16° di finale - andata
Finale
1.tempo

Marcatori

6 nov. 2014
NAPOLI - Young Boys
3-0
1-0
46' pt De Guzman, 20' st De Guzman, 39' st De Guzman

 

6 novenbre 2014

NAPOLI 3-0 Young Boys

Reti: 46' pt De Guzman, 20' st De Guzman, 39' st De Guzman
NAPOLI:(4-2-3-1) Rafael; Mesto, Henrique, Koulibaly, Britos 5,5 (dal 37' p.t. Ghoulam); Gargano, Inler; Mertens, De Guzman, Insigne (dal 28' s.t. Callejon); Zapata (dal 34' s.t. Higuain). (Andujar, Jorginho, Maggio, Albiol). All. Benitez.
Young Boys: (4-1-4-1) Mvogo; Hadergjonaj, von Bergen, Vilotic, Rochat; Sanogo Junior; Steffen, Gajic (dal 15' s.t. Kubo), Berton, Nuzzolo (dal 15' s.t. Nikci); Hoarau (dal 23' s.t. Afum).(Wolfli, Lecjaks, Zarate, Sutter). All. Forte.
Ammoniti: --
Espulsi: --
Angoli: 10-3
Recupero: .p.t. 3'; s.t. 3'
Note: Spettatori 12mila circa.
Arbitro:

Napoli, 6 novembre 2014

Europa League, Napoli-Young Boys 3-0. Tripletta show di De Guzman. Nel quarto turno di EL gli azzurri tornano a comandare nel gruppo I: mattatore della serata il centrocampista olandese che mette a segno tre gol. Ribaltato il 2-0 di Berna.

Vittoria e primo posto. Sbrogliata la matassa del girone I di Europa League. Obbligato a vincere, il Napoli travolge lo Young Boys al San Paolo grazie alla tripletta dell'olandese De Guzman e si porta in vetta con 9 punti insieme allo Sparta Praga, che piega nell'altra sfida lo Slovan Bratislava. In fondo ad una gara generosa, gli azzurri creano tante occasioni e vincono con merito, imbattuti a questo punto da 8 gare europee casalinghe (6 vittorie, compresa quella di stasera, e 2 pareggi).

Rivoluzione - Benitez applica un massiccio turnover, cambiando ben 8 elementi (a riposo Higuain e Callejon, febbricitante Hamsik) rispetto all'ultima sfida di campionato con la Roma. La prima minaccia nei sedici metri dello Young Boys (schierato con un 4-1-4-1, Sanogo Junior interditore davanti alla difesa) porta la firma in avvio di Insigne, ma due volte l'ex Palermo von Bergen libera l'area. Ancora l'esterno azzurro lancia con un filtrante Mertens, pero' il belga perde l'attimo fuggente e l'azione sfuma. A conferma del suo momento magico, Insigne (ricambiato stavolta con un assist da Mertens) impegna severamente Mvogo con un destro potente. Svizzeri pericolosi al 16' con un'azione in velocita': sul cross di Hoarau Britos si immola su Bertone e rimane a terra dolorante al capo per qualche minuto. Gli azzurri, costretti a vincere, si riportano sulla trequarti ospite: al 20' De Guzman va vicino al gol due volte (pallone di pochissimo sopra la traversa calciato di collo destro e testa sul palo piu' lontano fuori di un nonnulla) correggendo i cross di Zapata e Mertens.
Colpo di fortuna - Il Napoli soffre la ragnatela svizzera e, quando riesce a servire un assist decente a Zapata, il colombiano poi non si dimostra rapace come dovrebbe. Ci riprova Insigne, addirittura con un tiro da centrocampo che non finisce di molto a lato. Non c'e' dubbio: e' Lorenzo il mattatore del primo tempo, e al 43' Mvogo gli nega ancora la gioia del gol alzando sopra la traversa la sua conclusione di rara potenza. Poi l'esterno sinistro impacchetta un altro assist che non trova pronti i compagni. E quando ormai gli svizzeri pensano di averla fatta franca, ecco nel recupero il colpo di De Guzman: il suo e' un cross dalla traiettoria carica di veleno (complice il vento) che va a spegnersi all'incrocio dei pali tra l'incredulità di tutti. Colpo di fortuna o di bravura, poco importa.
Intensita' - Il vantaggio meritato (per le tante occasioni create) restituisce autostima al gruppo. E nella ripresa gli azzurri mantengono alti i ritmi e potrebbero mettere al sicuro il risultato con Zapata all'11', ma il colombiano alza ancora la mira sull'assist di Mesto che avrebbe meritato un finale piu' esaltante. Lo stesso dicasi per Insigne - 2' dopo - che angola troppo un delizioso appoggio all'indietro di Mertens. Poi lo scatenato Lorenzo ci riprova per l'ennesima volta, eppure il Mvogo non vuol saperne di capitolare davanti allo scugnizzo di Frattamaggiore. Lo Young Boys si fa vivo col nuovo entrato Nikci - sicuro Rafael nell'occasione - prima di arrendersi ancora a De Guzman, che spinge in rete al 20' uno splendido assist di Zapata (che cosi' si riscatta in pieno), originato da una bella azione personale. E non e'√® finita qui. Il trequartista olandese, al 39', cala il tris sfruttando con un tocco sottoporta un errore dei difensori svizzeri. Azzurri primi, tifosi felici. Anche il Napoli 2 puo' vivere notti magiche. (gazzetta.it - Alessio D'Urso)