1
     
2^ Giornata - 4/09/2005
FOGGIA - SANGIOVANNESE

0 - 2

GELA .- LUCCHESE 0 - 0
GROSSETO - CHIETI 1 - 1
LANCIANO - PISTOIESE 0 - 0
MANFREDONIA - ACIREALE 3 - 1
MARTINA - JUVE STABIA 0 - 0
NAPOLI - MASSESE 1 - 0
PERUGIA - SASSARI TORRES 0 - 0
PISA - FROSINONE 2 - 2
MASSESE
0
     
27' pt. Calaiò
Arbitro: Zanzi di Lugo
Angoli: 7-4 per il Napoli
Recupero: 1' p.t., 4' s.t.
Ammoniti: Chadi (M) e Baldanzeddu (M) per gioco scorretto

Espulsi: -

Note: Spettatori: 25 mila circa
(4-2-3-1): Iezzo; Grava, Romito, Maldonado, Savini; Montervino, Fontana; Capparella (Montesanto dal 40' s.t.), Pià (Amodio dall'11' s.t.), Bogliacino; Calaiò (Sosa dal 22' s.t.). (Gianello, Giubilato, Gatti, Briotti). All. Reja
MASSESE

(4-3-2-1): Bassi; Coppola, Garaffoni, Fiasconi, Baldanzeddu (Tricoli dal 31' s.t.); Dobrijevic (Rossi dal 23' s.t.), Consumi, Chadi (Mariotti dal 37' s.t.); Bischeri, Bonuccelli; Biggi. (Nicastro, Musetti, Cipolli, Agnorelli). All. D'Arrigo

Napoli, 4 settembre 2005

E' andata bene anche la seconda giornata di campionato, la prima al San Paolo, davanti a 30mila spettatori circa, spettatori che forse sarebbero stati di più se non si fossero verificati problemi all'Azzurro Service nella distibuzione dei biglietti. Con il terzo gol di Calaiò in due giornate, non solo gli azzurri conquistano la quinta vittoria consecutiva tra coppa e campionato, ma mantengono ancora inviolata la difesa che anche oggi non ha preso gol. Prima dell'inizio della partita i tifosi delle due curve hanno esposto due striscioni, il primo rivolto al ministro Pisanu, che recitava: "Pisanu: la foto segnaletica, biglietto nominale, al posto della sciarpa metteteci il collare". Nella curva opposta, i sostenitori del Napoli hanno invece espresso il proprio malcontento nei confronti della televisione: "Quadrate visioni, definite emozioni - si leggeva sullo striscione - 360 gradi di ansie e passioni, riempiamo gli stadi e spegnete i televisori". In curva B è stata esposta ancora una volta la gigantografia del presidente della Federcalcio, Franco Carraro, con la scritta "INFAME". Reja schiera la stessa formazione che domenica ha vinto ad Acireale, ma è subito la Massese di mister D'Arrigo a rendersi pericolosa al 3' sfruttando un errore difensivo azzurro, Dobrijevic servito sulla destra calcia in porta a botta sicura, ma è bravo e fortunato Romito ad opporsi col corpo e a deviare il tiro. Un minuto dopo Capparella entra in area dalla destra va sul fondo e crossa basso ma la difesa ospite si salva spedendo in angolo. Al 7' ci prova Bogliacino dall'altro lato del campo, ma entrato in area da sinistra e circondato da tre avversari viene fermato. All' 8' posizione irregolare di Chadi su punizione di Garaffoni, la palla va in rete ma l'arbitro aveva già fischiato il fuorigioco. Al 10' colpo di testa di Pià bloccato da Bassi. All'11' Biggi tenta il tiro dalla distanza ma la palla termina di poco a lato. Per il Napoli risponde Fontana al 15' ma il suo tiro viene respinto dal portiere della Massese. Al 16' Capparella, autore di una buona prova, crossa in area per Pià che non arriva a deviare di testa per un soffio.

Al 26' arriva il gol del Napoli: Calaiò scatta in contropiede sul filo del fuorigioco, entra in area dalla destra e a tu per tu col portiere insacca sul primo palo. Passati in vantaggio, gli azzurri, hanno cominciato a gestire la gara con un gioco lezioso facendo circolare palla per linee verticali, ma la Massese non si è data per vinta ed è andata vicino al pareggio al 39' con una clamorosa palla gol sciupata da Biggi che servito in area dalla destra, solo e a porta vuota, ha calciato incredibilmente sopra la traversa. Ad inizio ripresa la musica non cambia: Napoli che gestisce con passaggi laterali cercando di ripartire in contropiede e Massese che spinge per cercare di arrivare al pareggio. E così la Massese va subito al tiro da fuori area al 3' con Biggi ma la palla è debole e Iezzo blocca senza problemi. Al 5' ci prova ancora Biggi che si inserisce centralmente tagliando la difesa e poi calcia subito ma ancora una volta la palla è debole e Iezzo blocca. All'8' il Napoli torna a farsi vivo dalle parti di Bassi: sgroppata sulla destra di Capparella che serve al centro dell'area un pallone d'oro per Calaiò che però, preso quasi di sprovvista, arriva a calciare con poca convinzione e la palla termina a lato. Al 19' svirgola la palla Maldonado consentendo a Dobrijevic di crossare da destra in area per l'accorrente Biggi, per fortuna Grava anticipa sbrogliando una situazione che poteva essere pericolosa. Le due squadre stanche e fiaccate dal caldo e dall'afa cominciano ad allungarsi, così gli allenatori cominciano ad effettuare qualche sostituzione. Nel Napoli esce Pià per fare posto ad Amodio e successivamente usciranno Calaiò per Sosa e Capparella per Montesanto, mentre nella Massese escono Dobrijevic per Rossi, Baldanzellu per Musetti e Consumi per Mariotti.

Al 20' Bischeri semina il panico sulla sinistra del Napoli, poi Fontana intervine e allontana. Ma è al 25' che la Massese va ancora una volta vicinissima al pareggio, a salvare il risultato ci pensa però Iezzo che respinge il diagonale dalla sinsitra di Bonuccelli. Al 28' ancora la Massese si incunea pericolosamente in area azzurra sfruttando anche un errore della difesa, ma Grava si salva in angolo. Sulla battuta del corner (29') scatta il contropiede del Napoli sulla destra con Capparella che poi serve al centro per Sosa ma è bravissimo Consumi a recuperare da dietro anticipando il tiro del Pampa. Al 38' ci prova Sosa dalla distanza ma il suo tiro finisce alle stelle. Un minuto più tardi Sosa va via di forza e dal limite lascia partire in tiro che Bussi devia in angolo. E' questa l'ultima azione degna di nota della gara, il risultato si chiuderà sull'uno a zero pper il Napoli dopo 3 minuti di recupero, tra gli applausi del pubblico e la mini invasione pacifica dei ragazzini del San Paolo, nonostante gli steward. Oggi la difesa del Napoli ha sofferto la velocità degli avversari, soprattuto nel secondo tempo. La vittoria va suddivisa oggi in pari merito fra Calaiò e Iezzo, positiva la prestazione di Capparella apparso in ripresa dopo la prestazione opaca con l'Acireale. In ripresa appare anche Bogliacino anche se da lui ci si aspetta molto di più. Sotto tono Pià. In definitiva la prestazione della squadra non è stata delle migliori forse anche a causa del caldo.


Classifica 2005-2006 - Serie C1 Girone B
   

P.

G.

V.

N.

P.

F.

S.

1
NAPOLI

6

2

2

0

0

3

0

All.: Edy Reja

2
SANGIOVANNESE

6

2

2

0

0

4

0

3
FROSINONE

4

2

1

1

0

3

2

4
GROSSETO

4

2

1

1

0

2

1

5
LUCCHESE

4

2

1

1

0

2

1

6
JUVE STABIA

4

2

1

1

0

1

0

7
SASSARI TORRES

4

2

1

1

0

2

1

8
MANFREDONIA

3

2

1

0

1

4

3
9
PERUGIA

4

2

1

1

0

2

1

Marcatori
10
MASSESE

3

2

1

0

1

2

1

CalaiĆ² (3)

11
CHIETI

1

2

0

1

1

2

3
12 PISTOIESE

1

2

0

1

1

0

1
13
LANCIANO

1

2

0

1

1

0

1
14 GELA

1

2

0

1

1

1

2
15 PISA

1

2

0

1

1

2

4
16
MARTINA

1

2

0

1

1

0

2
17
FOGGIA

0

2

0

0

2

0

3
18
ACIREALE

0

2

0

0

2

1

5
 

Camp. 2005/06
1^ giornata

Camp. 2005/06
3^ giornata