2
 
29^ giornata - 17/03/2007
ALBINOLEFFE
1 - 1
VERONA
BOLOGNA
1 - 1
MANTOVA
BRESCIA
0 - 2
RIMINI
CESENA
2 - 1
GENOA
CROTONE

2 - 1

NAPOLI
JUVENTUS
5 - 1
TRIESTINA
LECCE

1 - 0

MODENA
PIACENZA
3 - 0
FROSINONE
SPEZIA
3 - 1
AREZZO
TREVISO
0 - 0
BARI
VICENZA
1 - 0
PESCARA
1
 
8' pt. Sedivec, 18' pt. Giampaolo, 41' pt. Zamboni (aut)
Arbitro: Messina di Bergamo.
Angoli:
Recupero: 1' p.t., 4' s.t.

Ammoniti:Cannavaro), Piocelle, Rullo, De Zerbi, Grava.

Espulsi:

Note: Spettatori 7.000 circa

(4-4-1-1): Pagotto; Zamboni, Fusco, Rossi, Maietta; Baù (28' s.t. Lopez), Piocelle, Tisci, Cariello; Giampaolo (30' s.t. Palmieri); Sedivec (41' s.t. Petrilli). (Scarzanella, Borghetti, Morabito, Espinal). All. Carboni.

(3-5-2): Iezzo; Cannavaro (20' p.t. Trotta), Giubilato, Maldonado; Grava, Dalla Bona (6' s.t. Calaiò), Domizzi, Bogliacino (36' s.t. Capparella), Rullo; De Zerbi, Bucchi. (Gianello, Garics, Amodio, Montervino). All. Reja.

CROTONE, 17 marzo 2007

Il Crotone che non ti aspetti ferma la corsa del Napoli, che era imbattuto da 18 turni, dal k.o. con l'AlbinoLeffe della 9ª giornata (era il 28 di ottobre). I rossoblù calabresi vincono 2-1, grazie ai gol di Sedivec e Giampaolo, cui risponde solo l'autorete di Zamboni. Troppo poco. Aurelio De Laurentiis non può festeggiare le 100 gare da presidente del Napoli: la sua squadra ci ha messo il cuore per completare la rimonta, ma non è stata assistita nè dal gioco nè dalla fortuna (tre pali: uno di Giubilato, due di Calaiò). Le disattenzioni difensive del primo tempo sono costate la sconfitta, ma non il 2° posto in solitario, perché il Genoa ha perso a Cesena. Il Crotone ha meritato la vittoria, giocando bene nel primo tempo e poi stringendo i denti nella ripresa, quando si è chiuso bene nel suo guscio, però sempre pronto a farsi vivo in contropiede, grazie a un Sedivec scatenato. Nel finale ha dilapidato diverse occasioni per chiudere la gara, ma non ha pagato dazio.

LA GARA - Il Crotone gioca un signor primo tempo. Sorprendente per una squadra reduce da due sconfitte di fila, al cospetto di una corazzata come quella di Reja. E invece i tagli offensivi di Sedivec e i piedi buoni di Giampaolo, che dimostra dieci anni di meno, mandano in crisi la difesa azzurra, prima della gara la migliore del campionato (a pari merito con quella della Juventus) con solo 18 gol subìti. I calabresi spingono forte anche sulla destra, dove Baù è ispirato e punta continuamente Rullo. I gol che concretizzano la supremazia territoriale della formazione di Carboni non tardano ad arrivare: il vantaggio è firmato Sedivec, che sul passaggio di Giampaolo dribbla Iezzo e deposita in rete a porta vuota: 1-0. Quarta rete in campionato per l'attaccante della Repubblica Ceca. Il Napoli reagisce subito. Baù rischia un clamoroso autogol svirgolando dal limite dell'area. Poi Giubilato colpisce un palo in mischia, e sul proseguimento dell'azione Maldonado di testa non trova la porta sottomisura. Insomma, sono gli inserimenti dei difensori sui calci piazzati a minacciare Pagotto. Ma il gol lo trova ancora il Crotone, e vale il raddoppio. Lo sigla Giampaolo, che lanciato in contropiede da Maietta (la difesa azzurra fa sempre il fuorigioco piuttosto alto) con un destro in diagonale infila Iezzo. Il Napoli stavolta accusa il colpo. Si fa vivo dalle parti di Pagotto con uno stacco aereo prepotente di Cannavaro, a lato, ma per il resto non punge più di tanto. Reja corre ai ripari. Fuori un difensore puro, proprio Cannavaro, dentro Trotta, un esterno di centrocampo. Si passa alla difesa a 4, con Grava e Rullo che scalano sulla linea dei difensori. Il Napoli continua a non ingranare. Ma trova il gol dell'1-2 grazie a un autogol dell'ex Zamboni, che devia nella propria porta una punizione calciata in mezzo da De Zerbi. E' il risultato con cui le squadre vanno al riposo.

L'ARREMBAGGIO DEL NAPOLI - Il Napoli riparte subito aggressivo. Reja dopo pochi minuti vara il tridente offensivo: fuori Dalla Bona e dentro Calaiò, che va a far coppia in avanti con Bucchi, De Zerbi diventa il trequartista. È proprio Calaiò a sfiorare il 2-2: l'attaccante è sfortunatissimo in mischia, colpisce prima di testa e poi di sinistro, doppio palo. La gara adesso è vibrante, con continui rovesciamenti di fronte. Il Napoli è sbilanciato tutto in avanti, le occasioni arrivano, ma anche per il Crotone, sempre pronto a ripartire in contropiede negli spazi larghi. Sedivec prima colpisce un palo con una puntata dalla destra, poi viene ipnotizzato da Iezzo, strepitoso ad opporsi all'attaccante, lanciato da Maietta, autore di una percussione inarrestabile dalla sinistra. Il finale è un susseguirsi di emozioni: le mischie in area crotonese si sprecano, ma il gol non arriva anche perchè nel Napoli mancano geometrie e lucidità (Domizzi da playmaker basso non ha convinto), e Bucchi non è in giornata. Petrilli si mangia un paio di gol nel recupero, ma il Crotone vince lo stesso: finisce 2-1. (Riccardo Pratesi gazzetta.it)

 
G.
Classifica 2006/2007 - Serie B
P. G. V. N. P. F. S.

Marcatori
1
JUVENTUS (-9) 55 28 19 7 2 56 19

Bucchi (8)
Grava (1)
Dalla Bona (2)
CalaiĆ² (10)
Cannavaro (2)
De Zerbi(3)
Bogliacino (4)
Sosa (2)
Autogol (1)

2
NAPOLI 49 28 12 13 3 33 20
3
PIACENZA 47 28 14 5 9 34 31
4
RIMINI 46 28 12 10 6 40 25
5
BOLOGNA 46 28 13 7 8 33 24
6
GENOA 46 28 13 7 8 41 33
7
MANTOVA 44 28 10 14 4 31 19
8
CESENA 41 29 11 8 10 40 42
9
ALBINOLEFFE 39 28 8 15 5 31 27
10
VICENZA 36 28 9 9 10 31 26
11
TRIESTINA (-1) 36 28 9 10 9 25 30
12
BRESCIA 36 28 9 9 10 29 34
13
TREVISO 34 28 8 10 10 31 30
14
FROSINONE 34 28 8 10 10 26 36
15
SPEZIA 33 29 7 12 10 32 37
16
LECCE 32 28 9 5 14 35 40
17
BARI 31 28 7 10 11 22 27
18
VERONA 29 28 7 8 13 17 27
19
CROTONE 28 28 6 10 12 24 39
20
MODENA 26 28 6 8 14 19 29
21
PESCARA (-1) 20 28 4 9 15 23 47
22
AREZZO (-6) 18 28 4 12 12 21 32

Camp. 2006/07
28^ giornata

Camp. 2006/07
30^ giornata