2
 
34^ Giornata - 28 aprile 2024
ATALANTA
2 - 0
EMPOLI
BOLOGNA
1 - 1
UDINESE
FIORENTINA
5 - 1
SASSUOLO
FROSINONE
3 - 0
SALERNITANA
GENOA
3 - 0
CAGLIARI
INTER
2 - 0
TORINO
JUVENTUS
0 - 0
MILAN
LAZIO
1 - 0
H. VERONA
LECCE
1 - 1
MONZA
NAPOLI
2 - 2
ROMA
2
59' Dybala (r), 65' Olivera, 84' Osimhen (r), 89' Abraham
Arbitro: Simone Sozza, di Seregno
Angoli: 9 a 2
Recupero: 1' p.t. 5' s.t.
Ammoniti: Rrahmani, Anguissa
Espulsi:
Note:

(4-3-3): Meret, Di Lorenzo, Olivera, Rrahmani, Juan Jesus, Lobotka, Anguissa, Cajuste (69' Traore, 88' Ostigsard), Osimhen, Politano (70' Ngonge), Kvaratskhelia (86' Raspadori). A disp. Contini, Idasiak, Mazzocchi, Mario Svilar, KristRui, Natan, Dendoncker, Lindstrom, Simeone. All. Calzona.

(4-3-3): Svilar, Kristensen (86' Baldanzi), Spinazzola, Mancini, Ndicka, Cristante, Bove (69' Sanchez), Pellegrini, Azmoun (69' Abraham), Dybala, El Shaarawy (61' Angelino). A disp. Boer, Patricio, Huijsen, Celik, Aouar, Pagano, Zalewski, Costa. All. De Rossi.


Napoli, 28 aprile 2024 (h. 18,00)

2-2 AL MARADONA. Quattro gol, tanta Var e un punto a testa: il Napoli rallenta sia la corsa Champions propria che della Roma. Dybala porta in vantaggio i giallorossi, Olivera e Osimhen ribaltano il risultato, poi Abraham torna al gol e fissa il 2-2 finale.

Ci sono annate che nascono male e finiscono peggio. E non c'e' modo di raddrizzarle. Stavolta il Napoli c'e', lotta, s'impegna, risorge dopo lo svantaggio ma a pochi metri dal traguardo si scioglie e subisce il 2-2 di Abraham, dopo ennesima topica difensiva. Solo al limite dell'area piccola, l'inglese infila di testa e ritrova il gol un anno dopo l'ultimo, confermando che la Roma di De Rossi non finisce mai ed e' tornata grande. Ma stavolta avrebbe meritato il Napoli, ancora contestato e a rischio ritiro, anche se stasera meriterebbe applausi. Ma per vincere bisogna essere perfetti, la squadra di Calzona non lo e' mai stata e continua il suo calvario, chiudendo la 15a gara consecutiva subendo almeno un gol. Imbarazzante per chi avrebbe ambizioni di alta classifica. 

Napoli intraprendente - Il Napoli prova a caricare subito, ma Anguissa non arriva alla deviazione di testa. La Roma si fa vedere su azione d'angolo, con sponda di Mancini per Pellegrini, il cui colpo di testa finisce alto. Poi e' monologo azzurro: al 7' Ndicka mura bene Osimhen in scivolata, poi e' Svilar (19') a salvare in uscita bassa su Di Lorenzo. Il portiere romanista e' ancora protagonista alla mezzora, quando respinge un diagonale di Osimhen, scappato via per trenta metri palla al piede e arrivato stanco alla conclusione. Al 36' occasionissima per Anguissa: Ndicka buca l'intervento e si apre un'autostrada per il camerunese, che a tu per tu con Silvar calcia malissimo in curva. Due minuti dopo, Kvara a costringere Svilar al volo provvidenziale. Sul piano dell'impegno il Napoli c'e', ma il risultato non si sblocca e dalle curve continua la contestazione. 

Olivera risponde a Dybala - Napoli ancora vicino al vantaggio a inizio ripresa con Lobotka, ma e' ancora Svilar a salvare in uscita bassa e poi Mancini anticipa Kvara a porta vuota. Quando pensi che il Napoli possa sbloccarla, ecco l'episodio che cambia la gara. Ed e' il solito regalo della difesa azzurra: Juan Jesus mette giu' Azmoun defilato e spalle alla porta. E' rigore (14') che Dybala trasforma con freddezza. I toni della contestazione aumentano di decibel, ma il Napoli trova subito il pari: Olivera (19') calcia da fuori, deviazione amica di Kristensen che alza la parabola e scavalca Svilar. 

Botta e risposta - La partita si accende: Politano (20') pennella per Osimhen, colpo di testa a millimetri dal palo. Poi ancora Osi s'invola in campo aperto, ma Svilar si conferma in stato di grazia. Pero' il Napoli e' vivo e continua a spingere, Sanchez (da poco entrato per Bove) da terra stende Kvara, il Maradona s'infuoca, l'arbitro lascia andare ma poi richiamato al Var assegna il penalty. Dal dischetto (39') va Osimhen, gia' due errori in campionato. Ma stavolta resta freddo e spiazza Svilar per l'esultanza e l'abbraccio di squadra. Sembra la fine di un incubo, ma la Roma ha forza mentale oltre che qualita', si butta avanti e su azione d'angolo trova il pari: Ndicka prolunga il corner, Abraham solo sul secondo palo fa 2-2. Il guardalinee alza la bandierina, ma il Var cambia decisione e conferma il pari. Finisce cosi': per la Roma e' un punto d'oro in chiave Champions, per il Napoli e' solo un'altra frenata. Ma almeno orgoglio e cuore, stavolta, si sono visti.


Classifica P. G. V. N. P. F. S.
Gol
Assist
1
INTER
89
34
28
5
1
81
18
Osimhen (14) Di Lorenzo (6)
2
MILAN
70
34
21
7
6
64
39
Politano (8) Politano (5+1r)
3
JUVENTUS
65
34
18
11
5
47
26
Kvartskhelia (10) Kvaratskhelia (6+2r)
4
BOLOGNA
63
34
17
12
5
49
27
Raspadori (5) Zielinski(2)
5
ROMA
59
34
17
8
9
61
41
Zielinski (3) Raspadori (3)
6
ATALANTA
57
33
17
6
10
61
37
Di Lorenzo (1) Osimhen (3)
7
LAZIO
55
34
17
4
13
43
35
Simeone (1) Cajuste (2)
8
NAPOLI
50
34
13
11
10
52
43
Ostigard (1) Gaetano (1r)
9
FIORENTINA
50
33
14
8
11
50
37
Gaetano (1) Lobotka (1)
10
TORINO
46
34
11
13
10
31
31
Rrahmani (2) Olivera (1)
11
MONZA
44
34
11
11
12
36
44
Elmas (2) M. Rui (2)
12
GENOA
42
34
10
12
12
39
41
Ngonge (2) Simeone (1r)
13
LECCE
36
34
8
12
14
31
49
Jesus (1) Demme (1)
14
CAGLIARI
32
34
7
11
16
36
59
Olivera (1) Lindstrom (1)
15
FROSINONE

31

34
7
10
17
43
63
  Mazzocchi (1)
16
VERONA
31
34
7
10
17
31
45
  Anguissa (2)
18
EMPOLI
31
34
8
7
19
26
50
   
17
UDINESE
29
34
4
17
13
32
50
   
19
SASSUOLO
26
34
6
8
20
40
70
   
20
SALERNITANA
15
34
2
9
23
26
73
   

Campionato 2023-24
33^ Giornata

Campionato 2023-24
35^ Giornata