TRIESTINA
1
 
25^ giornata - 24/02/2007
AREZZO
2 - 1
ALBINOLEFFE
BRESCIA
0 - 0
VERONA
CROTONE
2 - 1
MANTOVA
LECCE
1 - 1
TREVISO
MODENA

0 - 1

JUVENTUS
PESCARA
1 - 0
CESENA
PIACENZA

3 - 1

GENOA
RIMINI
0 - 0
BOLOGNA
SPEZIA
1 - 1
FROSINONE
TRIESTINA
1 - 3
NAPOLI
VICENZA
3 - 0
BARI

3
 
Silva Ceron al 9' pt, Cannavaro al 33' pt, Bucchi al 6' st, De Zerbi al 31' st
Arbitro: Ciampi di Roma
Angoli: 2-10
Recupero: 1' p.t., 3' s.t.

Ammoniti: Della Rocca, Grava, Allegretti, De Zerbi, Gatti, Cannavaro

Espulsi:

Note: Spettatori 4.500 circa (partita aperta solo agli abbonati)
TRIESTINA

(4-4-2): Rossi; Pivotto, Lima, Abruzzese, Pesaresi; Marchesetti (29' s.t. Graffiedi), Silva Ceron, Allegretti, Rosetti (16' s.t. Kalambay); Eliakwu, Della Rocca (5' s.t. Piovaccari). (Dei, Peana, Kyriazis, Cossu). All. Agostinelli

(3-5-2): Gianello; Cannavaro, Maldonado, Domizzi; Grava, Dalla Bona (27' s.t. Trotta), Gatti, Bogliacino, Savini; De Zerbi (41' s.t. Calaiò, Bucchi (22' s.t. Sosa). (Iezzo, Giubilato, Rullo, Montervino). All. Reja

Trieste, 24 febbraio 2007

Carattere, fantasia e cinismo. Sono le armi del nuovo Napoli che non si ferma: primo posto provvisorio riagganciato, ma soprattutto un gioco ritrovato, grazie al suo uomo più talentuoso, il migliore in campo, Roberto De Zerbi. È grazie a lui che la squadra azzurra riesce ad avere ragione di una Triestina messa bene in campo dall’ex Agostinelli, che si era pure portata in vantaggio, ma che è costretta a crollare sotto i colpi del fantasista e di Cannavaro e Bucchi. Lo stadio Nereo Rocco è aperto solo agli abbonati, e qui il Napoli non ha ricordi bellissimi: l’ultima vittoria partenopea in casa della Triestina è datata addirittura 1964. Reja dopo la pretattica della vigilia sceglie Bucchi per far coppia con De Zerbi. Domizzi nuovamente nei tre centrali difensivi, e il trio Dalla Bona-Gatti-Bogliacino a centrocampo. In panchina il capocannoniere del Napoli, Calaiò, reduce dalla squalifica, e l’uomo che tante situazioni ha risolto, Sosa. Agostinelli sceglie il collaudato 4-4-2 con Pivotto e non Peana a destra in difesa e Rossetti e non Testini a sinistra a centrocampo. Eliakwu e Della Rocca in avanti.

Primo tempo bello e combattuto, con un’ottima Triestina che parte benissimo e un Napoli che domina la seconda parte della prima frazione. Dopo un inizio equilibrato e un paio di buone azioni per parte, la Triestina passa meritatamente con una bella ripartenza in velocità. La difesa del Napoli che tante volte si è fatta apprezzare, contro i veloci attaccanti triestini va spesso in difficoltà. Al 9’ Eliakwu fa tutto benissimo, lascia sul posto i difensori napoletani, attira su di sé a destra Gianello, e serve di piatto Silva Ceron, che ha la porta vuota davanti e non può sbagliare. Il Napoli accusa il colpo, e la Triestina prova ad approfittarne con trame veloci e organizzate. La squadra di Reja è pericolosa – e molto - solo sulle palle da fermo, con Rossi che si salva due volte per un pelo su DomiTRIESTINAzzi, prima sulla linea aiutato da Allegretti (29’), poi d’istinto (36’). Ma le triangolazioni De Zerbi-Bogliacino, producono tanto e al 33’ il fantasista azzurro scambia con l’uruguaiano e prova il sinistro da dentro l'area, la difesa biancorossa si salva in angolo. Sugli sviluppi del corner il Napoli pareggia: De Zerbi la piazza benissimo sul secondo palo, Cannavaro (secondo gol stagionale) salta più in alto di tutti e insacca, Rossi stavolta non può nulla. Ci prova subito ancora la Triestina con Rossetti dai 30 metri a sorpresa, fuori di poco. Ma nel finale è il Napoli a spingere tantissimo, la Triestina si chiude. Il primo tempo finisce così.

Nella ripresa il Napoli riparte da un ispiratissimo Roberto De Zerbi: ogni sua giocata è un pericolo per la Triestina e i suoi calci piazzati sono sempre insidiosi. E proprio su uno scambio De Zerbi-Bogliacino il Napoli si guadagna l’angolo che lo stesso fantasista bresciano, ovviamente, va a battere. Cannavaro prima e Dalla Bona poi spizzano di testa, Bucchi sul secondo palo stoppa di petto e insacca di destro a porta vuota. È il 9’ minuto, l’attaccante così discusso stavolta è prontissimo, dedica il gol alla figlia Emily, il cui nome è stampato sui parastinchi, e va ad abbracciare Emanuele Calaiò in panchina. La Triestina reagisce e si rende pericolosa solo al 27’, quando prima Gianello para su Allegretti, poi Pivotto colpisce il palo da lontano, infine su angolo Piovaccari fa carica su Gianello. Ma il Napoli ha un uomo in più, proprio quello che era un po’ mancato nella prima parte di campionato, ma che da un mese a questa parte sta facendo la differenza. De Zerbi al 31’ sceglie il momento giusto per segnare il suo terzo gol stagionale. Su lancio di Bogliacino, si porta avanti la palla di testa, e con un pallonetto delizioso batte ancora una volta Rossi. È il colpo del k.o. La Triestina non sa rialzarsi. Il Napoli torna a vincere in trasferta (non lo faceva dal 25 novembre, dall’1-0 di Pescara), continua la sua serie positiva (non perde dal 28 ottobre 2006 dall’1-0 in casa dell’Albinoleffe), saluta tutti e scavalca, provvisoriamente in attesa del posticipo di Modena, anche la Juve.

 
G.
Classifica 2006/2007 - Serie B
P. G. V. N. P. F. S.

Marcatori
1
JUVENTUS (-9) 46 24 16 7 1 45 15

Bucchi (7)
Grava (1)
Dalla Bona (2)
CalaiĆ² (8)
Cannavaro (2)
De Zerbi(3)
Bogliacino (3)
Sosa (2)

2
NAPOLI 44 24 11 11 2 28 16
3
PIACENZA 41 24 12 5 7 29 24
4
MANTOVA 40 24 10 10 4 29 17
5
GENOA 39 24 11 6 7 36 31
6
RIMINI 38 24 10 8 6 36 24
7
BOLOGNA 38 24 11 5 8 25 21
8
ALBINOLEFFE 35 24 7 14 3 25 19
9
CESENA 35 25 9 8 8 34 34
10
TREVISO 33 24 8 9 7 30 26
11
FROSINONE 33 24 8 9 7 26 26
12
BRESCIA 30 24 7 9 8 23 26
13
BARI 29 24 7 8 9 21 22
14
TRIESTINA (-1) 29 24 7 9 8 18 23
15
VICENZA 28 24 7 7 10 28 26
16
SPEZIA 26 25 5 11 9 25 32
17
LECCE 26 24 7 5 12 29 38
18
CROTONE 22 24 4 10 10 19 34
19
MODENA 21 24 5 6 13 12 25
20
VERONA 19 24 4 7 13 10 24
21
PESCARA (-1) 19 24 4 8 12 20 38
22
AREZZO (-6) 16 24 4 10 10 19 26

Camp. 2006/07
24^ giornata

Camp. 2006/07
26^ giornata