6^ Giornata 29/09/2019


2

6^ GIORNATA

CAGLIARI
1 - 1
H. VERONA
JUVENTUS
2 - 0
SPAL
LAZIO
4 - 0
GENOA
LECCE
0 - 1
ROMA
MILAN
1 - 3
FIORENTINA
NAPOLI
2 - 1
BRESCIA
PARMA
3 - 2
TORINO
SAMPDORIA
1 - 3
INTER
SASSUOLO
1 - 4
ATALANTA
UDINESE
1 - 0
BOLOGNA

1

13' D. Mertens, 45'+4' K. Manolas, 67' Balotelli

Tabellino:   

Arbitro: Manganiello di Pinerolo.
Angoli: 7 a 7
Recupero: 4' p.t. e 7' s.t.
Ammoniti: Manolas, Sabelli
Espulsi: -
Note: Record stagionale di spettatori: 45.770

(4-4-2): Ospina, Di Lorenzo, Maksimovic (76' Hysaj), Manolas (65' Luperto), Ghoulam, Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski, Mertens, Llorente (73' Elmas). A disp.Meret, Karnezis, Malcuit, Mario Rui, Gaetano, Younes, Lozano, Insigne, Milik. All.Carlo Ancelotti

(3-5-2): Joronen, Sabelli, Cistana, Chanchellor, Martella (69' Mateju), Dessena (72' Romulo), Tonali, Bisoli, Spalek (85' Matri), Balotelli, Donnarumma. A disp. Zmrhal, Morosini, Gastaldello, Alfonso, Aye. All. Eugenio Corini

La cronaca:

Napoli, 29 settenbre 2019

Napoli-Brescia 2-1: Ancelotti vince ma che fatica! Mertens e Manolas firmano il riscatto degli azzurri che giocano bene solo un tempo. Inutile per Corini il gol di Balotelli segnato in un secondo tempo dominato.

Tre punti, ma che fatica. Il Napoli ritrova il successo con il Brescia e resta nella scia delle prime della classe: -6 dall'Inter, -4 dalla Juve e -1 dall'Atalanta. Ancelotti alla fine sorride nella bolgia del San Paolo, ma sicuramente la sua squadra avrebbe meritato di piu' nella partita persa con il Cagliari. Hanno giocato bene solo il primo tempo gli azzurri, nella ripresa sono stati messi sotto da un Brescia che non ha mai rinunciato a giocare e che, grazie al gol di Balotelli, ha lottato fino alla fine. 

Ancelotti cambia a meta' - Ancelotti dimezza i cambi rispetto alle ultime due partite con Lecce e Cagliari: quattro invece di otto, con OspinaGhoulamFabian Ruiz e Llorente titolari. Non vuole scherzi l'allenatore del Napoli, che chiede ai suoi una partenza lanciata per evitare di regalare un tempo come mercoledi' scorso. Il Brescia invece si affida a Balotelli, che dopo essere sceso in campo con la figlia Pia, e' il primo a farsi vedere due volte al tiro davanti ai 50mila del San Paolo. La squadra di Corini e' organizzata, brava nel fraseggio grazie alle idee e alla lucidita' del bravissimo Tonali e abile a trovare spazio fra le linee con Spalek, preferito in extremis a Romulo.

Mertens e Manolas, che gol! - Con Fabian Ruiz, assente con il Cagliari, il centrocampo del Napoli pero' ha un'altra dimensione: lo spagnolo e' sempre elegante ed efficace, spesso ricama per i propri compagni. Succede cosi' anche nell'azione del vantaggio, nel classico schema "sarriano": Fabian apre a destra per il taglio di Callejon, assist all'indietro per Mertens che firma il suo 114 gol in azzurro (-1 da Maradona). "Ciro" si trova a meraviglia con Llorente, che gli regala anche un assist di testa per il raddoppio non sfruttato. Lo stesso spagnolo va vicino al bis cosi' come Zielinski, ma e' Manolas a firmare il secondo gol. Il difensore greco prima si fa annullare un gol dal Var per un controllo di mano, poi all'ultimo respiro del primo tempo insacca di testa su calcio d'angolo sfruttando la torre del suo collega di reparto Maksimovic

Balotelli fa tremare il San Paolo - Il secondo gol subito, invece di galvanizzare il Napoli, scatena il Brescia che torna in campo con una determinazione incredibile per riaprire la partita. E' un monologo quello della squadra di Corini, di fronte gli azzurri sembrano imbambolati. Ospina salva una punizione di Balotelli, Tonali trova il gol annullato dal Var per fallo di Bisoli su Maksimovic, Bisoli gira di testa fuori. Il gol e' nell'aria e lo firma proprio l'uomo piu' atteso, Balotelli, che di testa su angolo svetta fra Maksimovic e Ghoulam e riapre la partita. Ancelotti prova a scuotere i suoi con Elmas per Llorente, ma poi perde in pochi minuti i due centrali di difesa: entrano Hysaj e Luperto, che va a comporre la nuova coppia con Di Lorenzo. Corini si gioca il tutto per tutto con Mateju, Romulo e Matri e preme fino alla fine con coraggio e personalita' senza pero' trovare quel pareggio che forse alla fine avrebbe anche meritato.

 

 

Classifica

P.

G.

V.

N.

P.

F.

S.

Marcatori

1
INTER
18
6
6
0
0
13
2
Insigne (3)
2
JUVENTUS
16
6
5
1
0
11
5
Mertens (4)
3
ATALANTA
13
6
4
1
1
15
9
Callejon (1)
4
NAPOLI
12
6
4
0
2
15
10
Manolas (2)
5
ROMA
11
6
3
2
1
11
9
Lozano (1)
6
LAZIO
10
6
3
1
2
11
4
Di Lorenzo (1)
7
CAGLIARI
10
6
3
1
2
9
6
Llorente (2)
8
TORINO
9
6
3
0
3
10
10
F. Ruiz (1)
9
PARMA
9
6
3
0
3
8
9
 
10
FIORENTINA
8
6
2
2
2
11
10
 
11
BOLOGNA
8
6
2
2
2
7
7
 
12
UDINESE
7
6
2
1
3
3
5
 
13
SASSUOLO
6
6
2
0
4
11
12
 
14
VERONA
6
6
1
3
2
4
5
 
15
BRESCIA
6
6
2
0
4
7
9
 
16
MILAN
6
6
2
0
4
4
8
 
17
LECCE
6
6
2
0
4
6
12
 
18
GENOA
5
6
1
2
3
7
13
 
19
SPAL
3
6
1
0
5
5
13
 
20
SAMPDORIA
3
6
1
0
5
4
14