8^ Giornata 20/10/2019


2

8^ GIORNATA

BRESCIA
0 - 0
FIORENTINA
CAGLIARI
2 - 0
SPAL
JUVENTUS
2 - 1
BOLOGNA
LAZIO
3 - 3
ATALANTA
MILAN
2 - 2
LECCE
NAPOLI
2 - 0
H. VERONA
PARMA
5 - 1
GENOA
SAMPDORIA
0 - 0
ROMA
SASSUOLO
3 - 4
INTER
UDINESE
1 - 0
TORINO

0

37' pt Milik, e 22' st Milik

Tabellino:   

Arbitro: Piccinini di Forli'.
Angoli: 6 a 8
Recupero: 0' pt e 3' st
Ammoniti: Koulibaly, Zielinski, Mertens; Gunter, Faraoni, Lazovic.
Espulsi: -
Note: Circa 40.000 spettatori

(4-4-2): Meret; Malcuit, Manolas, Koulibaly, Di Lorenzo; Callejon, Allan, Ruiz, Younes (20' st Zielinski); Milik (36' st Llorente), Insigne (32' st Mertens). A disposizione: Ospina, Karnezis, Luperto, Tonelli, Ghoulam, Mario Rui, Elmas, Gaetano. Allenatore: Ancelotti

(3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Veloso, Amrabat (35' st Tutino), Lazovic; Pessina, Zaccagni (7' st Salcedo); Stepinski (15' st Di Carmine). A disposizione: Berardi, Vitale, Henderson, Verre, Bocchetti, Danzi, Dawidowicz, Empereur, Adjapong. Allenatore: Juric

La cronaca:

Napoli, 19 ottobre 2019

Super Milik abbatte il Verona. E il Napoli torna a vincere. Gli azzurri conquistano i 3 punti e guadagnano posizioni in classifica. Decidono il match due reti, le prime stagionali, del polacco schierato da Ancelotti dal primo minuto: una al 37' su assist di Fabian Ruiz, l’altra al 67' su punizione di Insigne. Nel finale palo di Mertens.

Non e' stato facile mettere sotto il Verona. Ma, alla fine, il Napoli c'e' riuscito ritrovando la sua forza offensiva e, soprattutto i gol di Arek Milik: doppietta del polacco ed Hellas abbattuta 2-0. Primi gol stagionali per Milik che hanno aggiunto tre punti pesanti alla classifica e, in qualche modo, rilanciato l'ambizione scudetto. Onore agli sconfitti, comunque, perche' la formazione di Juric avrebbe meritato qualcosina in piu' nel primo tempo. E se non l'ha ottenuta e' stato soltanto per le prodezze di Alex Meret che ha parato l'impossibile, mascherando cose' il momento di grande confusione in cui erano piombati i suoi compagni.

Carlo Ancelotti pensa anche alla gara di Champions League, a Salisburgo, mercoledi' sera. Dal risultato di questa partita si potra' avere un'idea piu' chiara di quante possibilita' abbia il Napoli di passare agli ottavi. E, dunque, l'allenatore tiene a riposo Dries Mertens e schiera Insigne al fianco di Milik. Nella linea di centrocampo, al posto del capitano, c'e' Amin Younes. Novita' anche in difesa, dove Di Lorenzo agisce a sinistra, mentre nel suo ruolo, a destra, c'e' Malcuit. Ivan Juric, invece, chiede conferme al suo Verona che e' in serie positiva da tre partite: quattro degli attuali nove punti in classifica, li ha conquistati in trasferta e, dunque, non avendo impegni europei, sia affida alla formazione titolare, con Stepinski al centro dell'attacco.

Senza timore - Il Verona lascia subito intendere che non si arrendera' facilmente: non sara' un boccone semplice da buttare giu'. Ed il Napoli comincia con l'insolito 4-2-3-1, archiviato dopo la sconfitta di Torino, contro la Juventus, alla seconda giornata. Insigne agisce da centrale nei tre alle spalle dell'unica punta, Milik. E' proprio l'attaccante polacco che viene anticipato, in due tempi, da Silvestri sul cross di Malcuit (7'). Ed e' sempre il portiere veneto a respingere una conclusione senza troppe pretese di Allan (8'). Da quel momento, il Napoli scompare, il Verona prende l'iniziativa e inizia a pressare a tutto campo, Juric ha preparato una gara che non contempla l'attesa: il Napoli va aggredito.

Prodezze Meret - Dovra' considerarlo, Roberto Mancini, tra i portieri da portare al prossimo Europeo. Il giovane numero uno napoletano si merita l'apoteosi del San Paolo quando, al 18' respinge di seguito le conclusioni di Lazovic, Pessina e Stepinski. E non e' finita qui, perche' appena due minuti piu' tardi, con i suoi in bambola, respinge coi piedi un gran tiro ravvicinato di Zaccagni. Il Napoli e' spaventato dall'aggressivita' degli avversari, a centrocampo Veloso e Amrabat avviano le azioni per le incursioni di Lazovic, a sinistra, e di Faraoni a destra. E il Napoli? Sembra una squadra spaesata, senza un'anima. Ogni tanto, riemerge dal grigiore e prova a organizzare qualcosa di serio, ma con risultati improbabili. Tanto movimento tra le linee offensive, ma di conclusioni pericolose nemmeno a parlarne.

Riecco Milik - Quando non concretizzi succede poi che vieni punito. Ed e' quanto e' successo al Verona: le imprecisioni sotto porta e le parate di Meret gli hanno impedito di segnare. Cosa che, invece, ha saputo fare il Napoli al 37', quando Milik ha deviato in rete il cross basso di Fabian Ruiz dalla sinistra. Per il centravanti polacco e' il primo centro stagionale, per lui una vera e propria liberazione. Il tempo si chiude coi veronesi all'attacco.

Superiorita' - Emerge tutta nel secondo tempo, quando il Napoli pressa con maggiore insistenza. Juric richiama Zaccagni e inserisce Salcedo (7'), mentre Silvestri deve distendersi per respingere la conclusione di destro di Fabian Ruiz. Lo stesso portiere veronese devia in angolo una conclusione ravvicinata di Younes (12'). Intanto, Juric provvede alla seconda sostituzione, inserendo Di Carmine al posto di un impalpabile Stepinski. Anche Ancelotti provvede a un cambio: dentro Zielinski e fuori Younes. Ed e' proprio il centrocampista polacco che conquista la punizione dalla quale nasce il secondo gol di Milik: la battuta di Insigne viene deviata a volo dal centravanti. Per lui e' doppietta. Il doppio svantaggio non abbatte il Verona che di tanto in tanto si presenta nell'area napoletana, con Salcedo (fuori di poco) e con un tiro dalla distanza di Faraoni che termina a lato. Poco dopo la mezz'ora c'e' spazio pure per Mertens (colpisce il palo al 37') che entra per sostituire Insigne: per il capitano c'e' l'applauso del San Paolo. Lo stesso tripudio riservato a Milik a dieci minuti dalla fine, quando lascia il suo posto a Fernando Llorente.

 

 

Classifica

P.

G.

V.

N.

P.

F.

S.

Marcatori

1
JUVENTUS
22
8
7
1
0
15
7
Insigne (3)
2
INTER
21
8
7
0
1
18
7
Mertens (4)
3
ATALANTA
17
8
5
2
1
21
13
Callejon (1)
4
NAPOLI
16
8
5
1
2
17
10
Manolas (2)
5
CAGLIARI
14
8
4
2
2
12
7
Lozano (1)
6
ROMA
13
8
3
4
1
12
10
Di Lorenzo (1)
7
LAZIO
12
8
3
3
2
16
9
Llorente (2)
8
PARMA
12
8
4
0
4
13
11
F. Ruiz (1)
9
FIORENTINA
12
8
3
3
2
12
10
Milik (2)
10
TORINO
10
8
3
1
4
10
11
 
11
UDINESE
10
8
3
1
4
4
6
 
12
MILAN
10
8
3
1
4
8
11
 
13
BOLOGNA
9
8
2
3
3
10
11
 
14
VERONA
9
8
2
3
3
6
7
 
15
BRESCIA
7
7
2
1
4
7
9
 
16
LECCE
7
8
2
1
5
9
17
 
17
SASSUOLO
6
7
2
0
5
14
16
 
18
SPAL
6
8
2
0
6
6
15
 
19
GENOA
5
8
1
2
5
9
20
 
20
SAMPDORIA
4
8
1
1
6
4
16