Data
Orario
Luogo
Partita
Risultato
Video
11 ago. 2023
18:30
Castel di Sangro
Napoli - Apollon Limassol
2 - 0
6 ago. 2023
18:30
Castel di Sangro
Napoli - Augsburg
1 - 0
2 ago. 2023
18:30
Castel di Sangro
Napoli - Girona (Spagna)
4 - 2 (d.c.r.)
29 lug. 2023
18:30
Castel di Sangro
Napoli - Hatayspor (Turchia)
4 - 0
24 lug. 2023
18:30
Dimaro
Napoli - Spal
1 - 1
20 lug. 2023
18:00
Dimaro
Napoli - Anaune
6 - 1

Castel di Sangro 11 agosto 2023
Napoli - Apollon Limassol 2 - 0
(p.t. 0-0) 60' Osimhen, 70' Simeone

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo (Dal 1' s.t. Zanoli), Rrahmani (Dal 20' s.t. Ostigard), Juan Jesus (Dal 33' s.t. Natan), Olivera (Dal 20' s.t. Mario Rui); Elmas (Dal 1' s.t. Politano), Lobotka (Dal 36' s.t. Zerbin), Zielinski (Dal 20' s.t. Cajuste); Raspadori, Osimhen (Dal 20' s.t. Simeone), Kvaratskhelia (Dal 20' s.t. Lozano). All: Garcia. Panchina: Contini, Gollini, Obaretin, Demme, Saco, Russo.

Apollon Limassol (4-4-2): Antosch (Dal 1' s.t. Demetriou, Dal 40' s.t. Loizou), Darikwa (Dal 40 ' s.t. Avgousti), Peybernes, Skjelvik, Ekpolo (Dal 28' s.t. Sagal), Chambos, Coll (Dal 40' s.t. Nearchos), Jurcevic (Dal 28' s.t. Adoni), Abdurahimi, Valbuena, Diguiny. All: Andone.

Arbitro: Matteo Centi di Viterbo.

Castel di Sangro, 11 agosto 2023

Il Napoli chiude il suo precampionato con un successo per 2-0 sui ciprioti dell’Apollon Limassol al Patini di Castel di Sangro. A decidere il match le reti nella ripresa del solito Osimhen e del ‘Cholito’ Simeone. Esordio nel finale per i due neo acquisti Cajuste e Natan.

Prima la firma di Osimhen, poi quella di Simeone, entrato a sostituire proprio il nigeriano nel secondo tempo. E i due gol del Napoli contro i ciprioti dell'Apollon Limassol arrivano entrambi dopo l'intervallo e dopo un primo tempo dominato sotto il profilo del gioco ma senza troppe occasioni. Il risultato cambia nella ripresa, quando Garcia manda anche in campo per la prima volta i due nuovi acquisti Cajuste Natan. Il Napoli chiude cosi' con un'altra vittoria, l'ultima amichevole nel ritiro di Castel di Sangro. Dopo aver battuto nei precedenti test giocati sempre allo stadio "Teofilo Patini" di Castel di Sangro, i turchi dell'Hatayspor 4-0, gli spagnoli del Girona 4-2 ai rigori e i tedeschi dell'Augsburg 1-0, arriva ancora un successo, contro i ciprioti che in campo schieravano il 38enne francese Valbuena.

Napoli, primo tempo senza reti e poche occasioni - Nel primo tempo, e' dominio assoluto del Napoli per quanto riguarda il possesso palla ma non sono tante le occasioni create dagli azzurri, contro una formazione che ha giocato la prima frazione prettamente in difesa con Meret impegnato in una sola occasione. Garcia parte con il 4-3-3, con Zielinski (al centro delle voci di mercato per le lusinghe saudite) titolare e Raspadori a destra in attacco al posto di Politano, insieme a Osimhen Kvaratskhelia. I campioni d'Italia si rendono pericolosi dopo dodici minuti con Osimhen che in area calcia ma non riesce a tenere bassa la palla. Poi, al 28esimo, dopo un'infinita azione del Napoli, la conclusione finale e' di Kvara ma finisce larga. Sul finire di tempo, al 40', e' Osimhen a essere anticipato sul cross interessante di Di Lorenzo dalla destra. Il primo tempo si chiude così senza reti.

Napoli, Osimhen e Simeone sempre decisivi - L'idea di Garcia, come gia' avvenuto nelle precedenti amichevoli, era di concedere una settantina di minuti a tutti i titolari. Ma dopo l'intervallo il Napoli si presenta con due cambi per due problemi fisici. Esce Di Lorenzo per una botta alla coscia, lasciando il posto a Zanoli, e poi dentro anche Politano al posto di Elmas (fuori per un leggero risentimento), con Raspadori mezz'ala, con la possibilita' per il Napoli di passare dal 433 al 4231. La prima occasione e' per Osimhen, che di testa su calcio d'angolo schiaccia ma la conclusione e' debole e parata dal portiere dell'Apollon. Ma basta aspettare per il gol del vantaggio, firmato proprio dal nigeriano al minuto 60. Cross di Olivera dalla sinistra e tocco di piatto sottoporta del centravanti, che fa 1-0. Al 70' ecco i cambi di Garcia, con il debutto per il nuovo acquisto a centrocampo Cajuste. E le sostituzioni danno subito i frutti: lancio preciso di Juan Jesus per Simeone (subentrato a Osimhen) che in area con un pallonetto delicato supera il portiere e mette dentro il raddoppio. E' il quarto gol del Cholito in queste amichevoli internazionali: aveva gia' segnato due gol all'Hatayspor e uno al Girona. Con il doppio vantaggio, Garcia cambia un difensore brasiliano per un altro, mettendo dentro anche l'altro nuovo acquisto Natan. E nel finale arrivano anche le occasioni per Lozano e Politano


Castel di Sangro 6 agosto 2023
Napoli - Augsburg 1 - 0
(p.t. 0-0) 61' Rrahmani

NAPOLI (4-3-3): Meret A. (Portiere), Di Lorenzo G., Ostigard L., Rrahmani A., Olivera M. (dal 39' st Obaretin N. E.), Politano M. (dal 25' st Zanoli A.), Elmas E. (dal 39' st Russo L.), Lobotka S. (dal 17' st Juan Jesus), Raspadori G., Simeone G. (dal 17' st Zerbin A.), Lozano H. (dal 19' st Demme D.). A disposizione: Allenatore: Garcia R..

Augsburg (4-3-3): Dahmen F. (Portiere), Pfeiffer P., Engels A., Winther F., Colina D., Maier A., Breithaupt T., Rexhbecaj E., Vargas R., Michel S., Demirovic E. (dal 29' st Berisha M.). A disposizione: Koubek T. (Portiere), Sarenren Bazee N. J., Stanic J., Zehnter A. Allenatore: Maassen E..

Arbitro: Ruben Arena

Castel di Sangro, 6 agosto 2023

Un Napoli "incerottato" batte l'Augsburg: decide un gol di Rrahmani. Gli azzurri orfani di Osimhen, Kvaratskhelia, Anguissa, Zielinski e Mario Rui, tra gli altri, battono i tedeschi di misura grazie ad una rete di testa del difensore kosovaro. Il neo acquisto Natan a bordo campo con De Laurentiis.

Vittoria di misura nel terzo test amichevole internazionale a Castel di Sangro per il Napoli, che batte per 1-0 i tedeschi dell'Augsburg. Decisiva una rete di testa di Amir Rrahmani nella ripresa. Tanti gli assenti in casa azzurra, a partire da Osimhen e Kvaratskhelia, passando per Anguissa e Zielinski. Uscito zoppicante dal campo nel corso del secondo tempo anche Politano, per il quale, pero', non dovrebbe trattarsi di nulla di grave. Ha assistito al match da bordo campo il neo acquisto Natan. Venerdi' prossimo l'ultimo appuntamento precampionato, sempre al Patini, contro l'Apollon Limassol.

Garcia con gli uomini contati: tante le assenze - E' un Napoli "incerottato" quello che deve affrontare l'Augsburg. Rudi Garcia deve, infatti, rinunciare a Osimhen, Kvaratskhelia, Anguissa, Mario Rui, Gaetano, Anguissa, Zedadka, Gollini, ZielinskiFolorunsho. Con gli uomini contati, il tecnico azzurro schiera un undici a trazione anteriore, con Politano, Rasapadori, Lozano e Simeone contemporaneamente in campo dall'inizio. In attesa di Natan, in difesa a far coppia con Rrahmani e' Ostigard.

Natan a bordo campo con De Laurentiis - Dopo essersi sottoposto in mattinata alle visite mediche a Roma presso Villa Stuart, Natan e' approdato nel ritiro del Napoli a Castel di Sangro nel pomeriggio. Il difensore brasiliano ha salutato i tifosi presenti che lo hanno applaudito dagli spalti, per poi posare insieme al presidente Aurelio De Laurentiis per alcune foto di rito. L'erede di Kim si e' poi sistemato a bordo campo, proprio accanto al patron azzurro, per assistere all'amichevole contro l'Augsburg. 

Tanti gli esperimenti tattici in casa azzurra - Numerosi gli esperimenti tattici operati da Rudi Garcia nel corso del match. Modulo "mutevole", che si e' trasformato piu' volte nel corso del match, passando per il 4-2-3-1, il 4-3-3 e il 4-4-2. Interessante anche le prove nella ripresa, con Ostigard schierato a centrocampo e Zanoli esterno alto a destra.

Decide un gol di Rrahmani - Dopo un primo tempo non proprio spettacolare, con il Napoli che ci prova e l'Augsburg che prova a chiudere i varchi, il risultato si sblocca nella ripresa. A siglare il gol vittoria e' Amir Rrahmani al 61', svettando di testa su calcio d'angolo battuto da Elmas.


Castel di Sangro 2 agosto 2023
Napoli - Girona 4 - 2
(p.t. 1-1; tempi reg. 1-1)  13' Stuani, 42' rig. Simeone. Rigori: Raspadori (goal), Pau Victor (parato), Anguissa (goal), Callens (alto), Zielinski (goal), Almena (goal), Politano (palo), Yan Couto (parato)

NAPOLI (4-3-3): Gollini (60' Meret), Zanoli (60' Di Lorenzo), Ostigard (60' Rrahmani), Juan Jesus, Obaretin (60' Olivera); Zedadka (60' Anguissa), Elmas (60' Politano), Folorunsho (60' Zielinski); Zerbin (60' Kvaratskhelia), Simeone (60' Raspadori), Lozano (46' Lobotka). All. Garcia.

Girona (4-3-3): Juan Carlos; Miguel, Arnau, David Lopez (Martin), Stuani (Delgado), Tsygankov (Jastin), Aleix Garcia (Oya), Savio (Almena), Blind (Callens), Yan Couto (Bernardo), Yangel Herrera (Vallejo). All. Munoz.

Arbitro: Giacomo Camplone
Ammoniti: Garcia e Martinez.

Castel di Sangro, 2 agosto 2023

Il Napoli batte il Girona ai rigori in amichevole: nei 90' Simeone dagli 11 metri risponde a Stuani, poi Meret regala la vittoria agli azzurri, senza Osimhen, infortunato dell'ultim'ora.

Contro il Girona gli azzurri vanno sotto dopo meno di un quarto d'ora, con un gol regalato da Ostigard con un retropassaggio che manda in porta Stuani. A pareggiare i conti e' Simeone da calcio di rigore, sempre nel primo tempo. Partito con le seconde linee, Garcia da' solo mezzora nella ripresa ai titolari. E alla fine la spunta nella lotteria dagli undici metri, con Meret che neutralizza due rigori su quattro.

Le formazioni - Osimhen out per affaticamento. Davanti a Gollini Ostigard e Juan Jesus, con Zanoli e il Primavera Obaretin ai lati. In mediana Zedadka, Elmas e Folorunsho. Davanti titolare Lozano, uno dei piu' chiacchierati del momento, insieme a Simeone e Zerbin. Assente Osimhen, neanche in panchina (ma presente a bordocampo) a causa di un affaticamento all'adduttore. Il Girona di Michel scende in campo invece con i titolari: Stuani a guidare l'attacco, l'ex Manchester United Blind e l'ex di turno David Lopez in difesa, il talento Tsygankov sulla corsia.

Le seconde linee di Garcia non brillano - e' 1-1 all'intervallo. Per un'ora di gioco e' un Napoli in difficolta'. Garcia da' 60' alle "riserve", che arrancano contro la formazione spagnola, in campo invece con i titolari. Simeone a parte, autore della rete dell'1-1 da calcio di rigore con un'esecuzione perfetta, quasi tutti gli altri fanno fatica (sufficienti Folorunsho, Elmas e Lozano). Il temporaneo vantaggio dei catalani e' un regalone di Ostigard, con un retropassaggio no-sense dopo meno di un quarto d'ora. L'allenatore francese parte con un 4-4-2, poi torna subito sui suoi passi e ripropone il classico 4-3-3.

Mezzora ai titolari ed e' gia' un altro Napoli - All'ora di gioco Garcia rivoluziona la formazione e manda in campo tutti i titolari. E il Napoli, con Kvaratskhelia, Lobotka, Zielinski ed Anguissa su tutti, gira subito in un'altra maniera. Comincia il dominio azzurro, col pallone sempre tra i piedi alla ricerca di spazi che il Girona pero' non concede. Anzi, su sviluppi di corner, e' Meret che deve salire in cattedra su un tiro di Almena da distanza ravvicinata. I partenopei continuano a macinare gioco, Kvara strappa applausi al Patini con le sue solite giocate d'alta scuola, ma il tanto possesso palla non si tramuta in occasioni da gol e il risultato non si schioda dall'1-1 fino al triplice fischio.

Ai rigori vincono gli azzurri - A sorpresa, poi, dopo il pareggio di campo si va ai calci di rigore (non erano previsti) e il Napoli ha la meglio dagli undici metri. Nunez e Callens sbagliano i primi due penalty, mentre Raspadori, Anguissa e Zielinski no. A sbagliare per i partenopei e' solo Politano, ma l'eroe della lotteria finale e' Meret, che con una parata regala la vittoria in questa quarta amichevole pre-campionato.


Castel di Sangro 29 luglio 2023
Napoli - Hatayspor 4 - 0 (p.t. 2-0) 23' e 28' Osimhen, 64' e 70' Simeone 

NAPOLI (4-2-3-1): Meret (60' Gollini), Di Lorenzo (60' Zanoli), Rrahmani (60' D'Avino), Ostigard (60' Juan Jesus), Olivera (60' Obaretin); Anguissa (60' Coli Saco), Zielinski (60' Folorunsho); Politano (60' Zedadka), Raspadori (60' Demme), Kvaratskhelia (60' Zerbin); Osimhen (60' Simeone). All. Garcia.

Hatayspor (4-2-3-1): Kardesler; Corekci, Saglam (1' s.t. Yilmaz), Lobjanidze, Oluwafisayo, Demir, Aburjania, Aksoy, Mango Fernandes (14' s.t. Durmushan), Bekaroglu, Yildrim. Allenatore: Volkan Demirel.

Arbitro: Matteo Marchetti

Castel di Sangro, 29 luglio 2023

Il Napoli rifila un poker di gol ai turchi dell'Hatayspor: doppiette per Osimhen e Simeone. Risultato netto in favore degli azzurri nel primo test amichevole del ritiro di Castel di Sangro. Garcia schiera in partenza il 4-2-3-1, con Raspadori nelle vesti di trequartista.

Il Napoli comincia al meglio la seconda parte del ritiro estivo, quella in Abruzzo, battendo al Teofilo Patini di Castel di Sangro con un netto 4-0 l'Hatayspor, squadra che milita nella Serie A turca, nel terzo test stagionale dopo quelli con l'Anaune Val di Non e la Spal a Dimaro. A decidere il match due doppiette, quella di Victor Osimhen nel primo tempo e quella del Cholito Simeone nella ripresa. 
Le scelte di Garcia
- Complici le assenze per infortunio di Lobotka ed Elmas a centrocampo, Garcia ridisegna l'assetto del Napoli scegliendo un 4-2-3-1 con Raspadori alle spalle di Osimhen. In difesa c’è Ostigard a far coppia con Rrahmani, mentre a sinistra, con Mario Rui fuori causa, il titolare e' Olivera.
Assente l'ex di turno Maksimovic
- Niente incrocio con i suoi ex compagni per Nikola Maksimovic. Il difensore serbo, che dopo un anno ai box al termine dell'esperienza col Genoa ha firmato un contratto di due anni con l'Hatayspor, non e' sceso in campo contro gli azzurri a causa di un problema fisico.
Sold out al Patini - Subito tutto esaurito sugli spalti del Teofilo Patini di Castel di Sangro per la prima delle quattro amichevoli internazionali del Napoli previste durante la seconda parte del ritiro estivo in Abruzzo. Il prossimo appuntamento e' fissato per mercoledì 2 agosto, sempre alle 18.30, per il test contro gli spagnoli del Girona.
Osimhen riparte nel migliore dei modi
- Era l'uomo piu' atteso del match e non ha tradito le aspettative. Victor Osimhen e' ripartito con una doppietta, sbloccando ed indirizzando subito il match contro i turchi. Il primo gol arriva al 22', quando Politano, approfittando di uno svarione difensivo della difesa dell'Hatayspor, e serve il centravanti nigeriano, che supera anche il portiere avversario e deposita il pallone in rete per il vantaggio azzurro. Al minuto 28 e' Kvaratskhelia a servire in profondita' Osimhen che raddoppia, battendo in uscita l'estremo difensore ospite Kardesler.
Nella ripresa sale in cattedra il Cholito - Al 60' il Napoli cambia tutti gli undici effettivi in campo e si risistema con un 4-3-3, con il tridente offensivo formato da Zerbin, Simeone e Zedadka. E' proprio quest'ultimo a sfiorare subito il gol al minuto 62, colpendo la traversa. Poi si scatena il Cholito che in sei minuti, tra il 64' ed il 70', sigla una doppietta. Da segnalare anche la buona prestazione di Folorunsho, che si e' mosso molto bene. 

Dimaro 24 luglio 2023
Napoli - Spal 1 - 1 (p.t. 0-0) 63' Puletto, 73' Anguissa

NAPOLI: (4-3-3): Gollini (46' Meret); Zanoli (46' Di Lorenzo), Ostigard (46' Rrahmani), Juan Jesus (46' Obaretin), Mario Rui (35' Olivera); Folorunsho (46' Anguissa), Demme (46' Lobotka; 89' Saco), Zedadka (46' Zielinski); Politano (46' Raspadori), Simeone (46' Osimhen), Elmas (46' Kvaratskhelia). All. Garcia

Spal: (4-2-3-1): Alfonso (60' Galeotti); Dickmann, Peda (60' Dumbravanu), Arena (60' Breit), Tripaldelli (60' Saiani); Parravicini (60' Boccia), Murgia, Celia (46' Maistro); Orfei (60' Puletto), Antenucci (60' Rabbi), D'Orazio (60' Rao). All. Di Carlo

Arbitro: Tremolada di Monza

Dimaro, 24 luglio 2023

Seconda uscita amichevole per il Napoli che, in maglia bianca, non raggiunge la vittoria nonostante l'entrata in campo di tutti i big. Tra Napoli e Spal termina 1-1 in una partita contraddistinta dalla pioggia e da poche occasioni gol. Anguissa pareggia e risponde al gol pazzesco di Puletto della Spal, realizzato da dietro centrocampo.

Cosa funziona del Napoli - L'ossatura della squadra e' ancora quella, tranne Kim. Il Napoli perde un difensore da 10 e lode, ma non accusa chiaramente il colpo contro la Spal, squadra retrocessa in Serie C al termine di quest'ultimo campionato. Il gioco e la fluidita' di manovra va ripresa e lavorata ulteriormente, ma quando in attacco ci sono Osimhen, Raspadori e Kvara, schizzano palloni a una velocita' imprendibile per gli avversari, che non possono fare altro che provare a difendere e sperare nella fortuna. Spal fortunata quest'oggi, sia con il gol di Pusetto che da dietro al centrocampo ha trovato una traiettoria incredibile, che ha colto alla sprovvista Meret (subentrato a Gollini) e nelle tante occasioni gol create dal Napoli e sprecate con errori di imprecisione, tra traverse e palle di poco a lato, o ribattute dai difensori avversari.

Brillano Osimhen e Kvara - Un po' tutta la squadra sullo stesso piano di condizione fisica, ma i primi ritardi nella preparazione si sono visti maggiormente su Mario Rui, uscito dopo mezz'ora (al suo posto Olivera), Demme (sostituito da Lobotka nel secondo tempo), i due difensori centrali Rrahmani e Juan Jesus, ancora in recupero della forma ottimale. Molto guizzanti invece Raspadori, OsimhenKvaratskhelia.

La mano di Garcia - L'asset del Napoli resta il 4-3-3, anche se in alcune situazioni di costruzione di gioco Rudi Garcia prova a passare al 4-2-3-1con Zielinski trequartista, Kvaratskhelia sulla sinistra e Raspadori sulla destra con Osimhen centrale. AnguissaLobotka restano in mediana, affiancati dai difensori laterali che portano la linea del centrocampo a quattro in fase di possesso palla.

Il Napoli dei giovanissimi - L'occasione di vedere i giovani piu' attentamente capita soprattutto nei ritiri estivi dove ci possono essere sorprese o amare delusioni. Sorprendenti, quest'oggi, le prestazioni nel primo tempo dei due giovani centrocampisti Folorunsho (25 anni, origini nigeriane, e tornato dal prestito al Bari) e Zedadka, coadiuvati da Demme in mediana. Discreta e funzionale anche la prestazione di Zanoli, sotto il vigile occhio di Garcia che deve ancora decidere se mandarlo in prestito o meno e, intanto, lo sta valutando con grande attenzione in questo ritiro di Dimaro, prima di dare l'ok definitivo all'acquisto di Faraoni come vice Di Lorenzo.

Simeone, Politano, Elmas: la scelta B dell’attacco del Napoli - La scelta di Garcia di valorizzare ancora di piu' Raspadori e' evidente: Jack sulla destra nel 4-2-3-1 offensivo del NapoliSimeone, Politano ed Elmas partono dal primo tempo, ma infiammano ancora poco, leggermente in ritardo di condizione fisica i primi due. Elmas invece resta il jolly senza un'identita' precisa di ruolo in campo. Kvaratskhelia e Osimhen i due indiscussi insostituibili.

A Dimaro il pienone dei tifosi anche sotto la pioggia - La passione per il Napoli campione di Italia, ha portato ancora piu' tifosi a seguire il ritiro a Dimaro. Costruita un'altra apposita tribunetta scoperta, per incrementare il numero di spettatori sugli spalti, che funge da curva durante allenamenti e partite. Nonostante il diluvio battente i tifosi erano 3.000 a sostegno degli azzurri che pero' non sono andati oltre l?-1.


Dimaro 20 luglio 2023
Napoli - Anaune 6 - 1
(p.t. 2-0) 21' Politano rig., 25' Vergara, 49' Cioffi, 51' Biscaro rig., 57' Coli Saco, 68' Iaccarino, 89' Olivera

NAPOLI: 1 t. (4-3-3): Contini, Zanoli, Folorunsho, Juan Jesus, Mario Rui; Vergara, Demme, Spavone; Politano, Ambrosino, Zerbin. 

NAPOLI: 2 t. (4-3-3): Idasiak, Marchisano, D'Avino, Obaretin, Olivera; Russo, Iaccarino, Coli Saco; Marranzino, D'Agostino, Cioffi. All. Garcia

Anaune: (4-2-3-1): Gionta, Sartori, Badjan, Menapace, Allegretti, Faes, Micheli, Casagrande, Biscaro, Kumrija, Diagne. All. Mariotti

Arbitro: Terribile di Bassano del Grappa

Dimaro, 20 luglio 2023

Prima uscita stagionale per il Napoli 2023/2024 targato Rudi Garcia. Gli azzurri hanno affrontato a Dimaro l'Anaune Val di Non, squadra trentina che milita nel campionato di Eccellenza, ormai tradizionale avversaria della prima amichevole precampionato del ritiro in Val di Sole. Con una formazione infarcita di giovani della Primavera e altri rientrati dai prestiti, i partenopei vincono per 6-1. Ad aprire le danze nel primo tempo e' Politano su calcio di rigore. A far calare il sipario sul match e', invece, un rocambolesco gol dell'uruguaiano Olivera

Le scelte di Garcia - C'era grande curiosita' per scoprire il primo undici titolare scelto dal neo allenatore azzurro. Il tecnico francese, come previsto, non ha fatto ricorso ai nazionali arrivati solamente negli ultimi giorni in ritiro. Questa la formazione iniziale scesa in campo con il 4-3-3: Contini, Zanoli, Folorunsho, Juan Jesus, Mario Rui; Vergara, Demme, Spavone; Politano, Ambrosino, Zerbin. Tra le novita' piu' interessanti proposte dal trainer transalpino l'esperimento di Folorunsho nell'inedito ruolo di difensore centrale e la scelta dei giovani Vergara e Spavone a centrocampo ai lati di Demme

Di Politano il primo gol con il tricolore sul petto - A siglare il primo gol stagionale, con il tricolore sul petto, e' stato Matteo Politano. L'attaccante azzurro ha aperto le marcature al 21' trasformando un penalty che il giovane Vergara si era conquistato dopo essere stato atterrato in area da un difensore dell'Anaune. Lo stesso Vergara ha raddoppiato poi al 25', sfruttando al meglio un preciso assist dalla destra di Ambrosino e trovando l'angolino basso di precisione. 

Nella ripresa tanti cambi e nuovi gol - Dopo essere andati negli spogliatoi con i partenopei avanti di due gol, nella ripresa e' andata in scena la prevedibile girandola dei cambi. A siglare il tris al 49' e' stato Cioffi, bravo raccoglie l'assist di Marchisano dalla destra e ad insaccare di testa. Un minuto dopo gol della bandiera per la squadra trentina, in rete con Biscaro su calcio di rigore concesso dall'arbitro per un fallo di Marchisano. Al 57' Coli Saco calcia di sinistro dal limite dell'area e trova l'angolino basso, per il 4-1 azzurro. Al 68' Iaccarino, con uno splendido tiro a giro da fuori area, realizza il 5-1. Nel finale al minuto 89 una carambola premia Olivera, che fissa il risultato sul 6-1.