2
 
11^ GIORNATA - 13 dicembre 2020-
ATALANTA
3 - 0
FIORENTINA
BOLOGNA
1 - 5
ROMA
CAGLIARI
1 - 3
INTER
CROTONE
4 - 1
SPEZIA
GENOA
1 - 3
JUVENTUS
LAZIO
1 - 2
VERONA
MILAN
2 - 2
PARMA
NAPOLI
2 - 1
SAMPDORIA
SASSUOLO
1 - 0
BENEVENTO
TORINO
2 - 3
UDINESE
1

20' Jankto, 53' H. Lozano, 68' A. Petagna

Arbitro: La Penna di Roma
Angoli:7 a 5
Recupero:1' p.t. e 4' e 30'' s.t.
Ammoniti: Insigne, Mario Rui, Thorsby, Colley, Di Lorenzo, Ramirez
Espulsi: -
Note:Partita a porte chiuse per emergenza Covid-19

(4-2-3-1): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam (59' Mario Rui), Demme (59' Bakayoko), Fabian Ruiz (46' Petagna), Politano (46' Lozano), Zielinski (77' Lobotka), Insigne, Mertens. A disp.Ospina, Contini, Malcuit, Maksimovic, Elmas. All.Gennaro Gattuso

(4-4-1-1): Audero, Ferrari, Yoshida, Colley, Augello, Candreva, Thorsby, Ekdal, Jankto (79' Damsgaard), Verre (64' Ramirez), Quagliarella. A disp. K. Rocha, L. Tonelli, V. Regini, A. Silva, K. Askildsen, M. Léris, M. Gabbiadini, A. La Gumina, N. Ravaglia, K. Letica. All. Claudio Ranieri


Napoli, 13 dicembre 2020

Napoli-Sampdoria 2-1: Lozano e Petagna ribaltano la partita. Gattuso la vince con i cambi: ai blucerchiati non basta il vantaggio di Jankto. Il Chucky migliore in campo.

Primo tempo sotto ritmo per gli azzurri che vanno in svantaggio al 20’ con Jankto che trafigge un distratto Meret. La svolta al rientro dagli spogliatoi, con Lozano e Petagna che di testa fanno gioire Gattuso

Dopo un primo tempo inguardabile il Napoli si rialza reagisce al meritato vantaggio della Samp e ribalta la partita grazie soprattutto a un Lozano imprendibile, modello Speedy Gonzales. E così gli azzurri rispondono alla vittoria dell’Inter, anch’essa in rimonta a Cagliari, e si presentano allo scontro diretto di mercoledì al Meazza con i nerazzurri avanti di un solo punto, che poi sarebbe quello tolto dal giudice sportivo non dal campo. La Samp fa quello che può bene per un tempo poi soccombe alla maggiore forza dell’avversario.

GLI ASSETTI - Rino Gattuso cambia 5 uomini ma non il sistema: il suo 4-2-3-1 si appoggia sulla fantasia di Zielinski e non è un caso che nel classico 4-4-2 presentato da Claudio Ranieri Ekdal sia francobollato a uomo sul fantasista polacco per cercare di tenerlo spalle alla porta e togliergli visione di gioco. E in effetti, con una Samp che difende stretta e compatta gli unici pericoli vengono dai tiri dal limite di Zielinski, ma nulla che turbi Audero. Mentre in avanti l’esperto allenatore romano sceglie di affiancare Verre a Quagliarella, mossa che si rivelerà efficace.

COLPISCE JANKTO - E così, pressando bene alto e sfruttando la lenta e prevedibile manovra azzurra, la Samp prende coraggio. Una girata di testa del solito Torsby su angolo mette già i brividi a Meret, ma poi al primo vero affondo manovrato passano i blucerchiati. È Verre ad abbassarsi per prendere palla nella trequarti e a vedere il corridoio giusto per Jankto che sulla corsa entra in area e con un sinistro sotto la traversa batte Meret. Il Napoli fa fatica a rialzarsi, mentre Verre, abile a trovare spazi fra le linee del Napoli, lancia profondo Candreva che con un diagonale impegna Meret. Solo a fine tempo gli azzurri si rendono pericolosi sveltendo un po’ la manovra. Mertens gira di testa l’unico cross di Ghoulam che arriva dal fondo e poi il belga scambia rapido centralmente con Insigne al tiro, ma in entrambe le occasioni Audero si fa trovare pronto.

CAMBIO PASSO - È un altro Napoli quello che ridisegna Gattuso nella ripresa inserendo Petagna prima punta e Lozano esterno. È soprattutto il messicano a cercare la profondità, che nel primo tempo non c’era mettendo alle corde gli ospiti. E il gol arriva con Mertens che raddoppia Insigne a sinistra e mette in mezzo, dove proprio Lozano anticipa di testa e pareggia. Lo scatenato messicano poco dopo colpisce il palo con un destro dalla distanza. E poi confeziona anche il sorpasso con una percussione a destra e cross teso che Petagna impatta bene di testa. La Samp accusa il colpo e prova a reagire con un tiro dalla distanza di Candreva, sul quale Meret si allunga bene. Ma è il Napoli a tenere il pallino del gioco e a rendersi pericoloso ancora con Lozano e Mertens. Il finale è più nervoso, con La Penna che sventola gialli da ogni parte, ma la Samp non punge più mentre il Napoli vanifica un paio di occasioni in superiorità numerica. Ma i tre punti arrivano lo stesso. (gazzetta.it)


Classifica P. G. V. N. P. F. S.
Marcatori
1
MILAN
27
11
8
3
0
25
11
Mertens (4)
2
INTER
24
11
7
3
1
29
15
Insigne (4)
3
NAPOLI
24
10
8
0
2
26
8
Lozano (6)
4
SASSUOLO
22
11
6
4
1
21
12
Zielinski (1)
5
ROMA
21
11
6
3
2
24
16
Elmas (1)
6
JUVENTUS
20
10
5
5
0
20
9
Politano (3)
7
VERONA
19
11
5
4
2
15
9
Osimhen (2)
8
ATALANTA
18
11
3
2
3
22
17
Petagna (3)
9
LAZIO
17
11
5
2
4
17
19
Fabian Ruiz (1)
10
UDINESE
14
11
4
2
5
14
14
Demme (1)
11
BOLOGNA
12
11
4
0
7
16
22
 
12
CAGLIARI
12
11
3
3
5
18
23
 
13
SAMPDORIA
11
11
3
2
6
16
19
 
14
BENEVENTO
11
11
3
2
6
12
22
 
15
PARMA
11
11
2
5
4
12
19
 
16
SPEZIA
10
11
2
4
5
15
23
 
17
FIORENTINA
9
11
2
3
6
11
19
 
18
TORINO
6
11
1
3
7
19
27
 
19
GENOA
6
11
1
3
7
10
22
 
20
CROTONE
5
11
1
2
8
10
25
 

Camp. 2020-21
10^ giornata

Camp.2020-21
12^ giornata