2
 
33^ giornata - 6/04/2007
BARI
1 - 1
FROSINONE
BOLOGNA

2 - 3

NAPOLI
BRESCIA
1 - 0
AREZZO
CESENA
1 - 0
MODENA
CROTONE
1 - 3
LECCE
JUVENTUS
1 - 1
ALBINOLEFFE
PESCARA
2 - 0
TRIESTINA
PIACENZA
3 - 4
MANTOVA
SPEZIA

1 - 2

GENOA
TREVISO
1 - 1
VICENZA
VERONA
1 - 0
RIMINI
3
 
Domizzi 10', Maldonado 25', Calaiò 38', Marazzina 56', Marazzina 72'
Arbitro: Paparesta di Bari (Giordano-Ayroldi S. 4° uomo: Barbirati)
Angoli: 5-1
Recupero: 1' e 4'

Ammoniti: Savini 18', Maldonado 63', Amodio 84', Fantini 87', De Zerbi 93'

Espulsi:

Note: 4500 i tifosi azzurri, arrivati allo Stadio Dall'Ara di Bologna per sostenere il Napoli in un momento critico quanto fondamentale della stagione.

(3-4-3): 1 Antonioli; 6 Brioschi (Cipriani 71'), 5 Terzi, 3 Manfredini; 2 Daino, 26 E. Filippini, 4 Amoroso (Morosini 80'), 17 Smit; 41 Marazzina, 25 Fantini (Costa 88'), 21 Meghni. PANCHINA: 15 Colombo, 23 Costa, 20 Morosini, 44 Olive, 7 Nervo, 18 Cipriani, 10 Zauri. All. Ulivieri

(3-5-2): 1 Iezzo; 28 Cannavaro, 6 Maldonado, 26 Domizzi; 7 Trotta, 5 Gatti (Amodio 65'), 24 Dalla Bona, 18 Bogliacino, 19 Savini; 11 Calaiò (De Zerbi 74'), 9 Sosa (Bucchi 88'). PANCHINA: 22 Gianello, 23 Giubilato, 21 Amodio, 4 Montervino, 8 Pià, 20 De Zerbi, 29 Bucchi. All. Reja

Bologna, 6 aprile 2007

Napoli spietato e cinico. Con un primo tempo all'insegna della concretezza capitalizza le uniche occasioni da gol con Domizzi, Maldonado e Calaiò, mentre il Bologna spreca occasioni a volontà. Nella ripresa riscatto a metà dei rossoblù che vanno in rete due volte con Marazzina. All'attaccante resta l'amaro in bocca per il palo colpito all'81': il colpo del possibile 3-3.

BOLOGNA SENZA BELLUCCI Bellucci non c'è; un po' come togliere al Bologna anima e cuore. Renzo Ulivieri nel 3-4-3 schiera un tridente dove, con Meghni e Marazzina, viene schierato Fantini. Panchina invece per Bucchi. Edi Reja si affida al modulo d'inizio campionato (il 4-3-1-2) con Bogliacino rifinitore alle spalle di Calaiò e Sosa e il ritorno di Gatti dopo l'infortunio.

UN, DUE E TRE Così va il calcio commentando il primo tempo del Dall'Ara. Il Bologna infatti parte come un fulmine e nello spazio dei primi sette minuti fallisce il vantaggio due volte con Marazzina e una con Fantini. Occasioni che lanciano l'allarme nella difesa del Napoli, sempre in ritardio e facilmente penetrabile in contropiede. Reja fa immediatamente alzare la posizione di Gatti per regalare più pressing alla squadra (mossa intelligente e vicente) e al nono minuto la partita cambia volto. In una mischia furiosa, Domizzi colpisce da due passi; Terzi ribatte il colpo, ma quando la palla ha superato la linea di fondo; sfera che tra l'altro va a sbattere su Antonioli e finisce in rete. Il gol regala più sicurezza ai partenopei che dominano nel possesso palla, soffrendo però le improvvise ripartenze del Bologna abile solo fino al limite dell'area azzurra. Ma il Napoli di oggi sfodera un cinismo di rara efficacia. Maldonado, pasticcione nelle prime due occasioni fallite da Marazzina, si fa perdonare con un chirurgico colpo di testa che beffa Antonioli. Fantini potrebbe accorciare subito, ma con la porta spalancata davanti e Iezzo a terra riesce a concludere oltre la traversa. Al Bologna che spreca le cose più facili il Napoli replica con il terzo, fantastioco gol. Questa volta di Calaiò che praticamente dal dischetto, ancora di testa, supera Terzi e infila nell'angolo sinistro di Antonioli. Fantini, dal canto suo, ha ancora il tempo per gettare al vento l'ennesimo gol. Napoli spietato e opportunista: tre azioni, tre gol dopo 39'. Tutti a casa?

MARAZZINA SHOW Con le spalle così protette, il Napoli si chiude bene con tutti i giocatori dietro la linea della palla. Al Bologna non resta che rischiare a tutto campo. Manovrare non è facile con un muro così resistente, ma sulla sinistra i rossoblù trovano ispirazione ed energia. Da quel corridoio Fantini pesca Marazzina, bravo a battere Iezzo. Lo stesso Marazzina sbaglia il diagonale dalla sinistra; Fantini si fa ribattere da Domizzi. Filippini spreca a lato di poco con una girata di destro. Tutte occasioni che, a dispetto del risultato, dilatano troppe disattenzioni nella difesa azzurra. Il Napoli tira il fiato, soffre e Reja toglie Gatti per Amodio. Ulivieri gioca a scacchi e cambia il difensore Brioschi per l'attaccante Cipriani, fuori dai campi di gioco dal 25 novembre 2005. Cambio che coincide con il secondo gol di Marazzina, imbeccato da Smit: palla nell'angolino. Azzurri nel panico. Anche Reja che copre la squadra e lancia De Zerbi per Calaiò. Ma i rossoblù hanno più benzina e molti conti aperti con la sfortuna, perché uno splendido colpo di testa in tuffo di Marazzina viene neutralizzato dal palo. Il Bologna con Morosini (out Amoroso) e Costa (fuori Fantini), cerca l'impresa, ma gli azzurri reggono con le unghie. Tre a zero o tre a due il senso non cambia: alla fine i tre punti che valgono oro vanno alla squadra di Reja.

 
G.
Classifica 2006/2007 - Serie B
P. G. V. N. P. F. S.

Marcatori
1
JUVENTUS (-9) 62 31 21 8 2 60 20

Bucchi (8)
Grava (1)
Dalla Bona (2)
CalaiĆ² (11)
Cannavaro (2)
De Zerbi(3)
Bogliacino (5)
Sosa (2)
Domizzi (1)
Maldonado (1)
Autogol (1)

2
GENOA 55 31 16 7 8 47 34
3
NAPOLI 53 31 13 14 4 37 25
4
MANTOVA 51 31 12 15 4 38 24
5
RIMINI 50 31 13 11 7 42 26
6
BOLOGNA 50 31 14 8 9 37 28
7
PIACENZA 50 31 15 5 11 42 37
8
CESENA 45 32 12 9 11 43 47
9
BRESCIA 42 31 11 9 11 33 36
10
ALBINOLEFFE 41 31 8 17 6 32 29
11
LECCE 41 31 12 5 14 40 41
12
VICENZA 40 31 10 10 11 34 29
13
TREVISO 38 31 9 11 11 33 33
14
FROSINONE 38 31 9 11 11 31 39
15
TRIESTINA (-1) 37 31 9 11 11 26 35
16
BARI 36 31 8 12 11 26 30
17
VERONA 36 31 9 9 13 21 29
18
SPEZIA 33 32 7 12 13 34 42
19
MODENA 29 31 7 8 16 23 37
20
CROTONE 28 31 6 10 15 27 48
21
PESCARA (-1) 23 31 5 9 17 25 49
22
AREZZO (-6) 19 31 4 13 14 22 35

Camp. 2006/07
32^ giornata

Camp. 2006/07
34^ giornata