3
       
35^ GIORNATA 5/05/2013
CATANIA

3 - 0

SIENA
CHIEVO

0 - 0

CAGLIARI
FIORENTINA
0 - 1 ROMA
GENOA

4 - 1

PESCARA
JUVENTUS

1 - 0

PALERMO
LAZIO

6 - 0

BOLOGNA
MILAN

1 - 0

TORINO
NAPOLI

3 - 1

INTER
PARMA

2 - 0

ATALANTA
UDINESE
3 - 1 SAMPDORIA
1

 

     
3' Cavani 22' rig. Alvarez, 33' rig. Cavani 33' st Cavani
Arbitro: Giannoccaro di Lecce.
Angoli:
Recupero: 0' e 3'
Ammoniti: Jonathan, Juan Jesus, Ranocchia (I)
Espulsi: -

Note: Spettatori 50.000

(3-4-1-2): De Sanctis; Gamberini (Dal 17' st Rolando), Cannavaro, Britos; Maggio, Behrami, Dzemaili (Dal 20' st Armero), Zuniga; Hamsik; Pandev (Dal 40' st Insigne), Cavani. A disp. Rosati, Colombo, Grava, Mesto, Donadel, Inler, El Kaddouri, Calaiò. All. Mazzarri

(3-5-2): Handanovic; Ranocchia (Dal 37 st Schelotto), Chivu, Juan Jesus; Jonathan, Benassi (Dal 1’ st Cambiasso), Kovacic, Kuzmanovic (Dal 38' st Pasa), Pereira; Alvarez, Guarin. A disp. Carrizo, Belec, Rocchi, Forte, Garritano, Ferrara, Spendholfer. All. Stramaccioni

Napoli, 5 maggio 2013Il 2° gol di Cavani (100° col Napoli)

Napoli-Inter 3-1: Cavani fa 101 e blinda il secondo posto. Alvarez dal dischetto pareggia il primo vantaggio del Matador, che poi si scatena: rigore e gol del 3-1 in contropiede. Ottava tripletta, Napoli a +7 sul Milan, Inter al 14° k.o.

E adesso chiamatelo mister 101 gol. Il Napoli si avvicina sempre di più al secondo posto che vuol dire qualificazione diretta in Champions battendo 3-1 nel posticipo l'Inter e lo fa soprattutto grazie al suo uomo simbolo, Edinson Cavani. Con la tripletta realizzata stasera il Matador è arrivato a 101 reti in azzurro, gliene mancano due per salire sul podio (Vojak è terzo a 103, Sallustro secondo a 107, El Pibe de Oro primo a 115). Quest’anno ha già segnato 35 gol (è capocannoniere in serie A con 26 centri, ha realizzato tre doppiette a Torino, Atalanta e Pescara, tre triplette con Lazio, Roma e Inter e un poker in Europa League agli ucraini del Dnipro) ed ha migliorato il suo score degli anni scorsi (33 reti nella prima stagione al Napoli e altre 33 nella seconda). Numeri mostruosi per un attaccante che continua a strabiliare e che sta scrivendo la storia del club: il suo futuro è tutto da decidere, ma il suo segno in azzurro resterà per sempre.

SECONDO POSTO VICINO - Con i tre punti raccolti stasera al San Paolo la squadra di Mazzarri mantiene sette lunghezze di vantaggio sul Milan, quando alla fine del campionato mancano solo tre partite. Per la certezza del secondo posto mancano ora solo tre punti da ottenere nelle sfide con Bologna, Siena e Roma. Un'altra serata da dimenticare invece per l'Inter, che vede allontarsi sempre di più la zona Europa: Stramaccioni ora è ottavo due punti dietro alla Lazio, a quattro dall'Udinese e a cinque dalla Roma. Nonostante il numero enorme di assenze e la rinuncia all'unico attaccante a disposizione (solo panchina per Rocchi), la squadraIl 3° gol di Cavani nerazzurra ha dato però filo da torcere ad Hamsik e compagni, giocando con grinta e grande temperamento. Ha funzionato l'inedito tandem d'attacco Guarin-Alvarez, che ha messo in difficoltà la difesa azzurra non dando punti di riferimento.

IL MATADOR SCATENATO... - La partita si è messa subito bene per gli azzurri, perché Cavani ha trasformato in oro alla prima occasione una perfetta verticalizzazione di Pandev. Pronta è arrivata la reazione dei nerazzurri che hanno trovato il pari su rigore (il quarto di questa stagione, non ne aveva uno a favore da 23 partite, il 3 novembre scorso in Juventus-Inter 1-3, realizzato da Milito): Alvarez ha trasformato dal dischetto un rigore molto generoso per fallo in area di Zuniga (Stramaccioni ha protestato con veemenza dalla panchina chiedendo l'espulsione dell'esterno colombiano). Non si è disunito comunque il Napoli e sempre dal dischetto (spinta di Jonathan su Zuniga) ha trovato il nuovo vantaggio con Cavani, che ha segnato il suo centesimo gol azzurro superando Handanovic con un preciso rasoterra nell'angolo.

...PORTA IL PALLONE A CASA - Ha provato a restare in partita fino alla fine l'Inter (in campo Cambiasso e Schelotto al posto di Alvarez e Ranocchia), ma è stato ancora una volta l'immenso Cavani a chiudere la contesa insaccando da due passi su un preciso cross rasoterra di Pandev. Mazzarri ha dato spazio anche a Rolando (problemi muscolari per Gamberini), Armero e Insigne (fuori Dzemaili e Pandev) e alla fine ha centrato anche il record di punti della sua esperienza napoletana. Gli manca poco per festeggiare la sua seconda qualificazione diretta in Champions. (www.corrieredellosport.it)


Classifica

P.

G.

V.

N.

P.

F.

S.

Marcatori

1
JUVENTUS
83
35
26
5
4
67
20
CAVANI (26)
2
NAPOLI
72
35
21
9
5
67
33
HAMSIK (10)
3
MILAN
65
35
19
8
8
61
38
MAGGIO (4)
4
FIORENTINA
61
35
18
7
10
65
43
DZEMAILI (6)
5
ROMA
58
35
17
7
11
69
54
PANDEV (6)
6
UDINESE
57
35
15
12
8
49
40
INSIGNE (5)
7
LAZIO
55
35
16
7
12
46
40
MESTO (1)
8
INTER
53
35
16
5
14
52
49
INLER (6)
9
CATANIA
51
35
14
9
12
46
43
GAMBERINI (1)
10
PARMA
43
35
11
10
14
41
43
CANNAVARO (1)
11
CAGLIARI
43
35
11
10
14
41
53
CAMPAGNARO (1)
12
BOLOGNA
40
35
10
10
15
44
49
13
CHIEVO
40
35
11
7
17
33
49
14
ATALANTA (-2)
39
35
11
8
16
36
51
15
SAMPDORIA (-1)
38
35
10
9
16
39
46
16
TORINO (-1)
36
35
8
13
14
43
52
17
GENOA
35
35
8
11
16
38
52
18
PALERMO
32
35
6
14
15
31
47
19
SIENA (-6)
30
35
9
9
17
34
52
20
PESCARA
22
35
6
4
25
26
74

Camp. 2012/13
34
^ giornata

Camp. 2012/13
36^ giornata