4
 
11^ giornata - 13/11/2005
ACIREALE
3 - 1
MASSESE
GELA
1 - 0
FOGGIA
GROSSETO
3 - 0
JUVE STABIA
LANCIANO
1 - 0
MARTINA
LUCCHESE

3 - 0

FROSINONE
MANFREDONIA
1 - 3
PISA
NAPOLI
4 - 1
SANGIOVANNESE
PERUGIA
1 - 1
PISTOIESE
SASSARI TORRES
4 - 0
CHIETI
SANGIOVANNESE
1
 
12' pt. Sosa, 22' pt. Fontana, 40' pt. Sosa, 33' pt. Baiano (S), 7'st rig. Calaiò
Arbitro: Lena di Ciampino (Fiore-Taiano)
Angoli: 3-5.
Recupero: 3' e 4'
Ammoniti: Sosa, Scugugia, Mocarelli, Nocentini
Espulsi: 34' st Grassi dalla panchina del Pisa
Note: Circa 40mila spettatori

(4-4-2): Iezzo; Grava, Romito, Giubilato, Maldonado; Capparella (20' st Montesanto), Fontana (42' st Amodio), Montervino, Bogliacino; Sosa, Calaiò (29' st Grieco). (Gianello, Briotti, De Palma, Vitale). All. Reja.

SANGIOVANNESE

(3-4-3): Pierini; Nocentini, Scugugia, Fogacci; Scalise, Mocarelli, Danucci (17' st Caleri), Lacrimini; Giglio (25' st Kanjengele), Baiano, Biancone (13' st Chaib). (Di Masi, Franchi, Calori, Mannucci).All. Braglia.

Napoli, 13 novembre 2005

Si prevedeva una bella partita ricca di gol, ma non tutti a favore di una sola squadra. Ed invece è andata così. Con il Napoli che travolge la Sangiovannese e, checché ne dicano i diretti avversari, è in una vera e propria fuga. Non tanto per i punti di vantaggio o la scarsa consistenza delle avversarie, ma esclusivamente perchè gli azzurri sono di un altro pianeta. La Sangiovannese prova a partire forte, ma la gara dopo 20' è bella che andata. Ma quantomeno Braglia ha consolazione di essere tra i pochi che al San Paolo si sono giocati la partita a viso aperto, rischiando la goleada che poi è arrivata puntuale ma che non ha scalfito l'entusiasmo dei circa mille tifosi arrivati al seguito della squadra in una gara che al di là del risultato è stata indimenticabile.

Reja conferma il suo 4-4-2 con Sosa-Calaiò coppia d'attacco, Braglia fa lo stesso del suo 3-4-3 spregiudicato ma in porta c'è Pierini anzichè Di Masi, e in mezzo al campo preferisce Scalise e non Mannucci. La Sangiovannese cerca di sorprendere gli azzurri con una grande partenza ma il Napoli non si fa sorprendere. Proprio quando cerca di prendere subito il pallino del gioco l'ex Baiano vede la propria conclusione di prima intenzione infrangersi sulla traversa. Risponde subito Capparella che va via e chiama in causa l'estremo difensore toscano che risponde presente. Al secondo tentativo i partenopei passano: cross dalla destra di Montervino e Sosa di testa trova la respinta di Pierini ma in tuffo ribatte la sua stessa conclusione. Napoli in vantaggio e Sosa mette in bella mostra la maglia celebrativa verso il suo connazionale argentino che "ha scritto la nostra storia". Una decina di minuti più tardi perla di Fontana su uno schema studiato in allenamento su ordine dell'astuto Reja. Punizione dal limite dell'area di rigore, Capparella posiziona il pallone allontanando gli altri e fingendo un litigio con Fontana che si allontana e poi parte improvvisamente sorprendendo tutti, compreso Pierini che non vede partire il pallone estremamente preciso su cui ugualmente non sarebbe potuto arrivare. Partita chiusa, con il San Paolo già in festa, ma Lacrimini su un errore di Maldonado serve Baiano che dal limite dell'area di rigore lascia partire un diagonale su cui niente può Iezzo che vede interrompersi la propria imbattibilità al San Paolo dopo 396 minuti. E' il 33', ma da lì a 4' più tardi è ancora 'El Pampa' Sosa a mettere le cose in chiaro. Azione travolgente di un inesauribile Capparella che trova Sosa che stacca più in alto della traversa sovrastando il diretto avversario per il 3-1.

La ripresa dura 7', il tempo per un positivo Calaiò di farsi sanzionare un rigore netto e di trasformarlo spiazzando il portiere. Da quel momento partita definitivamente chiusa con il Napoli senza la concentrazione giusta e con la volontà di non infierire, dall'altro lato una Sangiovannese paurosa di scoprirsi e prendere il quinto gol. Girandola di cambi e partita che si chiude sul palo di Grieco dalla trequarti, entrato in campo negli ultimi minuti. Un 4-1 che ben delinea i valori delle due squadre e che sancisce la fuga del Napoli. Sangiovannese di Braglia che si rivela una buona squadra che potrà dire la sua nei play-off, il Napoli conferma tutti i discorsi planetari formulati in città in quest'ultime settimane.


Classifica

P.

G.

V.

N.

P.

F.

S.

Marcatori

1
NAPOLI
25
11
7
4
0
17
3
Calaiò (7-3)
2
PERUGIA
19
11
5
4
2
15
14
Maldonado (1)
3
SANGIOVANNESE
18
11
5
3
3
18
15
Pià (1)
4
GROSSETO
17
11
4
5
2
13
8
Grava (1)
5
FROSINONE
17
11
5
2
4
14
14
Fontana (2)
6
SASSARI TORRES
16
11
3
7
1
12
7
Romito (1)
7
LANCIANO
15
11
3
6
2
9
6
Montervino (2)
8
GELA
15
11
3
6
2
11
11
Sosa (2)
9
MASSESE
14
11
4
2
5
10
10
 
10
MARTINA
14
11
3
5
3
14
14
 
11
ACIREALE
14
11
3
5
3
9
10
All. Edy Reja
12
PISA
14
11
4
2
5
12
17
 
13
LUCCHESE
13
11
3
4
4
10
9
 
14
MANFREDONIA
13
11
3
4
4
10
13
 
15
CHIETI
12
11
3
3
5
9
15
 
16
FOGGIA
8
11
1
5
5
7
12
 
17
JUVE STABIA
8
11
2
2
7
7
15
 
18
PISTOIESE
7
11
0
7
4
2
6
 

Camp. 2005/06
10^ giornata

Camp. 2005/06
12^ giornata