1
     
6^ Giornata - 2/10/2005
ACIREALE - LUCCHESE

0 - 0

CHIETI - PISTOIESE 1 - 0
GROSSETO - LANCIANO 0 - 0
MANFREDONIA - GELA 2 - 2
NAPOLI - JUVE STABIA 1 - 0
PERUGIA - FOGGIA 2 - 1
PISA - MARTINA 1 - 2
SANGIOVANNONE - FROSINONE 1 - 0
SASSARI TORRES - MASSESE 1 - 0
JUVE STABIA
0
     
Grava al 26' st
Arbitro: Salati di Trento (Longhi - Manzini)
Angoli: 6-0.
Recupero: 3' e 4'.
Ammoniti: Vanacore, Ambrosi, Avallone, Sibilli, Fontana

Espulsi: Avallone all'8' st per doppia ammonizione.

Note: Spettatori: 35.000 circa, di cui 5.000 da Castellammare.
(4-2-3-1): Iezzo; Grava, Romito, Maldonado, Savini; Fontana (46' st Montesanto), Montervino(C); Capparella (36' st Amodio), Pià, Bogliacino (1' st Vitale); Calaiò. All. Reja
JUVE STABIA

(4-4-2): Armellini; Taccucci, Di Napoli (C) (21' st Esposito), Avallone, Vanacore (41' Ferrigno); Sibilli, Andreulli, Delle Vedove (12' st Dionisio), Agnelli; Castaldo, Ambrosi. All. Vullo. (Petrazzuolo, Arigò, Scoponi, Molino)

Napoli, 2 ottobre 2005

Il Napoli gioca solo un tempo e Grava gli regala l'intera posta in palio del derby con i cugini della Juve Stabia. Partita alla camomilla nel primo tempo con il solito Napoli lezioso e il solito avversario che si arrocca nella propria area di rigore chiudendo ogni varco. Nella ripresa Napoli scatenato e Juve Stabia che frana dopo aver fallito la palla gol con Castaldo ed essere rimasta in inferiorità numerica addirittura nell'azione seguente. Passato in vantaggio torna il Napoli lezioso d'inizio partita e la Juve Stabia riesce anche ad avanzare timidamente.Reja conferma il suo 4-2-3-1 con Bogliacino dal primo minuto, quella di Vullo invece è solo pretattica dato che a scendere in campo dal primo minuto è Ambrosi al fianco di Castaldo, mentre per Molino c'è solo panchina.Il primo tempo scorre via, come detto, tra la leziosità e l'estenuante possesso palla dei partenopei che fanno però vedere anche una buona manovra ma che si arena negli ultimi sedici metri stabiesi.

Nella ripresa Reja fa la sua scelta, toglie un Bogliacino fuori dal gioco e manda in campo il giovane Vitale nativo proprio di Castellammare di Stabia a giocare contro la squadra della sua città. L'azzurrino da la scossa alla squadra e praticamente il Napoli cambia marcia. Nonostante tutto i partenopei potrebbero capitolare quando Sibilli mette il turno e serve Ambrosi che si incunea in area di rigore e serve Castaldo sulla cui conclusione Iezzo compie il miracolo chiudendo tutto lo specchio della porta, senza un attimo di respiro sull'azione seguente uno scatto da centometrista di Capparella costringe Avallone al fallo e all'obbligatoria seconda ammonizione che gli vale la doccia in grande anticipo. Recrimina la Juve Stabia poichè un suo calciatore era a terra, ma lo era già da prima quando Castaldo ha continuato tentando il tiro sul quale s'è opposto alla grande Iezzo. Il Napoli in superiorità numerica completamente rigenerato è incontenibile e Vullo manda in campo un difensore (Dionisio) per un centrocampista (Delle Vedove). Ci prova prima Montervino dopo una discesa palla al piede delle sue, ma Armellini smanaccia al di sopra della traversa, poi lo scatenato Vitale che tenta il diagonale preciso su cui Armellini si salva d'istinto con il proprio piedone sinistro. E' il turno di Fontana che lascia partire un bolide di estrema bellezza dai 35 metri che si stampa sulla traversa. Dopo tante, e belle, occasioni è destino che a far gol debba essere il migliore in campo: ed infatti al 26' st un inesauribile Grava s'inserisce in area e, dopo un errato rinvio di un difensore avversario, trova la carambola sul proprio piede di un altro difensore avversario e la palla s'insacca nell'angolino alla destra di Armellini. Da quel momento il Napoli torna lezioso, si guardo un pò troppo nello specchio per rendersi bello e fallisce una clamorosa occasione per chiudere la gara con Calaiò che, davanti ad Armellini, tenta il pallonetto piuttosto che il tiro a colpo sicuro. Vittoria importante per i partenopei, terza sconfitta consecutiva per Vullo che vede la sua panchina traballare. Vince il Napoli, ma soltanto dopo i suoi tifosi: circa 35.000 che mostrano per l'ennesima volta la grande civiltà del pubblico napoletano mettendo sull'ironia la vicenda dello striscione:"Infame" rimane e anzi si moltiplica in tanti piccoli striscioni sparsi per le curve, ma senza un riferimento al destinatario dell'aggettivo.


Classifica 2005-2006 - Serie C1 Girone B
   

P.

G.

V.

N.

P.

F.

S.

1
SANGIOVANNESE

16

6

5

1

0

13

4

All.: Edy Reja

2
NAPOLI

14

6

4

2

0

6

1

3
FROSINONE

11

6

3

2

1

6

4

4
PERUGIA

11

6

3

2

1

8

6

5
MASSESE

9

6

3

0

3

6

4

6
GROSSETO

9

6

2

3

1

5

4

7
SASSARI TORRES

9

6

2

3

1

5

4

8
MANFREDONIA

8

6

2

2

2

8

7
9
LUCCHESE

8

6

2

2

2

4

4

Marcatori
10
MARTINA

8

6

2

2

2

8

9

CalaiĆ² (3), Maldonado (1), PiĆ  (1), Grava (1)

11
JUVE STABIA

7

6

2

1

3

3

3
12 CHIETI

7

6

2

1

3

4

6
13
LANCIANO

6

6

1

3

2

3

4
14 GELA

6

6

1

3

2

7

9
15 ACIREALE

5

6

1

2

3

3

7
16
FOGGIA

4

6

1

1

4

5

9
17
PISA

4

6

1

1

4

5

11
18
PISTOIESE

3

6

0

3

3

1

4
 

Camp. 2005/06
5^ giornata

Camp. 2005/06
7^ giornata