PALERMO
3
       
23^ GIORNATA 14/02/2015
ATALANTA
1 - 4
INTER
CESENA
2 - 2
JUVENTUS
CHIEVO
2 - 1
SAMPDORIA
GENOA
5 - 2
HELLAS VERONA
MILAN
1 - 1
EMPOLI
PALERMO
3 - 1
NAPOLI
ROMA
0 - 0
PARMA
SASSUOLO
1 - 3
FIORENTINA
TORINO
1 - 1
CAGLIARI
UDINESE

0 - 1

LAZIO
1

 

     
14' pt Lazaar, 36' pt Vazquez; 20' st Rigoni, 37' st Gabbiadini
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.
Angoli: 1 - 7
Recupero: 0' e 4'
Ammoniti: Jorginho, Higuain, Lazaar, Rispoli, Rigoni, Bolzoni.
Espulsi:
Note: Spettatori: 12.784 per un incasso di 170.133 euro.
PALERMO

(4-3-2-1): Sorrentino; Rispoli, Andelkovic, Terzi, Lazaar; Bolzoni, Rigoni, Barreto (dal 41' s.t. Jajalo); Quaison (dal 24' s.t. Chochev), Vazquez (dal 33' s.t. Belotti); Dybala. All. Iachini.

(4-2-3-1) Rafael; Maggio, Albiol, Britos, Strinic; Jorginho, David Lopez (dal 24' s.t. Gargano); Callejon, Hamsik (dal 9' s.t. Gabbiadini), De Guzman; Higuain (dal 29' s.t. Zapata). All. Benitez.

Palermo, 14/02/2015Il 1┬░ gol di Kulibaly

Serie A, Palermo-Napoli 3-1: uno show rosanero. La squadra di Benitez cade al Barbera. Gol di Lazaar, Vazquez, Rigoni e Gabbiadini. Dall'attacco al secondo posto alla difesa del terzo. Dopo quattro vittorie consecutive che l'avevano riavvicinato alla Roma, il Napoli cade a Palermo. E male. Un risultato (3-1) pesante e una prestazione davvero deludente che ridimensiona gli obiettivi partenopei. La squadra di Benitez non passa l’esame di maturita' e deve stare attenta alla veloce risalita della Fiorentina, ora distante solo quattro punti.

L'imperdonabile 'papera' di Rafael dopo 14', la mancata reazione a livello caratteriale dei 'senatori' e le scelte del tecnico spagnolo. Sono tanti gli errori degli azzurri in una serata tutta rosanero. Le firme di Lazaar, Vazquez e Rigoni, oltre alle splendide magie di Dybala confermano la spietata legge del Barbera (sette vittorie e due pareggi nelle ultime nove partite).

PALERMO SHOW - Benitez lascia fuori Gargano e Koulibaly: a centrocampo gioca Jorginho con David Lopez, in difesa c'e' Britos al fianco di Albiol. Con Mertens squalificato, De Guzman e' riproposto nel trio con Hamsik e Callejon dietro Higuain. Dall'altra parte il Palermo deve fronteggiare un'emergenza in difesa: indisponibili Vitiello e soprattutto Gonzalez, vero e proprio punto di riferimento del reparto arretrato. Iachini sistema una difesa a quattro con Andelkovic-Terzi coppia centrale. In avanti Dybala e' supportato daL'esultanza di Kulibaly Quaison e Vazquez, pronti ad inserirsi negli spazi lasciati dalla difesa azzurra. Il Palermo parte aggressivo, ma l'approccio del Napoli e' buono e la prima parata della serata e' di Sorrentino al 13' (potente ma troppo centrale il tiro di De Guzman). Passa un minuto, pero', e gli equilibri saltano. Lazaar supera il centrocampo, avanza qualche metro e da circa quaranta metri lascia partire una conclusione non irresistibile. Rafael, forse tradito dalla traiettoria o da un rimbalzo irregolare, si lascia sfuggire il pallone che incredibilmente finisce in porta. Lo stupore e' grande, il portiere chiede scusa ai compagni ma il Napoli non reagisce. La gara diventa tatticamente difficile, con il Palermo chiuso dietro e pronto a ripartire in contropiede. Al 22', su una folata di Dybala, Bolzoni spreca tutto con un diagonale largo. Gli azzurri sbandano paurosamente e al 36' subiscono il 2-0. Bellissima l'azione rosanero nata da uno spunto di Quaison, rifinita da Dybala e finalizzata da Vazquez. Il Barbera espolde, il Napoli e' in ginocchio.

CROLLO NAPOLI - Ci si aspetterebbero subito dei cambi da Benitez, ma in avvio di ripresa il Napoli torna in campo con la stessa formazione. Il Palermo controlla bene la partita e il tecnico spagnolo decide di dare una scossa. Al 9' esce Hamsik che aveva subito un colpo alla gamba ed entra Gabbiadini. Il nuovo entrato cerca di mettersi in mostra con qualche spunto dei suoi, gli azzurri provano ad attaccare ma e' troppo poco. La squadra di Iachini e' padrona del campo, gestisce la palla con tranquillita' e quando affonda fa sempre male. Al 18' Rafael si riscatta con una grande parata su un sinistro dal limite di Vazquez. Il Napoli non c'e' e il Palermo fiuta l’impresa. Sull'ennesima ripartenza dei siciliani, Dybala serve Vazquez in area. La sponda e' perfetta per Rigoni che sorprende tutta la difesa e firma il 3-0. Entrano anche Gargano e Zapata per Lopez e Higuain, ma il gol di Gabbiadini arriva troppo tardi, anche se pochi minuti dopo Mazzoleni (sempre lui!!) nega un evidente rigore al Napoli per fallo di mano nettissimoin area di rigore palermitana.. E' comunque una sconfitta che fa male (la quinta in campionato) e il secondo posto della Roma (impegnato con il Parma) ora sembra pi├¹ lontano.


Camp. 2014-15
22^ giornata
Camp. 2014-15
24^ giornata