1
 
12^ Giornata - 16 dicembre 2020
BENEVENTO
1 - 1
LAZIO
FIORENTINA
1 - 1
SASSUOLO
GENOA
2 - 2
MILAN
INTER
1 - 0
NAPOLI
JUVENTUS
1 - 1
ATALANTA
PARMA
0 - 0
CAGLIARI
ROMA
3 - 1
TORINO
SPEZIA
2 - 2
BOLOGNA
UDINESE
0 - 0
CROTONE
VERONA
1 - 2
SAMPDORIA
0

73' Lukaku rig.

Arbitro: Massa di Imperia.
Angoli:4 a 3
Recupero:2' p.t. e 4' e 30'' s.t.
Ammoniti: Brozovic, Bakayoko, Lozano, Lukaku, Skriniar, D'Ambrosio, Handanovic.
Espulsi: Insigne al 71' per insulto all'arbitro.
Note:Partita a porte chiuse per emergenza Covid-19. Al 17' distorsione alla caviglia per Mertens.

(3-5-2): Handanovic, Skriniar, De Vrij, Bastoni, Darmian, Barella, Brozovic (67' Sensi), Gagliardini, Young (86’ D’Ambrosio), Lautaro (77' Hakimi), Lukaku. A disp. Ranocchia, Kolarov, Sensi, Perisic, Eriksen, Padelli, Radu. All. Antonio Conte

(4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (84' Ghoulam), Bakayoko (74' Fabian Ruiz), Demme (84' Elmas), Lozano, Zielinski (74' Politano), Insigne, Mertens (17' Petagna). A disp.Meret, Contini, Rrahmani, Malcuit, Maksimovic, Hysaj, Lobotka. All.Gennaro Gattuso


Milano, 16 dicembre 2020

Inter-Napoli 1-0: Lukaku porta Conte a -1 dal Milan. Un rigore dell'attaccante belga e le parate di Handanovic avvicinano i nerazzurri al primo posto. Gattuso perde immeritamente in 10 (rosso a Insigne). Palo di Petagna nel finale.

L’Inter batte il Napoli, approfitta del pareggio del Milan e si porta a un punto dal primo posto. Conte supera Gattuso grazie a un rigore di Lukaku e può festeggiare tre punti che lo rilanciano in maniera definitiva in classifica, visto anche il contemporaneo pareggio della Juve. Esce battuto ma non ridimensionato il Napoli da San Siro: grande personalità fino all’unica sbavatura della serata (quella del rigore) e grande capacità di reazione in 10 nel finale dopo l'espulsione di Insigne. Solo un grande Handanovic e la sfortuna (palo di Petagna in pieno recupero) ed un arbitraggio a dir poco imbarazzante, hanno evitato a Gattuso di portare a casa un pareggio che, ai punti, avrebbe sicuramente meritato.

Conte e Gattuso, una partita a scacchi - Con Demme preferito a Fabian Ruiz e Lozano a destra al posto di Politano, Gattuso prova a sparigliare le carte con Mario Rui Molto alto a sinistra, spesso anche più di Insigne che parte da dietro, costringendo Skriniar a vedere doppio e Darmian a restare schiacciato. Perso al 13’ Mertens per un infortunio alla caviglia sinistra (al suo posto Petagna), l’unica occasione del primo tempo del Napoli è un tiro da fuori di Zielinski poco dopo la mezzora sugli sviluppi di un contropiede nato da un rilancio di Ospina. È uno dei pochi lampi in una partita di palleggio insistito del Napoli a cui l’Inter non riesce ad aggiungere ritmo. Le cose migliori per i nerazzurri nascono dai piedi di Barella: al 17’ intercetta un’uscita sbagliata di Koulibaly per pescare di prima in area Lautaro, che si gira e non trova la porta di un soffio, a lato del palo destro; al 37’ crossa in area per l’inserimento di Gagliardini, che però di testa va debole.

Lukaku decide dal dischetto - I ritmi, l’equilibrio e la partita a scacchi sono andati avanti anche nel secondo tempo. Conte ha perso Brozovic per infortunio e ha giocato la carta Sensi. Il fraseggio e la monotonia nell'interpretazione delle due squadre hanno rischiato di essere rotte da un lampo del Napoli, con il solito Lozano dalla destra che ha acceso Insigne: il tocco di tacco-suola ha costretto Handanovic al miracolo. Ma la scintilla che ha cambiato la partita è arrivata nell’altra area, con un rimpallo che ha favorito l’imbucata di Darmian, colpito da Ospina in uscita. Rigore ed espulsione di Insigne, per un "vai a cag..." detto nella concitazione all'arbitro Massa. Dal dischetto Lukaku (fino a quel momento annullato da Koulibaly) è stato implacabile e ha fatto esultare l’Inter. Conte si è coperto con Hakimi per Lautaro, Gattuso in 10 ha rischiato il tutto per tutto con Politano, Fabian RuizElmas e Ghoulam. Il finale è stato un assedio azzurro, con due occasioni clamorose sprecate da Politano (sulla prima altro miracolo di Handanovic), un’altra da Di Lorenzo e un palo colpito da Petagna. Il pareggio, sicuramente meritato, però non è arrivato anche perchè Brozovic e Skrinirar meritevoli di almeno tre cartellini gialli ciascuno, riescono a non essere espulsi per la “bontà” di Massa. Alla fine fa festa l’Inter che allunga a +3 sulla Juve e si porta a un punto dal Milan. Il Napoli invece interrompe la serie di tre vittorie consecutive in trasferta e domenica dovrà affrontare la Lazio all’Olimpico senza l’infortunato Mertens e lo squalificato Insigne. Ci sono state serate migliori per Gattuso.


Classifica P. G. V. N. P. F. S.
Marcatori
1
MILAN
28
12
8
4
0
27
13
Mertens (4)
2
INTER
27
12
8
3
1
30
15
Insigne (4)
3
NAPOLI
24
11
8
0
3
26
9
Lozano (6)
4
ROMA
24
12
7
3
2
27
17
Zielinski (1)
5
SASSUOLO
23
12
6
5
1
22
13
Elmas (1)
6
JUVENTUS
21
11
5
6
0
21
10
Politano (3)
7
VERONA
19
12
5
4
3
16
11
Osimhen (2)
8
ATALANTA
19
12
5
4
3
23
18
Petagna (3)
9
LAZIO
18
12
5
3
4
18
20
Fabian Ruiz (1)
10
UDINESE
15
12
4
3
5
14
14
Demme (1)
11
SAMPDORIA
14
12
4
2
6
18
20
 
12
BOLOGNA
13
12
4
1
7
18
24
 
13
CAGLIARI
13
12
3
4
5
18
23
 
14
BENEVENTO
12
12
3
3
6
13
23
 
15
PARMA
12
12
2
6
4
12
19
 
16
SPEZIA
11
12
2
5
5
17
25
 
17
FIORENTINA
10
12
2
4
6
12
20
 
18
GENOA
7
12
1
4
7
12
24
 
19
TORINO
6
12
1
3
8
20
30
 
20
CROTONE
6
12
1
3
8
10
25
 

Camp. 2020-21
11^ giornata

Camp.2020-21
13^ giornata