Cenni storici. Periodo dal 1958 al 1964

Gli anni in questione furono i più tristi e confusi nella storia calcistica napoletana a causa delle vicende personali che accompagnarono il Presidente Lauro verso un lento ma inesorabile declino. Lauro infatti, a differenza del recente passato, agì in un'ottica di "economicità di gestione", utilizzando anche questo suo "giocattolo" come una sorta di punizione per i napoletani che l'avevano "tradito" politicamente. Non cedette mai il timone della società ma consentì ad alcuni suoi collaboratori di condurre campagne acquisti assolutamente disastrose (l'esempio eclatante fu nel 1961-62 quando la campagna acquisti si concluse con un passivo di 518 milioni e cioè 558 milioni spesi contro 40 milioni incassati). Rifiutò alcune interessanti proposte come quella di Gigi Peronace, un calabrese trasferitosi in Inghilterra, dove aveva avuto modo di apprendere i metodi di conduzione delle squadre britanniche (era infatti manager" del Birmingham), o come quella di Gagliardi. Ma nel 1962-63, anno del suo ritiro dal calcio, colui che avrebbe definitivamente sradicato il Comandante , aveva 32 anni ed interessi ben lontani dal mondo del calcio: Corrado Ferlaino.

1962-63: 16° in A (retrocede in B)

Da sinistra, in piedi: Pontel, Corelli, Rivellino, Mistone, Girardo, l'allenatore Pesaola; accosciati: Molino, Mariani, Canè, Gilardoni, Tomeazzi, Ronzon.

Formazione tipoCuman, Molino, Mistone, Gatti, Rivellino, Girardo, Corelli, Ronzon, Fanello, Fraschini, Tacchi. Allenatore: Bruno Pesaola, D.T. Eraldo Monzeglio.

A Pesaola viene affiancato Monzeglio non essendo il primo dotato di patentino per allenare in serie B (anche se la deroga arriverà alla 3^ giornata di campionato). Dopo la vittoria in Coppa Italia ed il ritorno in Serie A Lauro nega il premio promozione sia al tecnico (poi erogato al 50%) che ai giocatori. Il Presidente continua nel suo atteggiamento di ripicca verso i napoletani "traditori" (non aveva ottenuto il successo elettorale sperato), ripetendo sempre che non ha quattrini per il Napoli. Dopo innumerevoli pressioni e dopo le cessioni di Greco II, Bodi, Simoni e Costantini, vengono presi l'argentino Rosa (in prestito) ed il brasiliano Jarbas Faustinho Cané (costato soltanto $ 4.000 al mediatore e, "si dice", scelto da Achille Lauro su fotografia, tra un certo numero di calciatori di colore dell'Olearia, per il solo fatto d'essere più "nero" degli altri, e che per questo avrebbe fatto "più paura" ai difensori avversari); vengono promossi in prima squadra il portiere Pomarici ed i giovani centrocampisti Montefusco e Juliano. Tra gli episodi particolari, da ricordare il 6/1/63, durante Napoli-Torino, un petardo scoppia sotto la panchina azzurra tramortendo Monzeglio, e Napoli-Roma 3-3 con ben 5 rigori assegnati dall'arbitro Campanati. L'illecito dell'anno è in Milan-Napoli, prima della quale tutti i giocatori assunsero una razione di simpamina pochi minuti prima di sapere che quel giorno si sarebbe effettuato il controllo anti-doping. Risultarono sette giocatori positivi al controllo, ma soltanto quattro furono squalificati per quattro turni, dal 31/3 al 21/4 (alcune provette furono "casualmente" esposte al sole per troppo tempo): Molino, Tomeazzi, Rivellino e Pontel. Nelle ultime quattro partite si assiste al crollo della squadra anche se il momento più triste è vissuto in Napoli-Modena. Quel giorno era in corso una tornata elettorale per cui le forze dell'ordine allo stadio erano davvero poche. Qualche errore di troppo dei giocatori azzurri, qualche svista arbitrale (Campanati, di nuovo) ed il patatrac fu inevitabile: utilizzando dei grossi cartelloni pubblicitari come ponti per scavalcare il fossato, una marea inferocita si riversò in campo, spezzando le traverse, e sradicando i pali delle porte. Risultato: 62 feriti, 148 fermati, 130 milioni di danni e 4 giornate di squalifica. Fu retrocessione con 16 sconfitte, 27 punti, 59 gol al passivo e soltanto 35 realizzati.


Serie A
 
Data
Partita

Risult. Finale

1° tempo
Marcatori
1

16-9-1962
Roma
NAPOLI
3
0
0
0
Jonsson 2, Menichelli.
2
23-9-1962
NAPOLI
Milan
1
5
1
1
Rivera 2 (M), Tacchi, Mora (M), Barison (M), Altafini (M).
3
30-9-1962
Spal
NAPOLI
4
2
1
1
Bui (S), Corelli, Fanello Micheli2(S), Gori (S).
4

7-10-1962
NAPOLI
Genoa
1
0
0
0
Tacchi.
5

14-10-1962
Internazionale
NAPOLI
1
0
0
0
Maschio.
6

21-10-1962
NAPOLI
Fiorentina
2
0
1
0
Fnello, Mariani.
7

28-10-1962
Mantova
NAPOLI
2
1
1
0
Sormani (M)(r), Recagli (M), Fraschini.
8

1-11-1962
NAPOLI
Catania
3
2
2
1
Fanello, Rosa 2, Orenna 2 (C).
9

4-11-1962
Juventus
NAPOLI
1
0
1
0
Miranda.
10

18-11-1962
Venezia
NAPOLI
1
1
1
0
Raffin (V), Gatti.
11

25-11-1962
NAPOLI
L.R.Vicenza
1
0
1
0
Tacchi.
12

9-12-1962
Sampdoria
NAPOLI
3
0
1
0
Da Silva, Brighenti 2.
13

16-12-1962
NAPOLI
Palermo
3
1
3
1
Gatti, Mariani, Desti (P), Fanello.
14

23-12-1962
Modena
NAPOLI
4
0
1
0
Cinesinho, Pagliari, Conti, Bettini.
15

30-12-1962
Bologna
NAPOLI
4
2
2
0
Perani (B)(r), Nielsen 2 (B), Fanello, Haller (B), Corelli.
16

6-1-1963
NAPOLI
Torino
2
2
1
2
Fraschini 2, Hitchens 2 (T).
17

13-1-1963
NAPOLI
Atalanta
2
1
2
0
Rosa, Fraschini, Nielsen (A).
18

20-1-1963
NAPOLI
Roma
3
3
0
1
Fraschini, Manfredini (R)(r), Corelli 2 (r), Manfredini 2 (R)
19

27-1-1963
Milan
NAPOLI
0
1
0
1
Corelli.
20

3-2-1963
NAPOLI
Spal
2
0
2
0
Corelli 2.
21

10-2-1963
Genoa
NAPOLI
3
2
1
0
Pantaleoni, Firmani (r), Montefusco, Giacomini, Fraschini.
22

17-2-1963
NAPOLI
Internazionale
1
5
0
2
Di Giacomo 3, Suarez (a), Corso (I), Fraschini.
23

24-2-1963
Fiorentina
NAPOLI
5
1
2
0
Canella (F), Petris 2 (F), Hamrin (F), Montefusco, Marchesi.
24

3-3-1963
NAPOLI
Mantova
0
0
0
0
-
25

10-3-1963
Catania
NAPOLI
1
0
0
0
Rambaldelli.
26

17-3-1963
NAPOLI
Juventus
0
0
0
0
-
27

31-3-1963
NAPOLI
Venezia
1
0
1
0
Fanello.
28

7-4-1963
L.R. Vicenza
NAPOLI
0
0
0
0
-
29

14-4-1963
NAPOLI
Sampdoria
0
2
0
1
Cucchiaroi, Da Silva.
30

21-4-1963
Palermp
NAPOLI
1
1
0
0
Borjesson (P), Fraschini.
31

28-4-1963
NAPOLI **
Modena **
0
2
**
**
Risultato Giudice Sportivo.
32

5-4-1963
NAPOLI
Bologna
0
0
0
0
-
33

19-5-1963
Torino
NAPOLI
1
1
1
0
Bearzot (T), Corelli (r).
34

26-5-1963
Atalanta
NAPOLI
2
1
1
0
Da Costa (A), Nielsen (A), Corelli.
** Risultato conseguito a seguito decisione del Giudice Sportivo.


Classifica 1962-63 - Serie A

P.

G.

V.

N.

P.

F.

S.

Presenze

1
INTER

49

34

19

11

4

56

20

Cuman (21), Molino (27), Mistone (27), Girardo (31), Gatti (33), Corelli (30), Ronzon (32), Rosa (24), Fanello (22), Fraschini (29), Tacchi (30), Rivellino (16), Pontel (16), Tomeazzi (12), Mariani (11), Canè (7), Montefusco (4), Gilardoni (2), Schivane (2), Juliano (1).

All. Bruno Pesaola.

2
JUVENTUS

45

34

18

9

7

50

25

3
MILAN

43

34

15

13

16

53

27

4
BOLOGNA

42

34

17

8

9

58

38

5
ROMA

40

34

13

14

7

55

32

6
FIORENTINA

38

34

15

8

11

52

32

7
L.R.VICENZA

36

34

13

10

11

35

35

8
ATALANTA

34

34

12

10

12

43

44

9
SPAL

34

34

12

10

12

36

38

10
TORINO

34

34

12

10

12

34

38

11
MANTOVA

30

34

8

14

12

43

46

12
MODENA

30

34

10

10

14

36

47

Marcatori
13
SAMPDORIA

30

34

11

8

15

41

50

Corelli (9), Fraschini (8), Fanello (6), Rosa (3), Tacchi (3), Gatti (2), Mariani (2), Montefusco (2).
14
CATANIA

30

34

10

10

14

35

56

15
GENOA

28

34

9

10

15

32

48

16
NAPOLI

27

34

9

9

16

35

59

17
VENEZIA

22

34

6

10

18

36

51

18
PALERMO

20

34

5

10

19

18

54


Campionato
1961/62

Campionato
1963/64