CESENA
1
 
15^ giornata - 9/12/2006
BARI
1 - 0
MODENA
BOLOGNA
3 - 1
LECCE
CESENA
1 - 1
NAPOLI
FROSINONE
2 - 1
BRESCIA
JUVENTUS
1 - 0
VERONA
MANTOVA
0 - 0
ALBINOLEFFE
PESCARA

0 - 5

RIMINI
PIACENZA
1 - 0
AREZZO
SPEZIA
2 - 1
VICENZA
TREVISO
2 - 3
GENOA
VICENZA
3 - 0
TRIESTINA

1
 
19' Calaiò, 21' Papa Waigo
Arbitro: Dondarini di Finale Emilia (Saglietti-Angrisani. Quarto uomo: Pecorelli).
Angoli: 0 a 5
Recupero: 1' e 4'

Ammoniti: Lazzari, Calaiò, Lauro.

Espulsi:84' Calaiò

Note: Spettatori 13.000 circa.
CESENA

(4-3-3): Turci; Biserni, Vignati, Lauro, Ferrini; De Feudis (dal 85' Viredis), Pestrin, Salvetti; Papa Waigo, Pellè, Lazzari (dal 66' Piccoli). Panchina: Sarti, Bova, Bracaletti, Zaninelli, Mezavilla, Piccoli, Virdis. All. Castori

(3-4-1-2): Iezzo; Cannavaro, Giubilato, Domizzi; Trotta, Amodio, Dalla Bona, Grava; Bogliacino; Calaiò, Pià (dal 76' Sosa). Panchina: Gianello, Garics, Montervino, Gatti, Capparella, Bucchi, Sosa. All. Reja

Cesena, 9 dicembre 2006

Il Napoli affronta nel posticipo un insidioso Cesena, cercando di tener stretta la vetta della classifica. Sfida fra una delle migliori difese del campionato (quella azzurra) e una delle peggiori (quella del Cesena). Il tutto diventa molto interessante (e forse preoccupante) per la squadra partenopea se si pensa alla verve e alla pericolosità dell’attacco della squadra avversaria. Reja risolve il rebus della sostituzione di Maldonado con l´entrata di Giubilato. In attacco, accanto a Calaiò, c’è Pià. Per ovviare all´ infortunio di De Zerbi e alle cattive condizioni di Bucchi si è scelto l´inserimento di un centrocampista offensivo come Dalla Bona. Il Cesena parte subito all’attacco con Pestrin, che al 3’ manda alto sopra la traversa. All’8’ Amodio, da buona posizione, calcia male un pallone che è facile preda del portiere Turci. Al 14’ una punizione bassa di Calaiò colpisce la barriera. Al 15’ Lazzari non riesce a deviare nella rete di Iezzo un cross di Papa Waigo. Al 18’ il Napoli va in rete con Calaiò che insacca di testa un cross dalla destra del neopapà Trotta. Purtroppo il pareggio arriva subito, dopo due minuti, quando il Cesena approfitta immediatamente dello sbilanciamento degli azzurri, andando in rete con un contropiede di Papa Waigo, che supera anche Iezzo, uscito dall’area di rigore per anticiparlo. Al 29’ Pià controlla male e spreca sul fondo un cross di Trotta. Dopo un minuto lo stesso Pià manda di pochissimo fuori, di testa, un cross di Grava. Al 31’ Calaiò invia clamorosamente la palla sul fondo, dopo una scambio veloce con Pià. Al 33’ Domizzi cerca di correggere in rete un angolo di Trotta che era già finito fuori. Al 34’ tocca a Iezzo respingere miracolosamente di piede un tiro ravvicinato di Papa Waigo. Al 39’ viene spedito in angolo un colpo di testa di Domizzi su cross di Bogliacino. Al 43’ il Napoli rischia grosso con un palo sfiorato da Pellè. Al 45’ non va a buon fine una combinazione Pià-Calaiò, con il primo che commette fallo e non riesce a concludere a rete. Buone le prove di Trotta, Amòdio e Calaiò. Male Giubilato e soprattutto Grava, responsabile del troppo spazio lasciato a disposizione del pericolosissimo Papa Waigo.

Al 2’ della ripresa Turci si salva uscendo su Pià, lanciato a rete in contropiede da Bogliacino. All’11’ Lazzari finisce in fuorigioco, mentre un minuto dopo un bolide di Dalla Bona viene respinto da Turci e Zaninelli anticipa in angolo sull’accorrente Calaiò. Al 14’ finisce fuori una rovesciata di Salvetti. Al 19’ Turci, ben piazzato, blocca un destro dalla distanza di Amòdio. Al 24’ Calaiò, servito da Bogliacino, non riesce a spiazzare con un pallonetto il portiere avversario. Il primo cambio nel Napoli ha luogo al 31’, con Sosa che sostituisce Pià. Al 36’ Cannavaro viene atterrato sulla tre quarti durante una sua ripartenza e, infortunatosi, resta per alcuni minuti fuori dal terreno di gioco. Al 38’ Turci fa un miracolo su un colpo di testa di Sosa su cross di Trotta. Al 39 Calaiò, già ammonito in precedenza, viene clamorosamente espulso per aver protestato per la mancata assegnazione di un fallo laterale. Al 46’ ultima grossa occasione per il Napoli: Domizzi dalla distanza colpisce la traversa con un potentissimo tiro. Il Napoli gioca probabilmente la sua miglior partita, non perdendo mai grinta e smalto, nemmeno dopo l’espulsione di Calaiò; grande assente, in questa serata in cui viene perso il primato, la fortuna che spesso aveva aiutato la squadra in altre occasioni. La classifica è comunque corta, la distanza da Juve e Bologna è di solo un punto, basterà quindi continuare a sfoderare il piglio deciso di stasera per continuare a crederci, con molta più convinzione che in precedenza.

 
G.
Classifica 2006/2007 - Serie B
P. G. V. N. P. F. S.

Marcatori
1
JUVENTUS (-9) 28 15 11 4 0 27 6

Bucchi (3)
Grava (1)
Dalla Bona (1)
CalaiĆ² (7)
Cannavaro (1)
De Zerbi(1)
Bogliacino (2)

2
BOLOGNA 28 15 9 1 5 20 14
3
PIACENZA 27 15 8 3 4 15 14
4
NAPOLI 27 15 7 6 2 16 10
5
RIMINI 26 15 7 5 3 25 12
6
GENOA 25 15 7 4 4 26 21
7
CESENA 24 15 6 6 3 26 21
8
MANTOVA 23 15 5 8 2 16 12
9
TRIESTINA (-1) 23 15 6 6 3 12 11
10
BARI 22 15 6 4 5 13 9
11
FROSINONE 22 15 6 4 5 17 15
12
ALBINOLEFFE 20 15 3 11 1 14 13
13
BRESCIA 20 15 5 5 5 14 15
14
SPEZIA 18 15 4 6 5 15 17
15
LECCE 17 15 5 2 8 20 25
16
MODENA 17 15 5 2 8 10 16
17
TREVISO 15 15 3 6 6 16 20
18
CROTONE 14 15 3 5 7 13 22
19
VICENZA 11 15 2 5 8 13 17
20
VERONA 11 15 2 5 8 5 13
21
PESCARA (-1) 4 15 0 5 10 10 29
22
AREZZO (-6) 2 15 1 5 9 6 17

Camp. 2006/07
14^ giornata

Camp. 2006/07
16^ giornata