1
     
33^ GIORNATA - 08/05/2005
AVELLINO - SORA

1 - 0

BENEVENTO - GIULIANOVA 0 - 0
CHIETI - FOGGIA 0 - 0
CITTADELLA - FERMANA 2 - 0
NAPOLI - RIMINI 1 - 1
REGGIANA - SPAL 3 - 2
SAMBENEDETTESE - MARTINA 1 - 1
TERAMO - PADOVA 0 - 0
VISPESARO - LANCIANO 0 - 1
 
RIMINI
1
     
44´ pt Muslimovic, 19´st Pià
Arbitro: Orsato di Schio
Angoli: 10-1 per il Napoli.
Recupero: pt 2´, st 4´.
Ammoniti: StefaMastronicola, Muslimovic, Bravo, Consonni

Espulsi: 36´st Calaiò (N) per fallo di reazione

Note: Spettatori 40000 circa.
(3-4-1-2) Gianello, Grava, Giubilato, Montervino, Scarlato (1´st Consonni), Ignoffo, Fontana (41´st Corrent), Mora, Calaiò, Capparella (16´st Bonomi), Pià. A disp.: Renard, Romito, Schettino, Schettino, Gatti. All.: Reja
RIMINI

(4-3-1-2) Dei, Mastronicola, Bravo (32´st Di Loreto), D´Angelo, Russo (24´st Caracciolo), Milone, Baccin, Tasso, Docente(16´st Trotta), Ricchiuti, Muslimovic. A disp.: Pugliesi, Federici, Righetti, Di Fiordo. All.: Acori

Rimini, 8 maggio 2005

Il Napoli interrompe la lunga serie di successi consecutivi (6) riportati al San Paolo impattando col Rimini, che a sua volta è costretto a rimandare la festa-promozione di una settimana per la contemporanea vittoria dell´Avellino sul Sora al Partenio. Ancora una volta, come spesso è accaduto in questa stagione, gli azzurri hanno pagato a caro prezzo un primo tempo disputato in maniera barbina, facendosi infilare dai romagnoli poco prima dell´intervallo per una sbandata in difesa (troppe negli ultimi tempi, tanto che bisognerebbe cominciare a preoccuparsi) e recuperando il passivo grazie alla solita prova di carattere messa in mostra nei secondi 45 minuti. Dopo aver scontato il turno di squalifica, torna a disposizione Corrent, ma per lui (così come per Consonni) c´è solo posto in panchina, perché Edy Reja piazza in cabina di regia il recuperato Fontana e rispolvera il modulo 3-4-1-2 assegnando al redivivo Capparella il ruolo di trequartista alle spalle delle punte Calaiò e Pià. Cambia l´assetto nel reparto arretrato, che si schiera a tre con Giubilato (all´esordio) in mezzo a Scarlato e Ignoffo. Grava avanza sull´out destro di centrocampo, mentre sulla corsia sinistra Mora è preferito a Bonomi. Assenti Abate, in cura a Milanello ma pronto per l´ultima di campionato a Giulianova o comunque per l´inizio dei play off, e Sosa, che è rientrato in settimana dall´Argentina e si aggregherà al gruppo a partire da martedì. Nel Rimini, Acori deve fare a meno di Di Giulio, e Floccari, in avanti Docente va a far coppia con Muslimovic. Il tecnico romagnolo conferma il modulo 4-3-1-2 e punta sulle invenzioni dell´italo-argentino Ricchiuti.

Entrambe le squadre partono al piccolo trotto, anche se è tutta la prima frazione di gioco a rivelarsi povera sia sotto il punto di vista tecnico che sotto quello delle emozioni. Fino alla mezzora da segnalare solo un fuorigioco fischiato a Baccin lanciato a rete da Docente (che poco dopo effettua una conclusione che attraversa tutto lo specchio della porta per poi perdersi sul fondo) e un paio di calci piazzati battuti da Fontana senza esito. Il Rimini, così come da copione, controlla e aspetta che sia il Napoli ad accendere la contesa. Ciò, però, non avviene, perché gli azzurri faticano ad assimilare la nuova impostazione tattica e non creano pericoli. Al 32´ Capparella prova a smuovere le acque, ma il suo tentativo da fuori area si perde altro di un nulla. Il pressing alto messo in atto dalla capolista mette il bavaglio a qualsiasi manovra napoletana, che ad onor del vero quasi sempre è lenta e prevedibile. Se la formazione di Acori si rende insidiosa non è certo meriti propri, ma per le sbavature e le distrazioni che il terzetto difensivo azzurro si concede di tanto in tanto. E quando accade è Gianello ad intervenire per evitare la capitolazione. Il portiere, al 38´ prima chiude bene lo specchio della porta a Docente e due minuti dopo dice di no a Muslimovic. I miracoli, però, li fa solo il Padreterno e poco prima dell´intervallo, al 44´, Gianello non può evitare il vantaggio del Rimini siglato da Muslimovic che deposita il pallone alle sue spalle dopo una bella triangolazione effettuata in collaborazione con Docente.

Nella ripresa entra in campo un Napoli totalmente trasformato. L´ingresso di Consonni, al posto di Scarlato e il cambio di modulo, col ritorno al 4-2-3-1, consentono alla formazione di Reja di diventare padrone assoluto del campo e di schiacciare nella propria 16 metri la capolista. Tra il 5´ e il 9´, Consonni e Calaiò sono quelli che vanno maggiormente vicini al gol del pareggio, ma i loro tentativi (colpi di testa ravvicinati e pallonetto sventato da Dei che smanaccia in angolo) non bastano a riportare la gara in parità. Al 16´ nel Rimini Docente lascia il posto a Trotta (chiaro l'intento di coprirsi di Acori), mentre nel Napoli Bonomi subentra a Capparella. Passano tre minuti e arriva l´1-1- strameritato: Consonni dalla sinistra scodella un assist al bacio per l´accorrente Pià che all´altezza del dischetto del rigore di testa piazza la palla dove Dei non può arrivare. Al 22´ il brasiliano potrebbe mettere la firma in calce al 2-1, ma arriva in ritardo su un assist di Montervino e non riesce a correggere in rete. Sospinto da un superlativo Montervino e dalla spinta dei 40mila, il Napoli insiste alla ricerca del vantaggio. Al 23´ Calaiò arriva puntuale su un traversone basso di Fontana sul primo palo, ma la sua girata di prima intenzione è vanificata ancora una volta da Dei che respinge con i piedi. Sarà l´ultima opportunità capitata all´ex punta del Pescara, che al 36´ nel corso di un´azione concitata reagisce con un calcio allo sputo di Meloni e si fa espellere da Orsato. Se il giudice sportivo dovesse appiedarlo per più di una giornata, Calaiò non prenderebbe parte alla gara d´andata della semifinale play-off, mettendo nei guai Reja che a questo punto domenica prossima a Giulianova non rischierà l´impiego del già diffidato Sosa. Nonostante la superiorità numerica, il Rimini lascia l´iniziativa agli azzurri, che però non creano ulteriori pericoli se si esclude un´incornata a pochi passi dalla porta da parte di Pià neutralizzata da Dei. In precedenza, in pieno recupero, Gianello, conservava il pareggio salvando in uscita su Muslimovic lanciato a rete.


Classifica 2004-2005 - Serie C1 - Girone B
   

P.

G.

V.

N.

P.

F.

S.

1
RIMINI

67

33

18

13

2

48

22

All.: Gianpiero Ventura

Dal 18/01/2005 Edy Reja

2
AVELLINO

64

33

18

10

5

47

24

3
NAPOLI

58

33

16

10

7

43

30

4
SAMBENEDETTESE

51

33

13

12

8

36

25

5
REGGIANA **

50

33

13

14

6

39

22

6
PADOVA

48

33

13

9

11

46

37

7
LANCIANO

45

33

12

9

12

34

36

8
BENEVENTO

45

33

11

12

10

29

35
9
FOGGIA

41

33

9

14

10

35

34

Marcatori
10
CITTADELLA

41

33

9

14

10

35

35

Sosa (8/1),Calaiò (6), Varricchio (4), Ignoffo (3), Pià (4), Abate (2), Scarlato (2), Corrent (2), Consonni (2), Savino (1), Toledo (1), Gatti (1),Montesanto (1), Gautieri (1), Montervino (1), Toledo (1), Fontana (1), Autogol (2)

* Penalità: Sora -2
** Penalità: Reggiana -3

11
SPAL

40

33

9

13

11

31

32
12 TERAMO

40

33

9

13

11

31

35
13
MARTINA

39

33

9

12

12

29

40
14 FERMANA

36

33

9

9

15

27

43
15 SORA *

31

33

7

12

14

33

41
16
GIULIANOVA

31

33

7

10

16

19

41
17
CHIETI

30

33

5

15

13

18

30
18
VIS PESARO

24

33

5

9

19

20

38
 

Camp. 2004/05
32^ giornata

Camp. 2004/05
34^ giornata