Cenni storici. Periodo dal 1984 al 1991

Il 1984 è probabilmente l'anno più importante della storia del Napoli: dalla salvezza conquistata in extremis all'esaltazione collettiva del 4 luglio al San Paolo quando Diego Armando Maradona saluterà quello che sarebbe stato il suo pubblico per i successivi sette anni. Viene confermato Marchesi alla guida della squadra e si imposta un lavoro che potrà dare i suoi frutti negli anni: accanto a Maradona (acquistato per una somma equivalente a 650 Kg. di oro) vengono presi De Vecchi, Penzo, Marino e Daniel Bertoni, argentino con il quale Diego potrà instaurare un dialogo dentro e fuori dal campo. Ma forse il rinforzo più importante è Salvatore Bagni, centrocampista della Nazionale. L'organico è di prim'ordine ma l'inizio di campionato è molto deludente. Bagni è svogliato, Penzo non ingrana, Bertoni è poco incisivo e Maradona è spesso isolato dalla manovra; ma è soprattutto la difesa che non convince. A sorpresa, nel mercato di riparazione, Juliano conclude uno scambio De Rosa - De Simone (un'attaccante per uno stopper). A Natale il Napoli è in zona retrocessione; fortunatamente il giorno dell'epifania, in una giornata caratterizzata da un freddo glaciale e da una insolita nevicata prima e durante la partita, con uno scatto di orgoglio la squadra riuscì ad imporsi per 4 a 3. Da quella domenica, preceduta in settimana da un lungo ritiro "chiarificatore" in costiera amalfitana, il Napoli iniziò l'ascesa che lo porterà allo scudetto del 1987.La stagione si concluse un po' meglio che nel recente passato, ma molto peggio di quanto ci si aspettasse. Anche Ferlaino, fermamente deciso a cambiare in meglio, aggancia Italo Allodi che già prima dell'ufficializzazione del suo ingaggio, opera nell'ombra. A fine stagione 1984/85, con l'ufficialità del ruolo, rende noto i lavoro svolto: Ottavio Bianchi allenatore, ed i giocatori Giordano, Pecci, Renica, Garella, Buriani e Filardi. Infine Pier Paolo Marino sostituisce Juliano che non gradiva ruoli di secondo piano. Inizia così l'epoca della "programmazione" e dei progetti ambiziosi e di lungo periodo. Il campionato 1985/86 si conclude con un terzo posto anche per una serie di episodi negativi: Maradona ha problemi al ginocchio sinistro, Buriani è messo fuori causa da un duro intervento di Mandorlini, Giordano si frattura la clavicola in un incidente automobilistico, Bertoni resta fermo per sciatalgia, e Bagni colleziona molte giornate di squalifica. E' la prova generale del campionato 1986/87 che segnerà il primo trionfo azzurro. In campagna trasferimenti arrivano De Napoli, Carnevale, Sola, Volpecina, Muro e Romano (giunto soltanto con il mercato di riparazione). Bianchi farà alternare la prima squadra con i rincalzi durante tutta la Coppa Italia che verrà vinta con 13 vittorie su 13 incontri. La prima edizione della Supercoppa Italiana, prevista per quest'anno, sarà rinviata all'anno successivo perché sia il Campionato che la Coppa Italia furono vinti dal Napoli.

1989-90: 1°  Campione d’Italia

Da sinistra, in prima fila: Carnevale, Alemao, Di Fusco, Giuliani, Francini, Corradini; in seconda fila, Bigliardi, Tarantino, Mauro, l’allenatore Bigon, Maradona, Crippa, Ferrara; in terza fila, Renica, De Napoli, Careca, Neri, Zola, Fusi, Baroni.

Formazione tipo: Giuliani, Ferrara, Francini, Fusi, Alemao, Baroni, Crippa, De Napoli, Careca, Maradona, Carnevale.

Allenatore: Alberto Bigon.E' l'anno del trionfo. Uso questo aggettivo perché è la sintesi perfetta per descrivere la conquista di uno scudetto sofferto, che sembrava già cucito sulle maglie dalla prima alla ventiseiesima giornata, poi improvvisamente perduto tra fanfare ed osanna per la Milano rossonera, infine caparbiamente riconquistato a due giornate dal termine. In definitiva il Napoli chiude a 51 punti, in perfetta media inglese, suggellando un quinquennio d'oro con due scudetti, due secondi posti, un terzo posto, una Coppa Uefa, una Coppa Italia e, dulcis in fundo, una Supercoppa Italiana.Tra i nuovi arrivi, oltre all'allenatore Albertino Bigon, vanno segnalati quelli di Marco Baroni, Massimo Crippa e Luca Fusi. La partenza in campionato è tutta "italiana": Maradona è in Argentina, Careca e Alemao sono al mare a smaltire le fatiche della coppa America, e la squadra incamera i primi punti in campionato con una formazione autarchica. Dopo quattro giornate gli azzurri sono al comando della classifica con la Juventus (7 punti su 8). La fantasia di due nuovi arrivi Zola e Mauro a sopperire il genio di Diego. Alla quinta arriva Maradona e c'è la Fiorentina al S. Paolo. Il primo tempo finisce 2 a 0 per la Fiorentina con due prodezze di Roberto Baggio. Nel secondo tempo ci pensa Diego e finisce 3 a 2 per il Napoli. Il Milan battuto alla settima giornata con un secco 3-0, perde anche a Cremona ed Ascoli totalizzando sei punti di distacco. Il Napoli batte anche i campioni in carica dell'Inter con due gol nel finale. Alla tredicesima il vantaggio su un gruppetto di inseguitori (Inter, Milan e Sampdoria) è di tre punti. L'eliminazione dalla Coppa Italia ed anche dalla Coppa UEFA, trofeo detenuto proprio dal Napoli, e l'infortunio di Renica sono il preludio di una crisi che esplode all'ultima giornata di andata: il 30 dicembre a Roma la Lazio vince 3 a 0. Non ci sono attenuanti. La squadra sbanda ed il Milan vola portandosi a due punti, con una partita da recuperare. Anche l'Inter si avvicina ma la vittoria a Firenze dimostra che il Napoli non vuole mollare. La clamorosa rimonta del Milan si concretizza con l'aggancio al secondo scontro diretto: a S. Siro vince infatti per 3 a 0. Due domeniche dopo anche l'Inter si prende la sua rivincita (3-1 a S. Siro) ed il Milan passa in testa con due punti di vantaggio. E' la fine del sogno? Mai dire mai! Anche il Milan accusa i primi cedimenti e gli azzurri, nonostante la sconfitta con la Sampdoria riducono il distacco ad un solo punto. L'8 aprile avviene la svolta: l'arbitro Lanese non vede il gol della vittoria del Bologna sul Milan ma a Bergamo una monetina ferisce Alemao alla testa e sarà 2-0 per il Napoli a tavolino (contro lo 0-0 ottenuto sul campo). Le due squadre, a 180' dal termine, sono appaiate. Il sorpasso avviene la domenica successiva con il Napoli che trionfa a Bologna (4-2) mentre il Milan perde 2-1 dal Verona. L'ultima partita vede ancora una vittoria del Napoli sulla Lazio (1-0 gol di Baroni) per il meritato trionfo azzurro. Quest'anno il Napoli uguaglierà il record del maggior punteggio e del maggior numero di vittorie casalinghe (16 vittorie ed 1 pareggio su 17 incontri, per complessivi 33 punti conquistati al S. Paolo sui 51 realizzati in tutto).

 

Serie A
Data
Partita

Risult. Finale

1° tempo
Marcatori
1

27-8-1989

Ascoli
NAPOLI

0

1

0

1
24' Crippa
2
3-9-1989
NAPOLI
Udinese

1

0

0

0
48' Renica
3
6-9-1989
Cesena
NAPOLI

0

0

0

0

-
4

10-9-1989

Verona
NAPOLI

1

2

0

1

38' Mauro II, 51' Careca (rig.), 62' Gutierrez (V).
5

17-9-1989

NAPOLI
Fiorentina

3

2

0

2

22' e 31' (r) Baggio, 61' Pioli (a), 76' Careca, 87' Corradini.
6

24-9-1989

Cremonese (a Monza)
NAPOLI

1

1

1

0

45' Dezotti (C), 78' Maradona.
7

1-10-1989

NAPOLI
Milan

3

0

2

0

19' e 45' Carnevale, 84' Maradona.
8

8-10-1989

Roma
NAPOLI

1

1

1

0

10' Comi (R), 55' Maradona (rig.).
9

22-10-1989

NAPOLI
Inter

2

0

0

0
75' Careca, 84' Maradona.
10

29-10-1989

Genoa
NAPOLI

1

1

1

0

34' Fontolan (G), 60' Maradona (rig.).
11

5-11-1989

NAPOLI
Lecce

3

2

2

1

5' Virdis, 22' Fusi, 33' Carnevale, 46' Conte, 89' Carnevale
12

19-11-1989

NAPOLI
Sampdoria

1

1

1

0

24' Maradona (rig.), 60' Dossena (S).
13

26-11-1989

Juventus
NAPOLI

1

1

0

1

16' Crippa, 73' Bonetti (J).
14

3-12-199

NAPOLI
Atalanta

3

1

2

0

9' Crippa, 28' Careca (rig.), 48' Zola, 50' Pasciullo (A).
15

10-12-1989

Bari
NAPOLI

1

1

1

0

6' Monelli (A), 82' Carnevale.
16

17-12-1989

NAPOLI
Bologna

2

0

1

0

3' Careca, 76' Baroni.
17

30-12-1989

Lazio
NAPOLI

3

0

1

0

36' Amarildo, 77' Pin, 81' Amarildo.
18

7-1-1990

NAPOLI
Ascoli

1

0

0

0

66' Carnevale.
19

14-1-1990

Udinese
NAPOLI

2

2

1

0

3' De Vitis, 86' Mattei, 88' Maradona (r), 90' Corradini.
20

17-1-1990

NAPOLI
Cesena

1

0

1

0

26' Crippa.
21

21-1-19990

NAPOLI
Verona

2

0

2

0

16' Giacomarro (aut.), 43' Maradona.
22

28-1-1990

Fiorentina
NAPOLI

0

1

0

1

19' Fusi.
23

4-2-1990

NAPOLI
Cremonese

3

0

2

0

24' Alemao, 33' e 67' Maradona.
24

11-2-1990

Milan
NAPOLI

3

0

0

0

47' Massaro, 71' Maldini, 86' Van Basten.
25

18-2-1990

NAPOLI
Roma

3

1

0

1

4' Nela (R), 53' Maradona (rig.), 62' Careca, 72' Maradona (rig.).
26

25-2-1990

Inter
NAPOLI

3

1

0

1

7' Careca, 49' Ferrara (a), 53' Klinsmann, 58' Bianchi A.
27

4-3-1990

NAPOLI
Genoa

2

1

0

0

46' Francini, 80' Paz (G), 90' Zola.
28

11-3-1990

Lecce
NAPOLI

1

1

0

0

54' Carnevale, 68' Pasculli (L).
29

18-3-1990

Sampdoria
NAPOLI

2

1

1

0

37' Dossena (S), 50' Careca, 67' Lombardo (S).
30

25-3-1990

NAPOLI
Juventus

3

1

2

0

13' e 28' Maradona, 61' De Agostini (J) (r), 64' Francini.
31

8-4-1990

Atalanta
NAPOLI

0

0

0

0

-
32

14-4-1990

NAPOLI
Bari

3

0

1

0

27' Maradona (rig.), 53' Carnevale, 70' Careca.
33

22-4-1990

Bologna
NAPOLI

2

4

0

3

3' Careca, 9' Maradona, 15' Francini, 47' De Marchi (B), 50' Alemao, 90' Iliev (B).
34

29-4-1990

NAPOLI
Lazio

1

0

1

0

7' Baroni.


Classifica 1989-90 - Serie A

P.

G.

V.

N.

P.

F.

S.

Presenze

1
NAPOLI

51

34

21

9

4

57

31

Giuliani (32), Ferrara (33), Francini (26), Baroni (33), Mauro II (30), Fusi (29), Corradini (28), Renica (8), Alemao (27), Crippa (32), Maradona (28), Careca (22), De Napoli (32), Carnevale (31), Bigliardi (7), Zola (18), Neri M. (3), Di Fusco (2), Bucciarelli (2), Tarantino (1).

All. Albertino Bigon

2
MILAN

49

34

22

5

7

56

27

3
INTER

44

34

17

10

7

55

32

4
JUVENTUS

44

34

15

14

5

56

36

5
SAMPDORIA

43

34

16

11

7

46

26

6
ROMA

41

34

14

13

7

45

40

7
ATALANTA

35

34

12

11

11

36

43

8
BOLOGNA

34

34

9

16

9

29

36

9
LAZIO

31

34

8

15

11

34

33

10
BARI

31

34

6

19

9

34

37

11
GENOA

29

34

6

17

11

27

31

12
FIORENTINA

28

34

7

14

13

41

42

Marcatori
13
CESENA

28

34

6

16

12

26

36

Careca (10), Carnevale (8), Maradona (16), Alemao (2), Renica (1), Crippa (4), Baroni (2), Mauro II (1), Fusi (2), Corradini (2), Francini (3), Zola (2), Autoreti (2).
14
LECCE

28

34

10

8

16

29

46

15
UDINESE

27

34

6

15

13

37

51

16
VERONA

25

34

6

13

15

27

44

17
CREMONESE
23

34

5

13

16

29

50

18
ASCOLI

21

34

4

13

17

20

43


Campionato
1988/89

Campionato
1990/91