2
 
13^ GIORNATA - 20 dicembre 2020
ATALANTA
4 - 1
ROMA
BENEVENTO
2 - 0
GENOA
CAGLIARI
1 - 1
UDINESE
FIORENTINA
1- 1
VERONA
INTER
2 - 1
SPEZIA
LAZIO
2 - 0
NAPOLI
PARMA
0 - 4
JUVENTUS
SAMPDORIA
3 - 1
CROTONE
SASSUOLO
1 - 2
MILAN
TORINO
1 - 1
BOLOGNA
0

10' Immobile, 56' Luis Alberto

Arbitro: Orsato di Schio
Angoli:4 a 9
Recupero: 1' p.t. 4' s,t,
Ammoniti: Hoedt, Lozano, Koulibaly, Immobile, Lobotka, Lazzari.
Espulsi: -
Note:Partita a porte chiuse per emergenza Covid-19.

(3-5-2): Reina, Luiz Felipe (85' Patric), Hoedt, Radu, Lazzari, Milinkovic Savic (85' Akpa Akpro), Escalante (80' Cataldi), Luis Alberto, Marusic, Caicedo (67' Murici), Immobile (80' Pereira). A disp. Adeagbo, Anderson, Armini, Franco, Strakosha, Alia. All. Simone Inzaghi

(4-2-3-1): Ospina, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly (55' Manolas), Mario Rui (64' Ghoulam), Bakayoko (64' Lobotka), Fabian Ruiz, Politano (55' Elmas), Zielinski, Lozano (74' Malcuit), Petagna. A disp.Meret, Contini, Rrahmani, Hysaj, Elmas, Demme. All.Gennaro Gattuso


Roma, 20 dicembre 2020

Immobile e Luis Alberto stendono un Napoli opaco: la Lazio avanza. Azzurri sottotono e senza gli indisponibili Insigne, Mertens e Osimhen: la squadra di Inzaghi apre le marcature con un gran colpo di testa della Scarpa d’Oro al 9’, nella ripresa il raddoppio della sicurezza. Botta alla caviglia per Lozano, esce a braccia.

Lazio chirurgica, Napoli abulico e frastornato. Finisce così con la vittoria netta e meritata della squadra di casa il posticipo serale della tredicesima giornata di Serie A. La Lazio torna al successo all’Olimpico dopo quasi due mesi (l’ultima e unica vittoria in casa in campionato c’era stata contro il Bologna il 25 ottobre). E più in generale la formazione di Inzaghi torna a convincere e per la prima volta in questo campionato batte una grande. Per il Napoli, invece, una serata da dimenticare. La squadra di Gattuso si fa condizionare troppo dalle assenze di Mertens, Insigne e Osimhen, va subito sotto e non riesce a reagire. Un passaggio a vuoto che sicuramente non sarà piaciuto al suo allenatore.

SBLOCCA CIRO - Assenze importanti da ambo le parti. Inzaghi non può disporre di Leiva, Fares, Parolo e Correa. E a loro si aggiunge nel pre-partita pure Acerbi che, durante il riscaldamento, sente ancora dolore al muscolo recentemente infortunato e preferisce non giocare. Nonostante le assenze, però, la Lazio parte forte. L’approccio dei biancocelesti è volitivo, mentre il Napoli ci mette un po’ a trovare le giuste misure in campo. Così i padroni di casa ne approfittano per mettere subito la freccia. Il gol che sblocca la gara arriva al 9’ grazie al solito Immobile che, sul cross di Marusic, anticipa Maksimovic e la mette dentro di testa. Un paio di minuti prima l’attaccante aveva già sfiorato il gol con una pregevole girata sul traversone di Lazzari. La squadra di Inzaghi insiste e va pure vicino al raddoppio con Luiz Felipe che, da buona posizione, manda la palla di testa sopra la traversa. Dopo il quarto d’ora, però, la musica cambia. Il Napoli, un passo alla volta, prende il controllo delle operazioni a centrocampo e si fa minaccioso dalle parti di Reina. Il portiere, grande ex della partita, salva il vantaggio con due ottimi interventi prima su Fabian Ruiz, quindi su Zielinski. La squadra di casa, però, non è che stia solo a guardare, lascia l’iniziativa agli ospiti per poi provare a colpire con le ripartenze. In una di queste è Caicedo ad andare vicinissimo al gol.

CHIUDE LUIS - Non cambia il copione nella ripresa. Il Napoli, che deve rimontare, mantiene l’iniziativa e la Lazio gioca di rimessa. Solo che, rispetto alla seconda parte della prima frazione, la squadra di casa è molto più accorta. Non concede praticamente nulla ed è letale nelle ripartenze. In particolare con quella che al 10’ le consente di andare sul 2-0. Escalante recupera palla a metà campo, la smista subito per Immobile che appoggia a Luis Alberto che infila Ospina. Per il Napoli è una mazzata dura da mandar giù e infatti la formazione di Gattuso non si rialza. Il tecnico prova a rianimarla con i cambi. Entrano Elmas, Manolas, Lobotka, Ghoulam e Malcuit. Ma l’inerzia della partita non cambia. Col passare dei minuti la Lazio controlla sempre meglio e rischia di dilagare. I cambi di Inzaghi sono di conservazione. Dentro Muriqi (al rientro), poi Cataldi, Pereira, Patric e Akpa Akpro. Ed è proprio Pereira nel finale ad andare vicino al 3-0. Sarebbe stata una punizione eccessiva per il Napoli. (gazzetta.it)


Classifica P. G. V. N. P. F. S.
Marcatori
1
MILAN
31
13
9
4
0
29
14
Mertens (4)
2
INTER
30
13
9
3
1
32
16
Insigne (4)
3
NAPOLI
24
12
8
0
4
26
11
Lozano (6)
4
JUVENTUS
24
12
6
6
0
25
10
Zielinski (1)
5
ROMA
24
13
7
3
3
28
21
Elmas (1)
6
SASSUOLO
23
13
6
5
2
23
15
Politano (3)
7
ATALANTA
22
13
6
4
3
27
19
Osimhen (2)
8
LAZIO
21
13
6
3
4
20
20
Petagna (3)
9
VERONA
20
13
5
5
3
17
12
Fabian Ruiz (1)
10
SAMPDORIA
17
13
5
2
6
21
21
Demme (1)
11
UDINESE
16
13
4
4
5
15
15
 
12
BENEVENTO
15
13
4
3
6
15
23
 
13
BOLOGNA
14
13
4
2
7
19
25
 
14
CAGLIARI
14
13
3
5
5
19
24
 
15
PARMA
12
13
2
6
5
12
23
 
16
SPEZIA
11
13
2
5
6
18
27
 
17
FIORENTINA
11
13
2
5
6
13
21
 
18
GENOA
7
13
1
4
8
12
26
 
19
TORINO
7
13
1
4
8
21
31
 
20
CROTONE
6
13
1
3
9
11
28
 



Camp. 2020-21
12^ giornata

Camp.2020-21
14^ giornata