. e 5' s.t.
Ammoniti: Dominguez, Danilo, Schouten
Espulsi: -
Note: Assenza di spettatori per emergenza Covid-19

(4-2-3-1): Skorupski, De Silvestri, Danilo, Denswil (70' Vignato), Tomiyasu, Schouten, Dominguez (62' Svanberg), Orsolini, Soriano, Barrow, Palacio. A disp. Paz, Baldursson, Calabresi, Rabbi, Angeloda Costa, Arnofoli, RuffoLuci, Khailoti, Pagliuca, Michael, All. Sinisa Mihajlovic

(4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj, Bakayoko, Fabian Ruiz, Lozano (75' Politano), Mertens (75' Zielinski), Insigne (83' Elmas), Osimhen (83' Petagna). A disp.Meret, Contini, Rrahmani, Maksimovic, Demme, Lobotka. All.Gennaro Gattuso

Bologna, 8 novembre 2020

Osimhen vale 3 punti: il Napoli di Gattuso mette k.o. il Bologna Il bomber nigeriano torna al gol e regala la vittoria ai partenopei. A nulla serve l'assalto finale della squadra di Mihajlovic

In attesa del ricorso per lo 0-3 contro la Juventus, il Napoli si prende tre punti pesanti, meritati ma ringraziando anche Ospina che al 41’ della ripresa ha salvato un colpo sottoporta di Orsolini, che ha sfiorato il pari. Il Bologna si è svegliato tardi. Troppo tardi. Irretito dalla manovra qualitativa dei partenopei, la squadra di Sinisa (priva comunque di 8 uomini) ha cominciato a mulinare occasioni vere solo dalla mezz’ora della ripresa in poi. Troppo poco davanti a un Napoli che spesso ha avuto il merito di nascondere la palla e al quale l’arbitro Pasqua ha annullato il 2-0 per fallo di mano di Osimhen nonostante lo stesso nigeriano fosse stato tirato giù da un difensore in piena area di rigore. Ed è stato proprio Osimhen a spaccare la partita: gol di testa in solitaria al 23’ su un meraviglioso cross di Lozano e col Bologna che registra la partita numero 40 di fila con rete subita.

SECONDO... OSIMHEN - Sinisa e Rino (due che urlano squarciagola ad ogni secondo di gara, fra dritte e arrabbiature spesso sacrosante) si mettono con moduli a specchio, quindi col 4-2-3-1: Gattuso – per motivi disciplinari, li ha visti poco concentrati nell’ultimo allenamento – ha messo in… castigo e in tribuna Mario Rui e Ghoulam. Sinisa deve fare a meno di otto uomini perché l’ultimo che si è infortunato è stato Hickey (adduttore) dopo Santander, Poli, Dijks, Skov Olsen, Medel, Mbaye e Sansone. Il primissimo tiro in porta è di Osimhen, prima punta assistita – da destra – da Lozano, Mertens e Insigne. Il Napoli palleggia subito bene, cerca la profondità che il Bologna riesce a trovare di rado: Sinisa Mihajlovic mette in piedi i duelli in mezzo al campo, con Schouten su Fabian Ruiz e Dominguez su Bakayoko; il Napoli cerca di sgusciare via con Lozano che al 15’ infila una palla in mezzo sulla quale Insigne arriva lungo e comunque dopo la spazzata di Dominguez, molto spesso in aiuto della linea a 4 difensiva. Altro pericolo dal Napoli arriva proprio da Lozano, che si mangia Denswil: colpo preventivabile che Skorupski prende facilmente. Skorupski che due minuti dopo lascia sfilare un tiro a girare dalla sinistra di Mertens: il Napoli ogni volta che sale sa crearsi una conclusione e così succede che al 23’ sempre Lozano vola via a Denswil, cross per Osimhen in mezzo all’area, solitudine assoluta, Skorupski esco-non esco, vantaggio Napoli. Per il nigeriano è il secondo gol in campionato, per il Bologna zero tiri in porta nel primo tempo davanti a cinque (verso la porta) effettuati dalla squadra di Gattuso.

RISVEGLI TARDIVI - Dopo 5’ minuti della ripresa c’è il secondo gol del Napoli: viene annullato dall’arbitro Pasqua perché Osimhen (che ha ricevuto uno strattone prima?) colpisce la palla con la mano e vanifica la botta di Koulibaly. A quel punto, Sinisa chiama un cambio: Dominguez è sfinito, dentro Svanberg e faccia comunque e sempre offensiva davanti a un Napoli che mulina qualità nascondendo anche il pallone. Ovvio che ci sia differenza tecnica fra le due squadre, e come quasi inevitabile conseguenza il Bologna scocca il primo tiro verso la porta di Ospina con Barrow al 23’ s.t. Mentre Gattuso infila Zielinski e Politano, Mihajlovic è già passato al 3-4-1-2, togliendo anche Denswil per Vignato. Il Bologna dà qualcosa in più, ma è un risveglio tardivo anche se il pari sarebbe stato più facile farlo che no: al 41’, Vignato ruba palla e serve Orsolini che si porta il pallone sul sinistro, Ospina ribatte, conclusione di Palacio ancora ribattuta, tiro di Svanberg che lo stesso Orsolini non riesce a deviare in rete. Subito dopo, Palacio viene ammutolito da Ospina e il Napoli si porta a casa i tre punti, soffrendo sì alla fine ma davanti a un Bologna molto sveglio solo dal trentesimo della ripresa in poi. Troppo poco. (gazzetta.it)


  Classifica P. G. V. N. P. F. S.
Marcatori
1
MILAN
17
7
5
2
0
16
7
Mertens (2)
2
SASSUOLO
16
7
4
3
0
18
9
Insigne (2)
3
NAPOLI (-1)
14
7
5
0
2
15
7
Lozano (4)
4
ROMA
14
7
4
2
1
16
11
Zielinski (1)
5
ATALANTA
13
7
4
1
2
18
14
Elmas (1)
6
JUVENTUS
13
7
3
4
0
15
6
Politano (2)
7
INTER
12
7
3
3
1
16
11
Osimhen (2)
8
VERONA
12
7
3
3
1
10
5
Politano (1)
9
LAZIO
11
7
3
2
2
11
13
 
10
SAMPDORIA
10
7
3
1
3
11
11
 
11
CAGLIARI
10
7
3
1
3
15
16
 
12
SPEZIA
8
7
2
2
3
11
15
 
13
FIORENTINA
8
7
2
2
3
10
12
 
14
BOLOGNA
6
7
2
0
5
11
13
 
15
BENEVENTO
6
7
2
0
5
10
20
 
16
PARMA
6
7
1
3
1
8
13
 
17
GENOA
5
6
1
2
3
6
13
 
18
UDINESE
4
7
1
1
5
6
11
 
19
TORINO
2
6
0
2
4
11
16
 
20
CROTONE
2
7
0
2
5
6
17